Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
FIFA: Intervista a Nicholas Wlodyka

FIFA: Intervista a Nicholas Wlodyka

Il producer di EA Sports ai microfoni di Spaziogames

Intervista
A cura di del
Milano - Nel fresco giardino interno dell'hotel Diana Majestic di Milano, abbiamo potuto incontrare Nicholas Wlodyka, producer di Electronic Arts al lavoro su FIFA 14. Dopo avere assistito alla presentazione delle novità previste per la modalità Ultimate Team, ci siamo seduti col producer polacco per scoprire qualcosa di più su quello che troveremo nella simulazione calcistica EA Sports

Intervista a Nicholas Wlodyka, producer 

Spaziogames: Alcuni giocatori si lamentano della velocità dell'esperienza di FIFA, pensando che il ritmo sia troppo sostenuto. Non avete paura che gli ulteriori potenziamenti offerti dai Chemistry Styles possano aggravare la situazione per questi giocatori? 
Nicolas Wlodyka: Cerchiamo sempre di tenere la velocità bilanciata e sappiamo che qualcuno pensa che si tratti di una caratteristica troppo forte, come sappiamo che molti puntano su quella per avere giocatori difficili da battere. I Chemistry Styles andranno ad influenzare le nostre modifiche in questo settore, con un nuovo sistema più bilanciato, che garantirà maggiori differenze tra i giocatori. 

SG: Sappiamo che alcuni Chemistry Styles saranno più rari di altri, ci puoi spiegare esattamente come funziona? 
NW: Al momento non siamo ancora sicuri su quanti stili avremo e su quali nomi avranno. Quello che sappiamo è che ce ne saranno per i portieri, per i difensori, per gli attaccanti e per i centrocampisti, così come sappiamo che saranno legati ai ruoli principali che già conosciamo. Per quanto riguarda la rarità ancora non ho delle informazioni precise, anche se posso dire che quelli che potenziano la velocità saranno più difficili da trovare degli altri, come quelli che potenziano tre attributi invece che due. 

SG: Ci saranno dei collegamenti tra i market della presente e della prossima generazione? 
NW: E' qualcosa a cui stiamo pensando, ma purtroppo oggi non ho nessun annuncio da fare in merito, stay tuned! 

SG: Puoi dirci in che maniera sarà implementato il Kinect? Magari per la ricerca vocale? 
NW: E' una possibilità che abbiamo preso in considerazione, ma dovrai pazientare ancora un po' per sapere qualcosa di più sulle caratteristiche uniche delle varie versioni. 

SG: Avete già un'idea sul prezzo che avranno i Chemistry Styles? 
NW: Non c'è ancora un prezzo preciso, troverai le carte in pacchetti sul mercato, sotto forma di consumabili permanenti, nel senso che una volta attivate su un giocatore queste saranno lì per sempre, almeno fino a quando non scegli di eliminarle. Per darti qualche indicazione sul prezzo, direi che puoi aspettarti qualcosa in linea con quanto già si trova online ad oggi. 

SG: Come funziona il nuovo sistema di lealtà dei giocatori? 
NW: Quest'anno ci saranno tre criteri che verranno calcolati dal software per determinare il livello di chemistry: prima di tutto controllerà se i giocatori sono nella loro posizione preferita, poi verrà esaminata la forza dei collegamenti, e in ultimo la lealtà. Quando trovi un giocatore dentro ad un pacchetto, sarà immediatamente leale, se invece lo ottieni dal mercato dovrai fare dieci partite con lui prima di ottenere il bonus. 

SG: Avete qualcuno che segue ogni campionato in ogni nazione? 
NW: Sì, abbiamo un gruppo molto grande che segue ogni singolo campionato ed è così che scegliamo le squadre della settimana perché rappresentino quello che succede nel mondo reale.
Quella del collegamento con il mondo del calcio reale è una delle caratteristiche più forti di FIFA, e facciamo il possibile per mantenere un alto livello di fedeltà. 

SG: Com'è nata l'idea dei Chemistry Styles? 
NW: E' nata dalla combinazione tra quello che vogliono i giocatori e la volontà di esplorare qualcosa di differente. Volevamo creare un'esperienza più leggibile ma che non fosse troppo semplificata, senza rinunciare alla profondità del nostro sistema di gioco. E poi c'è il collegamento con la realtà, fondamentale per noi, con i Chemistry Styles possiamo rispecchiare il mondo reale che vede i giocatori forti in specifiche aree, non semplicemente eccellenti un po' in tutto come può succedere in un videogioco. 

SG: Qual è il tuo giocatore preferito? 
NW: Robert Lewandowski! Prima di tutto perché sono polacco, certo, ma devo dire che si tratta anche di un ottimo esempio sulla natura dinamica degli acquisti online. Prima della sua ottima performance nelle semifinali di Champions League aveva una quotazione di circa 20.000, per poi schizzare a circa 120.000 grazie al poker di goal fatti al Real Madrid!
0 COMMENTI