Speciale COD Championship 2013

A cura di (FireZdragon) del
Dopo una prima giornata che ha visto il Team Rapid uscire vittorioso dallo scontro diretto con gli Italiani dei GSM, permettendogli così di mettersi in tasca il biglietto per i mondiali in quel di Los Angeles ad aprile, è il secondo turno di sfide che accende davvero la competizioni delle finali europee di Call Of Duty a Colonia.
Solo otto sono i team rimasti, i migliori giocatori europei si sfideranno in partite a eliminazione diretta, al meglio dei tre match fino alle semifinale e al meglio dei cinque nelle fasi finali del torneo. Entrano in rotazione anche nuove mappe, Yemen su tutte è quella che ha fatto più discutere, per una sfida davvero caldissima.



Day 2
I giocatori degli Epsilon, tre irlandesi e uno scozzese, sono probabilmente tra i giocatori più tranquilli di tutta la manifestazione. Piuttosto timidi e avari in chiacchiere si sono qualificati mangiandosi letteralmente gli Steelshock un cocente 2-0 nelle eliminatorie di ieri. I loro avversari per questa prima partita sono gli spagnoli dei Pain che si trovano tuttavia in difficoltà evidente contro la rapidità e l’organizzazione degli Epsilon.
Non ci vuole molto prima che i quattro spazzino via la compagine iberica: Hardpoint e Search & Destroy bastano a decretare il vincitore, gli irlandesi non perdono tempo, mettono al sicuro la semifinale e pensano già al turno successivo.
Il secondo scontro della giornata, quello tra Fariko.Allstars e Killerfish era sulla carta tutto in favore dei primi. Le cose tuttavia non sono andate come previsto e la troppa sicurezza degli Allstars ha giocato un bruttissimo scherzo ai ragazzi dei Paesi Bassi. I Killerfish, decisamente più concentrati sulla partita riescono ad avere la meglio ribaltando completamente il risultato di Searh & Destroy. Il due a zero rompe qualsiasi pronostico.
Enigma e Millenium si incontrano nel terzo turno. Partita combattuta, hardpoint va in favore degli enigma, che trionfano con un ottimo punteggio di scarto. In Searh & Destroy invece la grande concentrazione del team francese gli permette di avere la meglio e nel capture the flag il tutto diventa routine. Niente esagerazione questa volta, i botti saranno nella semifinale!
La sfida più attesa per noi era quella che vedeva impegnati ovviamente i ragazzi italiani del team Rapid. Sulla carta Donnyy e i suoi possono giocarsela contro chiunque, servono solo un paio di partite concentrare per arrivare a competere nella finalissima odierna.
Lo scontro tuttavia non è dei più semplici, gli inglesi dei Fariko.Dragons sono infatti tra i favoriti del torneo,almeno tanto quanto i Millenium.COD.
Interviste di rito pre match e si comincia, la tensione sale ma un’ottima prestazione garantisce ai Rapid di passare in vantaggio con disinvoltura in Hardpoint: ancora una vittoria ed il gioco è fatto. Purtroppo poi il team crolla letteralmente. La comunicazione, elemento fondamentale nelle sfide di alto livello, non è immediata e tanti, troppi, errori ripetuti permettono ai Dragons di acciuffare un pareggio inaspettato.
Sul Capture the Flag si giocherà quindi il passaggio alla semifinale ma un due a zero secco al primo round per gli inglesi fa volgere il tutto al peggio. Ora è l’Italia a dover recuperare, due bandiere perse e un solo round per rimontare una sfida impari contro avversari di questo calibro. Un punto tuttavia arriva ma non basta per pareggiare i conti. I Dragons si incontreranno con i Millenium. COD, ai Rapid non rimarrà che rifarsi in quel di Los Angeles.
Purtroppo proprio poco prima dell’invito alle finali europee i Rapid hanno dovuta cambiare un membro al suo interno, rimpiazzato sì da un giocatore forte ma di nazionalità straniera. Questo, soprattutto nei momenti più concitati del torneo ha causato dei ritardi nella comunicazione, penalizzando almeno parzialmente il team italiano.
Ora i nostri ragazzi hanno circa tre settimane per allenarsi con il nuovo membro del gruppo e arrivare a Los Angeles pronti a dominare gli avversari.



Ora si fa sul serio!
Le fasi finali del torneo hanno regalato una delle partite più belle dell’intera stagione 2013 di Call of Duty Black Ops II. Se infatti gli Epsilon sono riusciti a sbarazzarsi dei Killerfish con un secco 3-0, la semifinale tra Millenium.COD e Fariko.Dragons è stata davvero entusiasmante.
I Francesi, favoriti, si scontrano con gli inglesi fautori della sconfitta italiana. Con round tiratissimi, terminati sempre con un distacco di pochissimi punti, arriviamo al quinto round decisivo con i Dragons letteralmente trasformati in macchine di morte. Non c’è assolutamente storia e con una prestazione davvero incredibile il secondo team dei Fariko approda in finale in un duello con i cugini irlandesi, capace di portare alla memoria antichi scontri.
Lo strapotere inglese tuttavia deve arrendersi all’onda d'urto degli Epsilon che con un 3-1 battono gli avversari e vincono il primo premio.
Non manca nemmeno la premiazione finale per il miglior giocatore del torneo, con un retroscena interessante. Eletto dalla comunità di Facebook come best player dell’evento, Gotaka del team Millenium ha poi ceduto il trofeo a Jurd del team Epsilon, un vero mostro di bravura secondo il player francese.
Recensione Videogioco COD CHAMPIONSHIP 2013 scritta da FIREZDRAGON Un grandissimo torneo, organizzato in maniera certosina e imbastito da ESL e Activision nel migliore dei modi. Se questo è solo l’antipasto di quello che ci aspetta dal 5 a 7 aprile a Los Angeles non possiamo nemmeno immaginarci cosa ci aspetterà.
Ovviamente noi saremo li per seguire l’evento, stay tuned!
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.