DLC Mass Effect 3 - Citadel

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     BioWare
  • Distributore:

     EA
  • Lingua:

     Italiano
  • Costo:

     1200 MSP /
- Un fan service ben realizzato
- Si approfondiscono i rapporti con i vari personaggi
- Un'intera quest da completare
- Longevità non irresistibile
- Costo un tantino elevato
A cura di (Redazione SpazioGames) del
"A cura di Gianluca Verri"

Dopo aver fatto a lungo discutere per il suo criptico finale, dopo aver fatto innamorare milioni di fan in tutto il mondo, dopo aver proposto un universo di personaggi straordinariamente congeniati e, in buona sostanza, dopo essere stata consacrata come una delle serie videoludiche più belle e memorabili di sempre, Mass Effect rimanda a data da destinarsi eventuali nuovi seguiti, non senza prima regalare l'ultima emozione: un nuovo DLC compatibile con il terzo episodio, Citadel, attualmente scaricabile per PC, Xbox 360 e PlayStation 3 al costo di circa 15 euro (o 1200 Microsoft Points nel caso della versione Xbox 360).



I compagni prima di tutto
Il contenuto scaricabile si pone come obiettivo principale di offrire ai fan della saga una maggiore interazione con i compagni di Shepard, forse in seguito alle parzialmente comprensibili lamentele degli estimatori, che soffrivano per lo scarso approfondimento, nella parte finale, del rapporto tra il comandante per eccellenza e i suoi alleati.
Il DLC, di fatto, è pensato principalmente per offrire maggiore spazio proprio ai compagni di Shepard e alle cosiddette "romance" o storie d'amore, forse un po' troppo marginalmente sviluppate nell'ultima iterazione della serie.
Sono dunque state aggiunte varie nuove scene dedicate ad ogni singolo membro dell'equipaggio della Normandy, pur con toni molto leggeri e persino frivoli o goliardici, in certi frangenti. Il tutto è ambientato sulla Cittadella, pacifico crogiolo di razze e specie. A farla da padrone sono quindi le scene dedicate ad ogni singolo personaggio (il cui comportamento nei confronti di Shepard è influenzato fortemente dalle scelte effettuate durante tutto il corso della trilogia) e non mancano bevute in amicizia e qualche partita al casinò, una location appositamente creata, contenente alcuni minigiochi più o meno interessanti, come la classica roulette, l'ufo catcher, il Quasar (una sorta di Black Jack futuristico presente nel primo episodio), un particolare beat'em up tra mech, piuttosto rudimentale, il Portale Mortale, in cui è necessario condurre la Normandy a destinazione evitando i razziatori e la corsa dei Varren con relative scommesse, come fosse un cinodromo virtuale.



Non solo giochini
Oltre al casinò, due sono le location aggiunte: un appartamento di proprietà di Anderson e l'Arena Armax Arsenal. Il primo luogo è molto grande e ben arredato, elegante e signorile ma essenziale al contempo e al suo interno si svolge la maggior parte degli incontri con i vari compagni. Nell'abitazione è possibile cambiare un po' l'arredamento, ma solo in maniera approssimativa, senza una vera e propria possibilità di personalizzare tutto a proprio piacimento.
L'Arena permette a Shepard di combattere in mappe inedite contro vari nemici e con tutti i compagni di squadra della serie (anche Wrex e quelli di Mass Effect 2), e consente di sbloccare armi e una corazza speciale.
Inoltre, è stata aggiunta una missione principale slegata dalla main quest di Mass Effect 3, autoconclusiva ma molto interessante, soprattutto per lo speciale antagonista (di cui è bene non svelare nulla, pena un indesiderato e inopportuno spoiler).
Intendiamoci. L'intero DLC, seppur dal costo non proprio contenutissimo e seppur non longevo (circa quattro ore per completarlo), altro non è che un fan service bello e buono. Una sorta di ultimo saluto ai compagni che con Shepard i giocatori hanno imparato a conoscere ed apprezzare, a partecipare alle loro emozioni e ad esserne parte condividendo con alcuni di essi una storia d'amore profonda e coinvolgente, o un'amicizia fedele e sorprendente.
Recensione Videogioco MASS EFFECT 3 - CITADEL scritta da REDAZIONE SPAZIOGAMES Citadel stona forse un po' con il resto della saga. Ai toni seriosi della minaccia incombente dei Razziatori, quest'ultima fatica di BioWare contrappone un leggero divertissement insieme agli indimenticabili pilastri della serie. Ma forse, era proprio questo che i fan stavano cercando. Un'ultima possibilità di salutare per sempre i compagni di mille avventure, tra lacrime e risate, tra partite al casino e indimenticabili e toccanti momenti carichi di empatia.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.