Anteprima di Sonic & All-Star Racing Transformed

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     3DS, PC, PS3, PS Vita, Wii U, Xbox 360
  • Genere:

     Guida arcade
  • Sviluppatore:

     SEGA Racing Studio
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 4
  • Data uscita:

     16 Novembre 2012 - PC Febbraio 2013 - 2 Gennaio 2014 (iOS)
ASPETTATIVE
- Tre differenti stili di guida
- Oltre 20 personaggi storici di Sega
- Ambientazioni particolarmente ispirate
Loading the player ...
A cura di (FireZdragon) del
Milano – Nell'era dei 16 e 32 bit, quando le mascotte per una casa erano ancora un punto di riferimento, Mario e Sonic duellavano racchiusi nel loro genere di appartenenza, i platform. Con il passare degli anni però il baffuto idraulico italiano ha iniziato a darsi alle attività più disparate, dapprima gettandosi nelle corse di kart per poi dedicarsi anima e cuore a sport più o meno di successo.
Il porcospino blu ovviamente non è rimasto a guardare e ne ha seguito le impronte, ultimamente anche alle olimpiad, con un spin off che vedeva i simboli Nintendo e Sega competere nelle diverse gare di atletica. Con Sonic & All-Star Racing Transformed tuttavia, la sfida si ripropone a distanza, con SEGA intenta a produrre un titolo in grado di scalzare i vari Mario Kart dal cuore degli appassionati e al contempo portare un’ondata di novità all’interno dei racing game multi giocatore. Siamo dunque andati negli studi milanesi di Halifax per provare con mano una versione preliminare del prodotto ed il risultato, come leggerete tra poco, ci ha lasciato più che soddisfatti.



Ready? Set, go!
Il nuovo racing game arcade SEGA tenta di attirare il pubblico gettando nel calderone tutti i personaggi più famosi dei vari brand della casa giapponese. Nella build a nostra disposizione ve ne erano disponibili circa quindici ma il conteggio finale dovrebbe tranquillamente superare le venti unità. Tra questi non potevano ovviamente mancare Sonic, Knuckles, Tails e combriccola, ma fanno la loro comparsa anche protagonisti inaspettati come BD Joe di Crazy Taxi (uno dei nostri personaggi preferiti tra le altre cose in questa versione) o Gilius di Golden Axe.
Le differenze tra personaggio e personaggio saranno sostanziali e rifletteranno in gara le caratteristiche principali dei protagonisti. Ognuno di essi infatti sarà dotato di cinque statistiche primarie: velocità, accelerazione, tenuta, boost e la speciale All star dedicata all’efficacia dei bonus in gara.
Come c’era da aspettarsi non sarà solo l’abilità di guida a essere predominante in Sonic & All-Star Racing Transformed, ma per arrivare primi al traguardo bisognerà fare uso saggiamente di una discreta moltitudine di armamentari sparsi per il circuito da utilizzare a nostro favore.
Dai classici missili a ricerca, passando da mine e palle di neve utili a rallentare il bersaglio, il ventaglio di opzioni offensive a nostra disposizione si adatterà ai canoni del genere senza stupire particolarmente per originalità ma sarà in grado comunque di garantire tanto sano divertimento. In maniera similare a quanto già visto nei diretti competitor non mancano poi acceleratori sparsi in ogni dove per la mappa e scorciatoie da sfruttare per tagliare intere sezioni, andando a guadagnare così diversi secondi preziosi.



Si cambia in corsa
Dove si nascondono dunque le novità di questo nuovo prodotto SEGA se le basi sono quelle comuni ai canoni del genere? La risposta è presto detta: nella possibilità di trasformare il proprio veicolo dapprima in imbarcazione o addirittura in una sorta di jet supersonico.
A seconda dell’ambientazione potrà capitare per esempio di dover solcare oceani o attraversare in volo alcune sezioni tra i canyon ed in queste specifiche zone il nostro kart cambierà automaticamente forma trasformandosi nel mezzo a noi più congeniale. Il tutto si traduce in tre stili di guida completamente diversi con un sistema di fisica dedicato per ogni veicolo/velivolo ed una risposta a curve e sollecitazioni ambientali completamente unica.
Se sull’asfalto infatti saranno i salti a poter creare qualche problema, in acqua le onde causate dalle esplosioni potrebbero rallentarci o farci sbandare ma al contempo favorirci nel qual caso riuscissimo a cavalcare la spinta prorompente del liquido.
Tutto questo regala una gran varietà di situazioni, divertendo e riuscendo a tenere alta la tensione per tutta la durata del circuito.
Arrivare primi in una gara significa ricevere punti esperienza e, conseguentemente sbloccare tutta una serie di mod per potenziare il proprio kart. Attraverso un semplicissimo menu pre-gara potremo quindi andare ad equipaggiare alcune modifiche che aumenteranno la tenuta riducendo la velocità o influiranno direttamente sull’accelerazione in partenza. Un modo come un altro insomma per permettere ai giocatori di adattare le statistiche del pilota preferito con il proprio stile di gameplay.

Pad alla mano
Non potevano mancare ovviamente trick ed escamotage per guadagnare secondi preziosi sia sulla linea di partenza, con la pressione simultanea allo scadere del conto alla rovescia per ottenere un piccolo boost iniziale, o la possibilità di driftare brutalmente in curva per guadagnare velocità aggiuntiva una volta riallineati alla pista.
Sparsi per il circuito ci saranno poi bonus speciali in grado di caricarci di munizioni extra e non mancherà nemmeno la possibilità di schivare i colpi in arrivo tramite evoluzioni e schivate aeree, per un ritmo di gioco che si mantiene sempre molto elevato.
Tecnicamente il titolo ci è sembrato più che discreto ed i circuiti, ispirati rigorosamente alle ambientazioni dei titoli SEGA – non mancano infatti circuiti ambientati nel mondo di Panzer Dragoon , Super monkey Ball o Afterburner – sono tutti molto caratteristici, potenziati da colorazioni sempre sgargianti e di sicuro impatto visivo.
L’unico grosso problema che abbiamo riscontrato sotto questo punto di vista è un calo di frame rate mostruoso durante le sessioni acquatiche o con la lava, un problema specifico quindi dei movimenti liquidi che speriamo verrà risolto prima della release.



Wii U!
Sonic & All-Star Racing Transformed arriverà anche per Nintendo Wii U, portando con sé ovviamente una quantità di feature innovative dedicate alla console della grande N. Il gamepad potrà quindi essere utilizzato come specchietto retrovisore, come camera alternativa dopo aver sparato un missile per seguirne da vicino l’esplosione o come semplice mappa/radar durante il normale svolgimento delle competizioni. Minigame esclusivi e la possibilità di giocare in split screen a cinque giocatori completano il pacchetto complessivo che sembra sicuramente più corposo rispetto a quanto proposto dalle altre versioni.
Recensione Videogioco SONIC & ALL-STAR RACING TRANSFORMED scritta da FIREZDRAGON Sonic & All-Star Racing Transformed si prospetta essere un titolo divertente, soprattutto se giocato in multiplayer, e capace di portare qualche nuova idea in un genere ormai fermo da diverso tempo ai soliti standard. Una modalità singleplayer corposa, dotata di campagne e campionati disseminati nei vari universi SEGA dovrebbero fare il resto, regalando al pubblico un karting game particolarmente coinvolgente. Il verdetto finale il prossimo 16 novembre quando il titolo approderà nel nostro paese su tutte le maggiori console e PC.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.