Recensione di Lollipop Chainsaw

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Grasshopper Manufacture Inc.
  • Distributore:

     Warner
  • Data uscita:

     15 giugno 2012
7.0
Voto lettori:
8.0
- Folle, esagerato, divertente e politicamente scorretto in puro stile Suda
- Lodevole varietà di situazioni durante la campagna
- Colonna sonora stratosferica
- Boss fight fuori di testa
- Corto, e difficilmente lo rigiocherete
- Combattimenti lenti e poco fluidi
- Livello di sfida bassino
- Tecnicamente mediocre
Loading the player ...
A cura di Aligi Comandini (Pregianza) del
Sempre più spesso si sente dire che nei videogiochi ormai è impossibile inventarsi qualcosa di nuovo e completamente originale, perché tutto ciò che poteva essere usato è stato usato. Potremmo scardinare alla base questa teoria in molti modi, ma nell’articolo di oggi ci basta nominare un certo game designer giapponese: Goichi Suda. L’eccentrico Suda 51 rappresenta uno dei più evidenti esempi di creatività illimitata del mondo videoludico. Se in passato avete esagerato con la peperonata e in sogno vi sono apparse visioni inenarrabili, ci sono ottime possibilità che le abbiate rincontrate in uno dei titoli di questa stramba mente nipponica. Ha infilato di tutto nelle sue opere, assassini con personalità multiple in grado di concretizzarsi, robottoni giganti, vecchiette armate con cannoni laser delle dimensioni di un minivan, personificazioni mistiche del bene e del male, e persino spade laser ricaricabili con una movenza molto simile a una… ci siamo capiti.
Il fatto di avere un pozzo senza fondo ripieno di follia nel luogo ove comunemente un essere umano ha il cervello, ha permesso al buon Suda di guadagnarsi una schiera di fan appassionati, sempre desiderosi di scoprire fino a che punto il loro beniamino è in grado di spingersi. La sua ultima risposta a tale domanda è Lollipop Chainsaw, un action game che ha per protagonista una prorompente cheerleader armata di motosega alle prese con un’invasione di non morti. Che ci siano fin troppi punti in comune con la nota cacciatrice di vampiri Buffy è indubbio, ma ricordatevi che siamo parlando di Suda, e che la banalità nei suoi titoli non è di casa, specialmente con una squadra al seguito composta da membri del calibro di Akira Yamaoka e Jimmy Urine, e una sceneggiatura affidata a un mito dei B-movies come James Gunn. Saranno bastate queste premesse a creare il miglior gioco mai sfornato da Grasshopper Manufacture? Oggi ve lo sveliamo.

Un compleanno peculiare
La storia di Lollipop Chainsaw è estremamente semplice ma il setting è funzionale all’azione. L’avventura comincia il giorno del diciottesimo compleanno di Juliet Starling popolare Cheerleader della San Romero High School pronta a presentare alla sua famiglia il fidanzato Nick. Tutto nella norma, non fosse per uno stereotipatissimo goth dotato di poteri magici di nome Swan, che pensa bene di trasformare in zombie gran parte dei suoi compagni di classe e di evocare cinque potentissimi guardiani putrefatti per eseguire un non meglio precisato rituale. In mezzo a un casino di queste proporzioni una studentessa comune di solito farebbe una brutta fine nel giro di qualche minuto, ma non Juliet, che fa parte di una addestratissima famiglia di cacciatori di zombie. Viste le sue abilità, la protagonista non ci mette molto a raggiungere Nick, ma arriva troppo tardi e il poveretto viene morso. Dovendo ancora presentare il suo amato a genitori e sorelle, e non volendolo veder trasformato in una massa di carne in decomposizione, Juliet sceglie l’unica strada possibile: taglia la testa al giovane e la mantiene in vita con un complesso incantesimo. La nostra eroina si ritrova così a dover salvare la sua scuola dai non morti, con una testa mozzata come unico compagno.
Premessa abbastanza eccessiva per un gioco di Suda? La risposta è sì, e anche se la narrativa non brilla per originalità o complessità è difficile non apprezzare i dialoghi over the top e i personaggi esagerati del gioco. Gunn ha fatto un buon lavoro, questo è un titolo politicamente scorretto, sboccato e demenziale, che vi strapperà più di qualche risata.

Sangue, arti mozzati e arcobaleni
Lollipop Chainsaw è un action game, e come tale il gameplay dovrebbe essere una colonna fondamentale della sua struttura. Il titolo tuttavia presenta delle grosse debolezze proprio nella giocabilità. Partiamo dalle basi, Juliet dispone di tre tipi di attacchi per eliminare i non morti: mosse veloci da cheerleader in grado di stordire i nemici, fendenti potenti con la motosega, e colpi bassi. Durante la campagna la ragazza acquisisce molteplici abilità extra, tra cui una invulnerabilità limitata caricabile a forza di uccisioni, la capacità di usare la motosega come se fosse un motore turbo, e quella di trasformarla momentaneamente in un potente fucile. Tale varietà di mosse dovrebbe garantire una certa ricchezza ai combattimenti, ma tutto si muove in modo eccessivamente lento. Juliet può schivare rapidamente, al punto da poter interrompere quasi qualunque colpo con una balzo, ma non basta a rendere fluide le battaglie, che troppo spesso vi vedranno semplicemente ripetere le solite due o tre combinazioni di colpi  contro orde di avversari barcollanti. Non che gli sviluppatori non abbiano tentato di variare un po’ le cose, sia chiaro. Le combo sono molteplici e possono venir acquistate con le monete cadute dagli zombie uccisi nei Chop2Shop, piccoli negozi sparsi per i livelli. In questi utili baracchini Juliet può acquistare anche vari potenziamenti al danno, alla salute e alla velocità di recupero, vestiti extra (che richiedono monete di platino speciali), e biglietti Nick, che possono venir attivati in qualunque momento e permettono di usare la testa del ragazzo in vari modi contro i nemici. Oltre a questo limitato sistema di crescita e poteri, la campagna contiene livelli di varietà davvero lodevole, le cui trovate riescono a mantenere alti il divertimento e l’attenzione del giocatore. Per farvi un esempio più concreto, durante le missioni vi troverete a dover salvare numerosi compagni di classe di Juliet in pericolo che se uccisi si trasformeranno in zombie élite molto pericolosi, a superare percorsi a ostacoli grazie alla turbo motosega, oppure a dover attaccare la testa di Nick su speciali corpi di zombie che faranno partire un breve rhytm game per passare alla fase successiva, e queste sono solo le prove più frequenti che vi si pareranno davanti. C’è persino un sistema a parte legato alle monete, la caccia scintillante, che conferisce un bonus ai guadagni quando si riescono a decapitare più zombie contemporaneamente. Il problema è che tutti questi ottimi extra sono solo il contorno di una base dai non pochi difetti, condita da numerosi quick time events che fanno poco o nulla per arricchire la formula. Se in un action game a fallire è il sistema di combattimento la situazione è grave, specialmente quando si considera che Suda ha il brutto vizio di creare titoli con grosse debolezze legate alla giocabilità ma apprezzabili in ogni altra caratteristica.
Il gioco presenta anche una minuta componente multiplayer legata alle leaderboards online, è infatti possibile affrontare le sei missioni della campagna in modalità classifica e confrontare il proprio punteggio finale con il resto del mondo. Una aggiunta gradevole, ma scarsamente interessante.

Quando musica e follia si sposano alla perfezione
Il comparto tecnico è un altro tallone d’Achille dell’ultimo lavoro di Grasshopper. I personaggi principali sono ben caratterizzati e molto dettagliati, ma tutto il resto lascia molto a desiderare. Le ambientazioni sono scarne e poco curate, le animazioni sono in molti casi atroci, e tutti i livelli presentano un fastidioso effetto pop up che non è giustificabile vista la scarsità di poligoni su schermo. Ciò che salva la produzione dal punto di vista visivo sono l’eccesso di colori provocato dalle mosse della protagonista, e l’assurda spettacolarità di certe situazioni, in grado di far passare parzialmente in secondo piano l’aspetto grafico. Impossibile invece lamentarsi dell'audio, assolutamente stratosferico. La colonna sonora del gioco è probabilmente una delle migliori dell’ultimo decennio, risulta sempre azzeccatissima ed è spaventosamente variegata. Yamaoka e Jimmy Urine hanno fatto un lavoro eccezionale. Persino i doppiatori se la sono cavata egregiamente, e sono riusciti a rendere alla grande ogni singolo personaggio. Difficile non affezionarsi alla fusissima famiglia di Juliet, o alla povera testa di Nick, nonostante l’umorismo dei loro dialoghi derivi fin troppo spesso da doppi sensi delicati come un elefante in una cristalleria e da un linguaggio fin troppo colorito non apprezzabile da tutti.
Il difetto principale del gioco, ahinoi, è la longevità. Si parla di una campagna in grado di durare a malapena sei ore, che difficilmente sarete spinti a rigiocare nonostante l’enorme quantitativo di sbloccabili. Il gioco ha due finali (quello “buono" lo si ottiene solo salvando tutti i compagni dagli zombie), e numerosi costumi extra per Juliet molto curati e ispirati a manga noti, ma non sono un incentivo sufficiente a riprendere in mano il pad una volta completato il tutto, anche alle difficoltà maggiori.
Recensione Videogioco LOLLIPOP CHAINSAW scritta da PREGIANZA Lollipop Chainsaw è un gioco di Suda al 100%, nel bene e nel male. Come altre opere del folle game designer giapponese è un titolo a sprazzi brillante, eccessivo, divertente, esagerato e completamente fuori di testa, che purtroppo presenta delle gravi debolezze nel gameplay e nella durata. Se avete amato Killer 7 e No More Heroes quasi sicuramente amerete anche le avventure di Juliet, se invece l'umorismo tipico dei titoli Grasshopper vi rimbalza addosso Lollipop Chainsaw sarà per voi solo un breve action game con un sistema di combattimento mediocre e una gran colonna sonora.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 204
  • ladimark
    Livello: 1
    57
    Post: 37
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Maurigno78

    infatti io l'ho comprato 10 minuti fa a 20 euro
    Ci sono giochi belli e divertenti proprio come Lollipop Chainsaw,io aspetto ancora,se lo trovo a 15 me lo prendo anche io,intanto mi sto godendo No More Heroes e God of War Ascension entrambe trovati a 15 euro dal Gamestop (strano ma vero)

  • Livello: 5
    28417
    Post:
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Nh3YL
    è un gioco veramente pazzo,da provare...però non posso spendere 70 ? per sole 6 ore...poteva prendere qualsiasi voto,anche 10!! ma un gioco che dura 6 ore non vale la spesa!!


    infatti io l'ho comprato 10 minuti fa a 20 euro
  • Doc.Hunter
    Livello: 4
    6926
    Post: 547
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    NO MORE HEROES
  • sleeping pill
    Livello: 8
    1866
    Post: 160
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    carino
  • Melancholy92
    Livello: 8
    6195
    Post: 511
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Più guardo Juliet, più io... In love! *.*
  • zitro95
    Livello: 3
    59
    Post: 25
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    JESSICA NIGRIII!!! =Q__________
  • Nh3YL
    Livello: 3
    405
    Post: 31
    Mi piace 6 Non mi piace 0
    è un gioco veramente pazzo,da provare...però non posso spendere 70 ? per sole 6 ore...poteva prendere qualsiasi voto,anche 10!! ma un gioco che dura 6 ore non vale la spesa!!
  • Garcia hotsbur
    Livello: 3
    1030
    Post: 209
    Mi piace 2 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da FireZdragon
    vorremmo tanto fare una review in merito Q_Q, anche un hands on andrebbe benissimo


    pedo redattore LOL
  • Riky
    Livello: 0
    -88
    Post: 5743
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    a mio parere è uno di quei giochi tanto sottovalutati e evitati dalla maggior parte dei videogiocatori, un pò come wet e never dead, sono di nicchia, ma se si apprezza lo stile (spudoratamente tarantiniano per wet) e trash per gli altri 2, una volta giocati risultano tutti dei grandi giochi, con le loro pecche, ma in grado di divertire e incollare allo schermo
  • Aku
    Livello: 1
    90
    Post: 5711
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Tristan_Wolfchrane
    Nessuno appunto sta dicendo che LC è un capolavoro...anche io che lo sto adorando non posso non dire che merita un 7.5 al max! perchè ci sono dei difetti e delle mancanze moooolto evidenti! Ma anyway da amante degli action nipponici(anche se devo dire che in questo settore non butto via nulla...da Viking a Bullet Witch a Bayonetta al mitico Kratos) e nippofollie in generale, il gioco SOGGETTIVAMENTE per me è un gran gioco!
    Quello non si tocca. OPERATION DARKNESS e ONECHANBARA. Soggettivamente il tuo parere mi ha ancora più convinto a proposito
  • FireZdragon
    Redattore
    Mi piace 13 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Rippingjack27
    ma un dubbio mi assale... Jessica Nigri ha veramente le tette grosse o ha una terza abbondante ben pushappata? Dalle foto non si capisce bene, bisognerebbe vedere dal vivo e toccare con mano... I redattori di SG che sono andati all'E3 riescono a sciogliere il dilemma? perchè io non mi sbilancerei oltre la terza coppa D, però non si può dire mai... complimenti alla mamma in ogni caso...


    vorremmo tanto fare una review in merito Q_Q, anche un hands on andrebbe benissimo
  • Nintendiano
    Livello: 4
    396
    Post: 69
    Mi piace 4 Non mi piace -3
    Originariamente scritto da Rippingjack27
    ma un dubbio mi assale... Jessica Nigri ha veramente le tette grosse o ha una terza abbondante ben pushappata? Dalle foto non si capisce bene, bisognerebbe vedere dal vivo e toccare con mano... I redattori di SG che sono andati all'E3 riescono a sciogliere il dilemma? perchè io non mi sbilancerei oltre la terza coppa D, però non si può dire mai... complimenti alla mamma in ogni caso...

    Io me la sgnakkerei senza problemi XD
  • Nintendiano
    Livello: 4
    396
    Post: 69
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Io ho strafinito No More Heroes 1 e 2 e l ho amato alla follia, se qua oltre a zombie da fare a pezzi, una bella ragazza, ma soprattutto se c'è la mano di Goichi Suda sarà mio prima di subito, P.S. a mio parere sono sicuro che iol titolo sara rigiocabilissimo se avete amato no more heroes

  • Livello: 5
    28417
    Post:
    Mi piace 4 Non mi piace -8
    Originariamente scritto da Pogo
    ammappalo che precisino che sei. i casi sono due: o lavori in una fabbrica di reggiseni oppure sei un depravato XD


    quoto.. anche perchè non mi sembra tutto questo capolavoro di donna!! booh va bè, ognuno i suoi gusti
  • Pogo
    Livello: 5
    23493
    Post: 2029
    Mi piace 8 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Rippingjack27
    ma un dubbio mi assale... Jessica Nigri ha veramente le tette grosse o ha una terza abbondante ben pushappata? Dalle foto non si capisce bene, bisognerebbe vedere dal vivo e toccare con mano... I redattori di SG che sono andati all'E3 riescono a sciogliere il dilemma? perchè io non mi sbilancerei oltre la terza coppa D, però non si può dire mai... complimenti alla mamma in ogni caso...


    ammappalo che precisino che sei. i casi sono due: o lavori in una fabbrica di reggiseni oppure sei un depravato XD
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967