Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
WRC 3

WRC 3

Tra asfalto e polvere

Provato

PC, PS3, PSVITA, X360

Simulazione guida

12 ottobre 2012 - 26 ottobre 2012 (PS Vita)

A cura di del
Loutraki, Grecia – Il Campionato mondiale di rally è in pieno svolgimento e qual miglior occasione dunque se non questa per mostrare al mondo uno dei punti di riferimento per i titoli corsistici su strade sterrate? Milestone e BlackBean hanno così colto la palla al balzo invitando un gruppo ristretto di giornalisti direttamente in Grecia, più precisamente nella ridente cittadina di Loutraki, per assistere alla sesta tappa del WRC e al contempo mostrare lo stato dei lavori per l'attesissimo WRC 3. Ovviamente non potevamo mancare, eccovi tutte le novità!

Dal park alla polvere
La location che faceva da sfondo alla presentazione del terzo capitolo di WRC era l'affascinante Service Park, luogo in cui piloti e meccanici mettono a posto le vetture e raccolgono le energie prima della competizione vera e propria. Passare qualche ora tra bolidi e campioni ci ha permesso di immergerci completamente nell’atmosfera e assaporare in maniera ancora più profonda la presentazione che da li a poco si sarebbe tenuta. Proprio al centro dell’insediamento rallistico infatti, si ergeva l’hospitality center, reso ancora più accogliente da un tepore che andava in netto contrasto con l’inusuale clima freddo e piovoso che ci ha accolto in serata.
A tenere banco alla presentazione il buon Davide Bilotta, Marketing Manager in Black Bean Games, che con un breve teaser video ha aperto ufficialmente le danze. L’obiettivo di quest’anno è migliorare in tutto e per tutto il precedente capitolo della serie e per farlo gli sviluppatori hanno messo su carta cinque punti fondamentali, caratteristiche essenziali per dare vita ad un ottimo gioco di rally e soprattutto modifiche richieste a gran voce da appassionati e giocatori.
Come prima cosa si è parlato delle licenze, imprescindibili per un gioco di questo tipo. Il primo passo in questa direzione è stato quello di voler accorpare il sito del gioco WRC con quello ufficiale del World Rally Championship, che per l’occasione ospiterà tutta una serie di tornei, attraverso i quali caricare i propri tempi migliori, confrontarli con gli altri giocatori e, cosa ancora più importante, permetterà di vincere importanti premi. Purtroppo in questo ambito l’Italia è solitamente tagliata fuori ma vedremo in futuro se i ragazzi di Milestone riusciranno in qualche modo a superare le magagne burocratiche uniche del nostro paese. Il fattore licenze andrà ad impattare principalmente sulla parte di selezione del pilota che sarà rappresentato con tanto di foto e copilota.
Il secondo passo per migliorare il tutto è indirizzato all’upgrade estetico, In WRC tutti gli aspetti visivi sono stati completamente rivisti e perfezionati. Il nuovo motore grafico, nominato temporaneamente Spikeengine, ha permesso di implementare nuovi effetti di luce, aggiungere ombre, effetti particellari e promette di portare al massimo il livello di realismo.
La qualità si potrà percepire nei modelli delle vetture e nelle ambientazioni, dando vita a riproduzioni fedelissime dei tracciati e facendo sentire il giocatore realmente all’interno della competizione. E’ questo infatti l’obiettivo principale: far respirare tutte le emozioni delle corse anche a chi è seduto comodamente sulla propria poltrona. Sempre in quest’ottica non potevano mancare le condizioni meteo variabili inclusive di pioggia e neve.

Parliamo di modalità
Grossi cambiamenti anche per quanto riguarda le modalità disponibili. Ad affiancare il classico campionato arriverà l’R-Mode che ci permetterà di partecipare a competizioni di vario tipo in sette differenti località attraverso eventi studiati per l’occasione. Durante la prova con il gioco abbiamo per esempio potuto testare una corsa nella quale si materializzavano sulla pista due muri di mattoni lasciando un unico varco dove passare, pena la distruzione della vettura. Ogni area sarà infine protetta da un “boss”, solitamente il pilota più forte della regione da battere in un duello testa a testa per poter passare agli eventi successivi, fino ad arrivare alla battaglia finale che vedrà coinvolti tutti i top racers precedentemente battuti. Questa modalità serve ad allargare il bacino d’utenza verso un pubblico più casual, un’aggiunta interessante quindi che ad ogni modo andrà solo a fornire ai giocatori nuovi contenuti per il titolo targato MIlestone senza cambiare le carte in tavola per gli appassionati del titolo made in Italy.
Un gioco di rally non si potrebbe definire tale senza la possibilità di gettarsi a capofitto nel setting certosino della propria vettura e WRC 3 da questo punto di vista non si smentisce. E’ infatti prevista la modalità garage dove modificare ogni singolo aspetto dell’auto, comprare upgrade e sbloccare nuove livree, il tutto attraverso i punti ottenuti con il sistema di reputazione.
Grande cura è stata inoltre riposta nel sonoro, quest’anno curato sotto ogni aspetto. E’ con un sorriso che ci viene detto che anche lo scorso anno era stata fatta la medesima affermazione ma questa volta si è cercato di migliorare ancora di più, ove possibile, il precedente lavoro, andando a registrare singolarmente tutti i motori delle vetture partecipanti al World Rally Champioship 2012. A tal proposito sono state registrate le voci dei copiloti, consegnate successivamente nelle mani di attori esperti per essere localizzate, anche in italiano per chi se lo stesse chiedendo.
L’ultimo punto toccato nella presentazione riguarda il controllo della vettura, studiata fianco a fianco con i professionisti delle competizioni su sterrato. Per poter capire esattamente come la vettura reagisce ai comandi del pilota, sono state fatte intere sessioni con i più grandi nomi del rally mondiale, nel tentativo di perfezionare al massimo questo aspetto. Per farvi rendere conto di quanto queste indicazioni contino per gli sviluppatori vi basti sapere che in una sola settimana la fisica delle auto è stata ridisegnata pesantemente e che tutte le indicazioni future verranno assorbite dal team e trasposte immediatamente nel gioco.

Tempo di numeri
Arriviamo alla parte relativa ai meri numeri per gli amanti delle statistiche. WRC 3 includerà ben 40 modelli di auto, il che si traduce in più di ottanta vetture differenti, 13 rallies per una percorrenza totale superiore ai 500 chilometri, 5 stage speciali, 92 eventi nella modalità carriera, 83 tracciati e la possibilità di poter pilotare vetture riprese dal passato, dagli anni 60 fino ai giorni nostri.
  • [+] Grande passione nello sviluppo
    [+] Tutte le licenze ufficiali
    [+] Modalità di gioco alternative
    [+] Curato sotto ogni aspetto

WRC 3 sembra avere tutte le carte in regola per potersi distinguere dal suo predecessore. Sono state apportate migliorie ad ogni singolo aspetto del gioco e, per quanto abbiamo potuto vedere e provare con mano, ogni cambiamento è stato incisivo. Ovviamente siamo ancora lontanissimi dal prodotto completo, l’uscita è infatti prevista ad ottobre su PC, Playstation 3, Vita e Xbox 360, ma la passione e le energie che i ragazzi italiani di Milestone stanno impiegando nello sviluppo del titolo sono davvero apprezzabili sotto ogni punto di vista. Continuate a seguirci perché le novità su WRC 3 non sono ancora finite!

0 COMMENTI