DLC Battlefield 3: Back to Karkand

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     DICE
  • Distributore:

     EA
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 24 console / 1 - 64 PC
  • Data uscita:

     6 dicembre 2011 PS3 - 13 dicembre 2011 PC/X360
- Quattro mappe di valore
- Nuovi oggetti sbloccabili
- Nuovi veicoli
- Prezzo elevato per coloro che non hanno fatto il preorder
Loading the player ...
A cura di (drleto) del
Il successo di pubblico e critica di Battlefield 3 è innegabile: grazie a un eccellente comparto multigiocatore e a una realizzazione tecnica che, soprattutto su PC, setta nuovi standard qualitativi, l'ultima fatica DICE è riuscita a conquistare milioni di videogiocatori in tutto il mondo, che giornalmente si sfidano online.
A distanza di poco più di un mese dall'uscita, il prodotto EA si espande grazie a Back to Karkand, pacchetto di quattro mappe 'classiche' disponibile gratuitamente per tutti coloro che avevano effettuato il pre-ordine del gioco, oppure al costo di 15 euro, per tutti coloro che si sono fatti convincere successivamente.

Sbloccabili
Come gli l'utenza PS3 già sa (i possessori di PC e Xbox 360 dovranno infatti aspettare il 13 dicembre) grazie a Back to Karkand non avremo solo accesso a quattro nuove mappe prese di peso tra le più amate di Battlefield 2 (non Bad Company 2), ma anche a tutta una serie di nuovi veicoli ed oggetti e ad una divertente variante della modalità conquista.
Grazie alle Assegnazioni, ossia dei compiti da portare a termine durante le normali partite, potrete infatti sbloccare ulteriori armi e gadget coi quali personalizzare il vostro soldato attraverso un meccanismo parallelo alla crescita della classe e dell'esperienza. Riparando veicoli, difendendo territori e così via, potrete accedere, tra le altre cose, anche a 10 nuove armi provenienti dall'arsenale di Battlefield 2, come il FAMAS, il PP-19 o l’L96. Se da un lato un ulteriore incentivo alla crescita e allo sviluppo del proprio soldato contribuisce a prolungare ulteriormente l'appetibilità del prodotto, dall'altro gli sviluppatori avrebbero potuto integrare meglio il nuovo sistema, dando la possibilità di consultare più facilmente l’albero degli sblocchi anche durante la partita, per comprendere facilmente gli obiettivi da portare a termine per la ricompensa. Una piccola nota negativa potrebbe essere che, per ottenere alcune armi, vanno compiute alcune azioni poco ortodosse, come ad esempio uccidere un avversario con l’attrezzo di riparazione dei mezzi, spingendo diversi utenti a “giocare male” pur di ottenere la ricompensa.

Mappe
Le mappe proposte da DICE sono di dimensioni notevoli e concedono scontri su vasta scala, con diversi veicoli coinvolti, tra i quali si annoverano il caccia STOVL, la desert buggy e l’APC, introdotti con l’espansione. Disegnate per i 64 giocatori di Battlefield 2, su console queste risentono dello stesso problema percepito con quelle originali di Battlefield 3, ossia in alcuni tratti i 24 utenti consentiti sulle piattaforme Microsoft e Sony sembrano pochi. Nonostante questo quelle offerte sono mappe realizzate con cura, che beneficiano enormemente, a livello di gameplay ed esteticamente, dell’introduzione del Frostbite 2, il motore grafico di ultima generazione DICE. Ripercorrendo questi celebri campi di battaglia, verrete infatti sommersi da un quantitativo inimmaginabile di dettagli, quali detriti o carcasse di veicoli, che andranno a rendere l'esperienza ancora più realistica rispetto al passato, grazie anche alle migliori routine di gestione della distruttibilità. Ognuna di queste mappe sarà disponibile per le modalità di gioco classiche, ma solo due (Karkand e Isola di Wake) potranno essere giocate a Conquista Assalto, la nuova variante proposta. Le due squadre saranno divise tra attaccanti e difensori: i primi si troveranno senza postazioni conquistate, ma qualche ticket di rientro in più, mentre il compito dei difensori sarà quello, ovviamente, di resistere all’assalto.
Di seguito proponiamo una breve descrizione delle mappe:

Attacco a Karkand è una mappa prevalentemente urbana, composta da stretti vicoli sui quali si affacciano diversi edifici a più piani. Lo sviluppo verticale impedisce di mantenere una posizione a lungo, trovandosi costantemente esposti sia ai lati, sia da eventuali colpi dall’alto.

Golfo di Oman è sicuramente una delle più evocative, soprattutto per via dell'inizio a bordo di una portaerei, dalla quale partire, a bordo di aerei, elicotteri o gommoni alla volta della terra ferma. Una volta qui giunti, troveremo un’ambientazione urbana meno fitta della precedente, con larghi spazi tra un edificio ed un altro che possono esporvi al fuoco nemico, in questo caso anche aereo

L’Isola di Wake l’avevamo conosciuta anche all’interno del titolo scaricabile Battlefield 1943. E’ un atollo famoso per le battaglie tenutesi durante la seconda guerra mondiale. È l’ambientazione più aperta del pacchetto, senza tanti ripari, se non quelli forniti dalla morfologia del territorio. La conformazione permette di aggirare gli eventuali sbarramenti sulla terraferma via mare, consentendo di “aprire” la partita anche in situazioni di stallo.

La Penisola Sharqi è la mappa meno riconoscibile del pacchetto, non fosse per la grande gru arancione. Si tratta di un ambiente urbano composto da edifici di uno/due piani con spazi contenuti tra un edificio ed il seguente. Nei pressi della gru, posta in un avvallamento, vi sono edifici più alti, dai quali bersagliare i dintorni.

Gli amanti degli obiettivi saranno contenti di sapere che con Back to Karkand si aggiungeranno 5 nuovi trofei da sbloccare. 
Recensione Videogioco BATTLEFIELD 3: BACK TO KARKAND scritta da DRLETO Battlefield 3: Back to Karkand è un’espansione di assoluto livello per tutti gli amanti dello sparattutto DICE. Coloro che hanno prenotato il gioco lo potranno scaricare gratuitamente e godere di quattro mappe ottimamente bilanciate e disegnate, oltre che di nuovi veicoli e nuove armi.
Tutti gli altri dovranno valutare se 15 euro sono una somma equilibrata per questo tipo di espansione, considerando da una parte che questo è il valore dato dalla concorrenza per la medesima offerta.
Senza dubbio, l'esborso chiesto a chi non ha fatto il preorder non è indifferente, e andrà affrontato solo in caso di vera passione per il titolo in oggetto.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.