Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
What's up 19 - 25 settembre

What's up 19 - 25 settembre

I fatti della settimana

Rubrica
A cura di del
Eccoci ad una nuova puntata di What's up on Spaziogames, la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati su tutti i più importanti accadimenti del mondo videoludico verificatisi negli ultimi sette giorni.

News
Settimana piuttosto avara di notizie quella appena trascorsa. I titoli di maggior rilievo per il mercato invernale sono ormai pronti ad approdare nei negozi e le versioni beta dei suddetti iniziano a fioccare su console e PC.
DICE, studio di Electronic Arts, ha infatti annunciato che la beta multiplayer di Battlefield 3 verrà lanciata ovunque il 29 settembre. I giocatori di tutto il mondo avranno la possibilità di provare con mano la mappa Operation Metro ambientata a Parigi, e qui dovranno farsi strada tra i nemici passando da lussureggianti parchi alla periferia della città, fino ad una buia stazione metro distrutta e alle frenetiche strade intorno alla Borsa di Parigi. Due unità tattiche scelte si affronteranno nella celebre modalità Rush. Un’unità andrà all’offensiva attaccando le stazioni M-COM mentre quella rivale dovrà difenderle e proteggerle. Altra beta che ha avuto da poco inizio è stata quella dell'attesissimo hack'n slash di casa Blizzard. Diablo 3 ha infatti aperto le porte a pochi fortunati e, sbirciando sulle pagine del nostro sito, potrete trovare già diverse nuove gallery di immagini relative alla classe del Monk e del Demon Hunter. Nel corso della prossima settimana continueranno a fioccare informazioni, video e screenshot. Purtroppo ad una bella notizia ne segue una brutta, dato che chi sperava di poter mettere le mani sul titolo prima delle feste natalizie dovrà rassegnarsi. Blizzard ha infatti annunciato che che la finestra di lancio prevista per Diablo III sarà spostata gli inizi del 2012. Tutti i fan dei titoli online potranno tuttavia consolarsi con Star Wars the Old Republic, la cui uscita è stata annunciata per il 20 dicembre 2011 in America ed il 22 dicembre in Europa. Già disponibile sul mercato giapponese invece, Dark Souls approderà da noi il prossimo 6 ottobre. Il day one in Giappone è stato tuttavia rotto dai soliti furbacchioni che si sono trovati questa volta però con un'amara, quanto geniale, sorpresa: i ragazzi di From Software hanno punito senza pietà i trasgressori apparsi online prematuramente, diffondendo alcuni Black Phantom potenziati contro i loro personaggi. Da un GDR dalle tinte occidentali all'icona dei JRPG; è stato annunciato che Final Fantasy XIII-2 su Xbox 360 farà uso di un unico disco di gioco, nonostante la mole di contenuti presenti sia più o meno la stessa del suo predecessore. Motomu Toriyama ha spiegato che questo è stato possibile grazie alla scelta di non utilizzare pre-rendering per le cut scene, preferendo scene in real-time ed evitando così di occupare spazio con i file dei filmati. Nelle scene evento sarà quindi possibile visualizzare i cambiamenti nell'armatura o nell'equipaggiamento dei personaggi. Un Giappone in fermento quello della passata settimana, ancora sull'onda del TGS 2011 chiusosi lo scorso week end. Hideo Kojima ha così rivelato che Metal Gear Solid: Snake Eater 3D, in sviluppo per 3DS, e Zone of the Enders HD, che vedrà la pubblicazione su PlayStation 3, Xbox 360 e PS Vita, non usciranno prima dell'anno prossimo. Metal Gear Solid 3D è genericamente fissato per l'inizio del 2012, entro la fine dell'inverno; Zone of the Enders HD entro metà anno. Contrariamente a quanto previsto all’inizio invece, Capcom ha fatto sapere che Resident Evil: Operation Raccoon City (spin-off della celebre serie survival horror) è in ritardo rispetto alla tabella di marcia, e che non sarà rilasciato per questo inverno, lasciando per scontato che bisognerà attendere il 2012. Raccoon City sarà lo scenario di questo titolo ancora più ricco d'azione rispetto ai precedenti, all’interno del quale verranno narrati i misteriosi avvenimenti accaduti tra Resident Evil 2 e Resident Evil 3. Il 10 dicembre, sempre in Giappone, debutterà anche il nuovo Monster Hunter 3G, titolo che potrebbe serbare però una cattiva sorpresa per tutti gli appassionati del brand. Secondo quanto riportato dalla rivista Famitsu infatti, il gioco non avrà alcuna modalità online. Capcom non ha ancora confermato o smentito la notizia e saremo in prima fila qualora ci fossero novità rilevanti da comunicarvi. Gli amanti dell'uomo pipistrello hanno di che gioire: Sefton Hill di Rocksteady ha infatti annunciato che Batman: Arkham City è ufficialmente entrato in fase gold ed è pronto per la produzione di massa. E' stato inoltre dichiarato che il team di sviluppo è attualmente al lavoro su diversi contenuti aggiuntivi che verranno rilasciati in futuro. Warner Bros per celebrarne la notizia ha inoltre rilasciato un trailer avente come protagonista il folle Joker. Restando in tema di annunci vi segnaliamo che è stato da poco annunciato un nuovo shooter free-to-play in prima persona chiamato Bootleggers, titolo che promette di aggiungere "un tocco sorprendentemente violento al mondo PlayStation Home" e mettere i vostri avatar gli uni contro gli altri. L'esperienza gratuita di Bootleggers sarà disponibile nel distretto Action questo autunno, dove sarà possibile accedere direttamente all'area di gioco ed iniziare un match. Terminiamo il recap settimanale delle notizie segnalandovi la chiusura di Visceral Games Melbourne da parte di Electronic Arts, dopo aver appurato che il suo prossimo progetto non sarebbe stato proficuo. Attualmente lo studio stava lavorando a un titolo di notevole importanza destinato a PlayStation 3 e Xbox 360 ed è stato sviluppatore, nel recente passato, di Dead SpaceDante's Inferno e The Godfather 2. Per un titolo che ci abbandona un altro ne prende il posto ed è così che Sony Santa Monica, software house già responsabile dello sviluppo di God of War, ha rivelato di essere alla ricerca di personale per una nuova IP ancora da annunciare. L'inserzione presentata dallo studio aggiunge che "l'esperienza nel design o nello sviluppo di titoli open-world è un incentivo". La pagina LinkedIn di un sound designer dello studio suggerisce inoltre che in cantiere ci siano due esclusive Playstation 3. Rimaniamo quindi in attesa di aggiornamenti e vi aggiorneremo, sempre sulle nostre pagine, non appena arriveranno ulteriori novità!


Recensioni
Dopo aver visto le news più importanti della settimana, passiamo subito ai titoli recensiti dalla nostra redazione, partendo da Trackmania 2 Canyon, che è tutto quello che gli appassionati della serie potrebbero desiderare. Gli elementi caratteristici tornano potenziati e rinnovati, dall’editor, al modello di guida, passando per la potente struttura dedicata all’online e al content sharing. Tecnicamente inoltre il lavoro è ineccepibile, ponendosi di diritto tra le esclusive PC esteticamente più invidiabili. Il coraggio delle scelte fatte dal team è senza dubbio molto, ma potrebbe anche rivelarsi un’arma a doppio taglio. Infatti puntare tutto sulla community più core tagliando diversi contenuti al singleplayer, e l’alta competitività dei giocatori rischiano di spaventare le nuove leve o chi vorrebbe semplicemente godersi la semplicità e spettacolarità del titolo. Il nostro consiglio è di approfittare di uno dei maggiori pregi del gioco, ovvero il prezzo davvero basso, per dargli una chance, con un unico avvertimento: attenti a non farvi risucchiare dal suo magnetismo o la vostra vita sociale potrebbe risentirne. (Voto: 8,5). Saltiamo di palo in frasca per parlare di Resident Evil 4 HD Revival Selection, che pur rimanendo il capolavoro che abbiamo conosciuto anni fa ci ha lsciato forse con un pizzico di amaro in bocca. Il giudizio espresso da questa recensione, così come il suo voto, sono da considerarsi come originati dall’analisi della qualità della rimasterizzazione, e non dalla qualità intrinseca del titolo. Il lavoro di Capcom infatti lascia davvero a desiderare: upscaling selvaggio del motore grafico ed una manciata di obbiettivi e trofei sono davvero un misero omaggio ad un titolo entrato di diritto nella storia del videogioco. L’esborso, non indifferente, vale la pena affrontarlo solo ed esclusivamente se doveste esservi persi l’originale e, naturalmente, non doveste avere più a disposizione le console sulle quali venne rilasciato. Solo in questo caso la Revival Selection farà per voi, permettendovi di recuperare una pietra miliare del genere. Tutti gli altri non hanno davvero nessun motivo per prendere in considerazione questa magra riedizione. (Voto: 7). Altro titolo molto atteso recensito questa settimana è Red Orchestra 2: Heroes of Stalingrad, definito senza mezzi termini un "gioco con le palle". In un periodo infatti dove quasi tutti gli shooter puntano all'immediatezza e alla spettacolarità, non si può definirlo in altro modo. Siamo davanti ad un titolo che fa della tattica e del realismo i suoi punti di forza e che presenta un gameplay maledettamente brillante. Si tratta di un progetto ambizioso, pieno di qualità e meccaniche fantastiche, ma con alcune fastidiose imperfezioni che gli impediscono di risultare un capolavoro assoluto. Se comunque volete un FPS in grado di farvi provare le emozioni di una vera battaglia, questo è il titolo che fa per voi. Non fatevelo scappare. (Voto: 8,5). Chiudiamo il capitolo recensioni con Renegade Ops., un titolo che si è dimostrato solido. Il gameplay immediato e divertente, ottimamente bilanciato, è coadiuvato da un eccellente comparto tecnico e dal supporto a quattro giocatori che potranno affrontare in cooperativa la campagna principale. Nonostante ciò, bisogna far notare come manchi qualsiasi tipo di spunto di originalità, limitandosi a riproporre ingredienti già visti in diverse forme. A macchiare l’opera troviamo purtroppo alcuni bug, che si spera possano essere presto risolti. Venduto a 1200 Microsoft Point, ovvero 14.99, consigliamo comunque il titolo a chiunque desideri staccare il cervello per divertirsi, meglio se con tre amici. (Voto: 7,8).

Anteprime
Non potevamo non partire, riepilogando le anteprime più importanti questa settimana, con uno dei titolo più attesi dell'ultimo lustro, ovvero Diablo III. Le poche divertenti ore spese in compagnia del titolo, sono state utilissime per avere un’idea più precisa della direzione intrapresa da Blizzard negli ultimi mesi. La natura fortemente hack’n slash del titolo è naturalmente ancora vivissima, ma si nota con piacere un’attenzione verso aspetti ad essa non direttamente connessi, come lo snellimento e la semplificazione di certe operazioni, il fine bilanciamento delle classi, l’eliminazione degli alberi di abilità in favore di un sistema molto più aperto. Per quanto per la maggior parte del tempo si clicchi ancora furiosamente con il mouse, giunta al suo terzo capitolo la saga sembra in cerca di nuove dimensioni quanto a profondità del gameplay, offerte da un pool di classi ricco di sfaccettature. Ottimo anche il fronte online, già fruibile e privo di difetti degni di nota.
Tutti dettagli che ci fanno sperare che la data d’uscita si trasformi presto dal laconico “when it’s done” a qualcosa di più concreto. Dopo le atmosfere fantasy del titolo Blizzard passiamo a quelle decisamente più terrene di Forza Motorsport 4 la cui attesa, nonostante l'uscita imminente, si sta facendo sempre più insopportabile. Ogni incontro con Forza infatti aumenta la nostra voglia di spolparlo per bene esplorandone tutte le molte caratteristiche: dal multiplayer, alla carriera, al nuovo Top Gear Football passando per il tuning. Il titolo Turn 10 sembra avere tutte le carte in regola per diventare il nuovo metro di paragone per quanto riguarda i racing game sulla console Microsoft, e forse non solo. Un altro titolo che abbiamo avuto l'occasione di provare in anteprima per voi è stato Dead Rising 2: Off the Record, che più che un nuovo titolo rappresenta quindi una rivisitazione dell'originale Dead Rising 2, condita con l'introduzione di diverse migliorie atte a giustificarne l'acquisto. La novità di maggior rilievo ci è parsa la modalità Sandbox che saprà dare a tutti i fan del massacro insensato ciò che aspettavano da tempo. Sarà sufficiente a giustificarne l'acquisto? Il verdetto tra poco meno di un mese. Chiudiamo infine con The Cursed Crusade, prodotto indicato per coloro che sono alla ricerca di un titolo dalla forte impronta action, estremamente accessibile e spettacolare, grazie alla lunga serie di violente combo e finisher. L'ambientazione medioevale potrebbe oltretutto attrarre ben più di un giocatore e se corredato da una trama solida il titolo dtp potrebbe regalare diverse ore di disimpegnato divertimento. La varietà del gameplay, la risposta dei comandi e la qualità della cooperativa sono le discriminanti che andranno ad incidere sulla valutazione finale, in arrivo a cavallo dell'uscita nei negozi.
0 COMMENTI