Anteprima di X-Men Destiny

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PS3, WII, Xbox 360
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Activision
  • Distributore:

     Activision
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     30 Settembre 2011
ASPETTATIVE
- Trama non lineare
- Sistema di combattimento semplice
- Tre personaggi assolutamente inediti
Loading the player ...
A cura di Tommaso Valentini (FireZdragon) del
Los Angeles - Il 2011 ha visto l'uscita nelle sale italiane del nuovo film dedicato agli X-Men e per cavalcarne l'onda del successo, come consuetudine, arriverà anche un nuovo titolo dedicato ai mutanti più amati. Activision non proporrà tuttavia il classico tie-in mediocre con una storia appena accennata, ma ha avuto il coraggio di affidare il progetto ai Silicon Knights e dare carta bianca a Mike Carey, noto scrittore inglese, per costruire alle spalle del titolo una trama convincente e slegata da qualsiasi altra produzione vista finora.

Un nuovo inizio
Il plot narrativo di X-Men Destiny si discosterà dalla serie cartacea edita da Marvel, andando a creare una realtà alternativa dove Charles Xavier è deceduto, lasciando i pochi X-Men rimasti fedeli alla causa sotto il comando di Ciclope. La situazione generale tuttavia è ancora più grave ed una serie di disastri naturali hanno flagellato la città di San Francisco, andando ad incrinare definitivamente i già fragili rapporti che sussistevano tra mutanti e popolazione umana. L'intera nazione è dunque pronta a dichiarare guerra agli X-Men e tre giovani eroi si ergeranno per contrastare l'imminente scontro. I giocatori avranno la possibilità di impersonare uno di questi tre personaggi assolutamente inediti ed affrontare con esso la nuova avventura: la scelta potrà ricadere su Adrian, figlio di un attivista di San Francisco, Grant Alexander, un ex giocatore di football cresciuto proprio durante gli anni più tesi nei rapporti tra umani e mutanti e Aimi Yoshida, una giovane ragazza giapponese fuggita dal paese del Sol Levante in grado di manipolare l'elettricità. Per mostrare il titolo in azione gli sviluppatori hanno optato proprio per quest'ultima, svelandoci un intero livello di gioco con tanto di boss fight finale a farne da epilogo. Appena la demo ha avuto inizio una serie di nemici ci ha bloccato la strada, permettendoci di dare uno sguardo in maniera approfondita al sistema di combattimento. Gli scontri si baseranno su un set di mosse classico per il genere, fondato su colpi veloci e potenti da alternare tra loro per concatenare combo capaci di causare un danno maggiorato: le possibilità offerte dal sistema sono molteplici ed ogni ordine di tasti impartito ha dato vita ad una combinazione differente, rivelando una buona varietà di animazioni e di effetti, caratteristica spesso trascurata da questo tipo di giochi. I colpi base potranno poi essere miscelati con i poteri mutanti per sfoggiare onde d'urto e pilastri di fuoco capaci di sbaragliare interi gruppi di nemici contemporaneamente. Con il proseguire del combattimento, mettendo a segno colpi ed uccidendo nemici, si caricherà l'immancabile barra speciale che, una volta riempita, ci permetterà di rilasciare un attacco ancor più devastante. Ad un combattimento piuttosto basilare si unirà però un'evoluzione del personaggio unica, in grado di variare di molto l'esperienza di gioco. I Silicon Knights hanno ideato un sistema che permetta di sviluppare tre rami di abilità principali: Attacco, Difesa e Utility sono in grado di variare ogni personaggio ed adattarlo allo stile del giocatore.

Scelte di vita
Miscelando sapientemente le abilità mutanti siamo arrivati alla fine del livello, dove il malefico John Sublime stava sperimentando nuovi geni mutanti sul suo stesso corpo. Il processo tuttavia non ha funzionato a dovere e lo scienziato ha iniziato a crescere a dismisura prendendo le fattezze di un ammasso di carne e acciaio, palesando ai nostri occhi come il gene appena somministratosi appartenesse a Colosso. Per controbattere l'immensa forza di questo boss, ad Aimi sono stati equipaggiati i geni di Quickislver, che le hanno donato la capacità di muoversi ad una super velocità, così da permetterle di correre alle spalle del boss e colpirlo nel suo unico punto debole posizionato sulla schiena. Questo particolare combattimento si è poi evoluto in altri due stage che hanno reso necessario un cambio di tattica per approcciare i differenti pattern di attacco guadagnati dal mostro grazie a nuove modifiche genetiche. Non senza fatica, il gigantesco nemico è finalmente collassato al suolo, rivelando sotto di se una preziosissima fiala di X-Gene. Prima di terminare il livello gli sviluppatori hanno deciso di spiegarci quanto da lì a poco sarebbe successo, delineando uno degli elementi chiave di questa nuova produzione targata Activision. Il giocatore avrà modo infatti di influenzare la trama e lo svolgimento dell'avventura attraverso tutta una serie di numerose scelte. In questo specifico caso, appena il mostro è stato abbattuto, hanno fatto la loro comparsa Colosso e Gambit, che qui rappresentavano le due differenti fazioni. Potevamo a questo punto distruggere la fiala ed accontentare il primo o donarla a Gambit per permettergli di fare una serie di nuovi esperimenti. Con la scelta "buona" abbiamo assecondato Colosso, distruggendo la fiala per evitare di veder sorgere una nuova minaccia ma inimicandoci al contempo l'altra fazione. Da queste scelte dipenderanno inoltre i nemici che affronteremo nel gioco ed i poteri con cui entreremo in contatto, per una narrazione molto simile ai più comuni GDR piuttosto che a un puro action game, un'aggiunta sicuramente interessante che farà la felicità di molti.

Nuovi eroi ma ancora molto da sistemare
Il titolo è stato sviluppato e prodotto proprio pensando ai fan e, nonostante gli eroi più classici non siano presenti come personaggi giocanti, questo non significherà che non faranno la loro comparsa. Oltre infatti ai già citati Colosso, Gambit e Ciclope abbiamo potuto intravedere anche volti noti come per esempio il mitico Wolverine, Magneto od il possente Juggernaut. Ad un comparto animazioni piuttosto convincente si sono alternati panorami non sempre entusiasmanti ed hanno fatto la loro comparsa una notevole quantità di difetti grafici, sintomo che il titolo è ancora lontano dal suo completamento. Le basi per avere un buon gioco basato sugli X-Men ci sono tutte e speriamo che Silicon Knights riesca ad intervenire efficacemente sul lato tecnico per dare ai sostenitori dei mutanti un titolo bello da vedere, divertente da giocare e soprattutto vario.
Recensione Videogioco X-MEN DESTINY scritta da FIREZDRAGON Ci saremmo aspettati da questo incontro il classico tie-in pronto a sfruttare il successo della recente pellicola, ma Activision ha saputo invece stupirci con un prodotto del tutto slegato dalla serie cinematografica e pensato volutamente per soddisfare tutti i fan. L'inserimento di tre personaggi inediti è una gradita novità e ci permetterà di esplorare le vite dei nostri mutanti preferiti da un punto di vista differente. Un buon sistema di combattimento, semplice ma al contempo pratico ed una trama profonda con scelte multiple potrebbero essere il vero punto di forza per questo nuovo titolo, il cui arrivo è attualmente previsto per il prossimo 30 Settembre.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 3
  • supermario96
    Livello: 6
    1374
    Post: 1836
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Speriamo bene.
  • gennaz19800
    Livello: 2
    205
    Post: 278
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    perché ho l'impressione che sarà l'ennesimo gioco flop sugli x-men? spero di no. finora l'unico decente rimane x-men origins: wolwerine
  • gms
    Livello: 6
    414
    Post: 295
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    finalmente stanno capendo che non bisogna aspettare i film per fare dei giochi sui supereroi...
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967