Recensione di Red Faction: Battlegrounds
PS3, Xbox 360

Copertina Videogioco
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Volition Inc.
  • Distributore:

     THQ
  • Giocatori:

     1
  • Costo:

     800 MS Point
  • Data uscita:

     01/04/2011
5.0
Voto lettori:
N.P.
- Grafica curata - Gameplay confusionario
- Single player praticamente assente
A cura di Roberto Crespi (Slice) del
Siete pronti a cimentarvi in furiose battaglie all’ultimo proiettile sui mezzi resi famosi dal famoso Red Faction? Noi forse no…

Caos Marziano
Un discreto numero di titolo presenti su Live Arcade e Playstation Network hanno una caratteristica comune: prendere le ambientazioni e i personaggi di saghe piuttosto famose, estrapolarli dal loro contesto naturale e costruirci sopra titoli dal gameplay totalmente differente. Red Faction: Battlegrounds entra di diritto in questa schiera di giochi, proponendo una giocabilità del tutto estranea a quanto visto nel capostipite della serie. Gli unici elementi che accomunano i due titoli sono l’ormai famoso pianeta rosso, che fa da sfondo alla serie, ed i mezzi come dune buggy, camion e robot, che abbiamo avuto modo di conoscere in Red Faction: Guerrilla. Lo scopo del gioco sarà molto semplice, una sorta di destruction derby dove all’interno di arene circoscritte dovremo sopravvivere, cercando di distruggere tutti gli altri mezzi o portando a termine diverse sfide. Peccato che manchi del tutto una contestualizzazione, un qualsivoglia appiglio narrativo che giustifichi tali competizioni sul pianeta Marte. Il titolo dispone di modalità single e multiplayer, anche se a conti fatti, la campagna in solitaria risulta poco più che un tutorial composto da 15 missioni che vi farà familiarizzare con le varie modalità di gioco, preparandovi cosi al comparto multiplayer. Come già accennato il gioco dispone di diversi tipi di partite: il classico Tutti contro Tutti, il Cattura la Bandiera, dove la velocità e la scaltrezza regnano sovrani, ed infine Sopravvivenza, dove bisognerà cercare di resistere il più possibile ad ondate di mezzi senza venire sopraffatti. Una volta presa confidenza con queste varianti di gioco contro l'intelligenza artificiale si passa alla componente multiplayer del titolo, ed è qui che saltano fuori le prime magagne.

Sparare alla cieca
Il titolo sfrutta una visuale a volo di uccello, comune al single e al multiplayer, che inquadra nella sua totalità la zona di gioco. Il problema durante la nostra prova si è verificato quando sulla mappa si sono presentati troppi partecipanti, portando l’azione di gioco ad un livello di frenesia tale da non avere la totale percezione di cosa stesse accadendo, e spingendo i contendenti a sparare alla cieca contro oggetti o mezzi indefiniti per il semplice istinto di sopravvivenza. Questo difetto, come è facile intuire, limita molto il controllo dei mezzi da parte del giocatore, andando ad intaccare direttamente le fragili fondamenta della giocabilità del titolo. Se a tutto questo si aggiunge anche un esiguo numero di mappe, la domanda sorge spontanea: quale longevità può dare al titolo un’esperienza multiplayer di questo tipo?
Tecnicamente Red Faction: Battlegrounds è abbastanza curato. Seppur piccole, il level design delle varie arene risulta più che discreto e lo stesso motore grafico riesce appieno nel suo lavoro con una definizione dei mezzi e del paesaggio assolutamente buoni. Menzione d'onore spetta agli effetti particellari: le esplosioni, tratto distintivo della serie, in questo spin off non sono state abbandonate, mostrandosi più in forma che mai. Seppur belle da vedere, contribuiranno talvolta a creare ancora più confusione a schermo, intaccando ulteriormente la debole ossatura del gameplay. Sotto il profilo audio il titolo risultata tutto sommato sufficiente, con delle campionature audio più che discrete che aumentano sicuramente l’immersione del giocatore nei vari scontri. Del tutto anonima invece l’esigua soundtrack.
Recensione Videogioco RED FACTION: BATTLEGROUNDS scritta da SLICE A conti fatti, Red Faction: Battlegrounds risulta un titolo difficile da giudicare. Nonostante la recensione abbia portato a galla gli evidenti limiti, la base di partenza del titolo era assolutamente interessante e coinvolgere i giocatori in sanguinosi scontri a fuoco con i mezzi della saga di Red Faction poteva essere un ottimo espediente per i fan, utile ad ingannare l’attesa che li separa dall’uscita del nuovo capitolo. Purtroppo le scelte degli sviluppatori, piuttosto infelici in termini di gameplay e contestualizzazione, hanno decretato il fallimento del progetto. Se siete fan, vi consigliamo di aspettare l’uscita del prossimo capitolo, programmata per giugno.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967