Anteprima di R.A.G.E.
PC, PS3, Xbox 360

Copertina Videogioco
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     ID Software
  • Distributore:

     Leader
  • Lingua:

     Completamente in Italiano
  • Giocatori:

     1 - 6 (Multiplayer online)
  • Data uscita:

     7 ottobre 2011
ASPETTATIVE
- Tecnicamente molto valido
- Vario e divertente
- Gameplay frenetico
Loading the player ...
A cura di Luca Forte (drleto) del
Park City – Utah - Durante il recente evento organizzato da Bethesda per presentare la sua line up, grande spazio lo ha avuto naturalmente R.A.G.E., l'ultimo lavoro di ID Software, storici sviluppatori texani responsabili di serie quali Wolfenstein 3D, Doom e Quake: in altre parole, i padri dei moderni sparatutto in prima persona. Con questo pesante fardello sulle spalle i ragazzi di Dallas proseguono sulla loro strada, provando a fornire un'interpretazione personale degli shooter che si differenzi il più possibile da quello che c'è sul mercato, quanto dai loro precedenti titoli.

Multiplayer
Prima di mettere le mani sui pad e provare in prima persona il gioco, Tim Willis, direttore creativo del gioco, ci ha voluto presentare la modalità multigiocatore di R.A.G.E.. Chi si sarebbe aspettato tutta una serie di feature classiche, dal deathmatch al cattura la barriera, rimarrà deluso: l'unica modalità che accompagnerà la cooperativa online sarà il Rally Mode, ovvero una serie di competizioni che vi vedranno al comando non di uno spietato guerriero, quanto di uno dei tanti veicoli del gioco. Secondo gli sviluppatori, un'esperienza narrativa completa ed appagante come quella del titolo ID Software non avrebbe trovato in un multiplayer competitivo alcun valore aggiunto, nè una modalità in grado di rappresentare degnamente lo spirito del gioco. Spirito che evidentemente viene ben restituito da questa variante violenta di Mario Kart, con gli agili mezzi, corazzati fino ai denti, che si batteranno all'interno di arene piuttosto ampie contro un massimo di altri 5 concorrenti. Dopo aver customizzato il veicolo, scegliendo nome, arma e carrozzeria da equipaggiare, verremo gettati nella mischia. Vincerà colui che accumulerà il punteggio più alto, guadagnato distruggendo gli avversari o stazionando il più a lungo possibile in prima posizione. I Rally Point si illumineranno in successione e doneranno a chi li tocca un moltiplicatore aggiuntivo. Distruggendo colui che detiene in moltiplicatore erediteremo il suo bonus, diventando a nostra volta il bersaglio del gruppo. Altri bonus, come quello per riparare il veicolo o potenziare le armi, potranno essere raccolti lungo il percorso ed utilizzati a seconda dell'occasione. Le piste consentiranno a coloro che sono rimasti indietro di tagliare il percorso, permettendo anche coloro che per qualche motivo si sono attardati di tornare prepotentemente in gioco. Anche online R.A.G.E. sembra sfoggiare un comparto tecnico di tutto rispetto, molto solido ed ispirato. Con sei giocatori ed una mezza dozzina di mappe, nonostante la prevista crescita del personaggio, la longevità non dovrebbe essere particolarmente elevata.
Una modalità quindi piuttosto inconsueta e disegnata come un divertente bonus a contorno della campagna principale, vero piatto forte della produzione. La seconda modalità messa a disposizione è la cooperativa, da affrontare tramite split screen o online. Le sei missioni saranno liberamente affrontabili e saranno storie parallele slegate alla storia principale. La loro durata sarà mutevole in base al livello di difficoltà e alla volontà dei giocatori di giungere immediatamente alla fine della missione. I due giocatori dovranno avanzare tra orde di nemici aiutandosi l'un l'altro, soprattutto nel caso in cui uno dei due venga messo K.O. Per aiutare i partecipanti nella cooperazione il profilo del compagno sarà perennemente visualizzato anche attraverso i muri, un metodo preso in prestito da Left4Dead. Per il resto le meccaniche o l'equipaggiamento sembrano i medesimi della storia principale, con auto radiocomandate esplosive o i ragni meccanici muniti di mitragliatore. Anche tecnicamente il gioco appare fluido e convincente persino su di un monitor di ingenti proporzioni come quello sul quale la versione Xbox 360 è stata proiettata.

Pad alla mano
Una volta terminata la presentazione abbiamo potuto giocare per circa un'ora a R.A.G.E., un tempo sufficiente a scalfire alcune delle tante situazioni che il gioco ID vi presenterà. Si tratta infatti di uno sparatutto in prima persona ambientato in un futuro distante, dove la razza umana è stata messa in ginocchio da un enorme asteroide precipitato sulla Terra. Il paesaggio post apocalittico sarà teatro del nostro peregrinare tra fazioni impazzite, ex militari che cercano di ripristinare l'ordine e folli magnati che organizzano tornei all'ultimo sangue. La libertà sarà alla base del nostro viaggio, visiteremo infatti città dove raccogliere nuove missioni, enormi lande desolate nelle quali correre con il nostro veicolo o strutture abbandonate infestate da mutanti. Solo in quest'ultima occasione saremo costretti ad imbracciare le armi, per il resto del tempo saremo impegnati a chiacchierare coi sopravvissuti, comprare oggetti ed equipaggiamento nei negozi o provare uno dei tanti minigiochi presenti. Starà a noi dunque proseguire nel gioco seguendo la missione principale o a decidere di perderci in una delle attività secondarie, come gare a bordo di veicoli o cloni di Guitar Hero. La varietà di luoghi e situazioni sembra ampia e speriamo che anche il gioco completo mantenga lo stesso ritmo. L'incedere tra i livelli sarà infatti lineare, ma oltre al solo combattimento richiederà di raccogliere materiali per costruire oggetti quali grimaldelli elettrici, bombe ed altro equipaggiamento. Durante alcune missioni rinverremo anche nuove istruzioni grazie alle quali costruire ragni meccanici con una mitragliatrice sul dorso o una macchina radiocomandata esplosiva, da usare anche per risolvere alcuni piccoli enigmi, come una porta chiusa da un lato, o la necessità di far fuori con un sol colpo i nemici asserragliati in una stanza vicina. Un utilizzo vario e fantasioso di tutti questi gadget rende i combattimenti fluidi e vivaci, nonostante un'intelligenza artificiale non particolarmente aggressiva o elaborata. Discorso diverso per la Bash TV, una sorta di programma televisivo nel quale verremo gettati per provare a resistere ad ondate di mutanti sempre più ostiche o le corse, dove a bordo del nostro mezzo dovremo provare a piazzarci il più in alto in classifica, facendo letteralmente a pezzi gli avversari.

Ambientazioni
Anche le ambientazioni sembrano mostrare il grande sforzo estetico degli sviluppatori. L'universo messo in mostra riesce a prendere spunto da molte opere diverse, come Halo, Fallout, Metro 2030 o addirittura Matrix per restituire un'ambientazione molto particolare, dai forti colori pastello e caratterizzata con un'eccessiva caricaturizzazione di volti, armi e forme. I 60 frame per secondo stabili che il gioco sfoggia rendono il tutto ancora più convincente, soprattutto pad alla mano, quando i controlli veloci e precisi restituiscono un ottimo feedback delle diverse bocche da fuoco, piuttosto diverse come peso e rinculo. L'assenza di interfaccia aiuta il giocatore ad immergersi in questo universo corrotto e violento, ma potenzialmente molto divertente ed emozionante.
Anche dal punto di vista sonoro il lavoro svolto è ottimo, con buoni campionamenti delle armi, un buon doppiaggio in lingua inglese e discrete musiche. La longevità dovrebbe assestarsi su ottimi livelli, o perlomeno è quanto Tim Willis ha affermato, sostenendo che il gioco sarà lungo, senza però quantificare il numero di ore necessarie.
Recensione Videogioco R.A.G.E. scritta da DRLETO R.A.G.E. è un progetto interessante ed ambizioso che prova a distaccarsi dai canoni classici degli FPS moderni. Una struttura open world ricca di missioni secondarie, minigame e luoghi da visitare, una grafica inchiodata a 60 frame per secondo, una cooperativa indipendente dalla storia principale e una modalità online che non è basata sulle classiche modalità di gioco, ma su gare a bordo di veicoli armati fino ai denti. Per il resto il pedegree dei padri degli fps dovrebbe garantire un'esperienza shooter di altissimo livello, ricca di adrenalina, armi e mutanti da mietere senza pietà.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967