DLC Mass Effect 2 - Avvento

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     BioWare
  • Distributore:

     EA
  • Data uscita:

     Disponibile
6.5
Voto lettori:
8.8
- Storia interessante
- Buon livello di sfida
- L'elemento decisionale è nullo
- Narrazione affrettata
- Gameplay ripetitivo
Loading the player ...
A cura di Andrea Porta (andymonza) del
Proprio in questi giorni cominciano a trapelare le primissime informazioni sul terzo capitolo della saga più premiata dei maestri del GDR occidentale: di Mass Effect 3 si sa ancora poco, tuttavia nel corso delle prossime settimane Bioware dovrebbe iniziare a scucire qualche dettaglio interessante. Tanto per ingannare il tempo durante la lunga attesa, i ragazzi canadesi propongono un’ultima espansione votata a fare da “ponte” tra le vicende del secondo episodio e gli sconvolgimenti del futuro epilogo: Avvento. Data la natura delle vicende narrate, ne consigliamo l’acquisto solo ed esclusivamente a chi abbia già completato la campagna principale.

L’incubo dei Razziatori
Scaricato il DLC (poco meno di 800 megabyte al prezzo di 560 MS, o circa 7 euro) riceverete un messaggio sul vostro terminale direttamente dall’Ammiraglio Hackett, vecchia conoscenza tra le fila della Marina dell’Alleanza. Quest’ultimo vi informerà della pessima riuscita di una missione sotto copertura di una sua agente, la Dottoressa Amanda Kenson, inviata in un sistema Batarian per indagare sul ritrovamento di tecnologia appartenente ai Razziatori. Attualmente detenuta in prigione dagli schivi e asociali alieni, la Dottoressa necessita di un rapido e deciso colpo di mano per essere liberata, prima che rischi di rivelare importanti dettagli relativi alle missioni dell’Alleanza. Il contatto radio si chiude con un’ultima, inaspettata richiesta: data la delicatezza della situazione, Shepard dovrà recarsi sul posto rigorosamente da solo.

Fuga di mezzanotte
Un breve viaggio tra i classici Portali vi condurrà direttamente nel cuore dell’azione, ovvero la prigione Batarian. Senza dare spazio a pericolosi spoiler, quanto segue è circa un’ora e mezza (perlomeno a livello di difficoltà alto) di intense fasi shooting in solitaria, che vi daranno ampie possibilità di sfruttare le armi migliori dell’arsenale faticosamente accumulato durante la campagna originale. Data l’intensità degli scontri e il buon numero di nemici che vi attaccheranno in contemporanea, si può parlare di un livello di sfida medio alto, dovuto soprattutto all’utilizzo da parte degli avversari di armi particolarmente insidiose, come le granate stordenti Flashbang ed i lanciafiamme, in grado di mettere fuori gioco anche con una sola vampata. Nonostante la durata relativamente breve della missione, si notano alcune interessanti variazioni al run and gun, tra cui una breve sessione al comando di un robot ed una porzione chiusa di livello in cui sarà necessario resistere and ondate sempre più intense di nemici, proteggendo la Dottoressa dal fuoco incrociato. L’intensa azione è naturalmente intervallata da diverse cut scene, caratterizzate da un buon ritmo e da diversi interessanti colpi di scena. In effetti, si potrebbe dire che considerato il gameplay piuttosto piatto e ripetitivo, è proprio la componente narrativa a fare da principale motivo d’acquisto per l’espansione. Nonostante questo, data l’enormità degli eventi raccontati, non si può non notare una certa fretta nel chiudere una parentesi che avrebbe meritato molta più attenzione. Dispiace anche constatare come la complessa decisione finale venga presa autonomamente da Shepard, senza possibilità di intervento da parte del giocatore: da un punto di vista prettamente di design è una scelta comprensibile, dato che un bivio avrebbe indubbiamente complicato le cose sotto il profilo tecnico, costringendo i ragazzi di Bioware a creare conseguenze ad hoc nel futuro terzo capitolo. Tuttavia, vedere l’elemento scelta venire meno in una saga in cui ha sempre contato moltissimo, non è un risvolto piacevole. Dal punto di vista tecnico non ci sono particolari segnalazioni, se non la piacevole sorpresa del doppiaggio in italiano, purtroppo in parte rovinata da un errato mix dei livelli audio, che vede i dialoghi riprodotti ad un volume troppo basso rispetto all’effettistica.
Recensione Videogioco MASS EFFECT 2 - AVVENTO scritta da ANDYMONZA Se lo scopo di Avvento era semplicemente quello di introdurre agli sconvolgimenti che aspettano i fan nel terzo capitolo della serie, lo scopo può dirsi senza dubbio raggiunto. Tuttavia, il gameplay tutto sommato ripetitivo e la generale fretta con cui gli importanti avvenimenti vengono narrati lascia un po’ d’amaro in bocca. Un’occasione parzialmente sprecata, per un pacchetto che ci sentiamo di consigliare solo agli affezionatissimi della saga.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967