Anteprima di Fight Night Champion

Copertina Videogioco Fight Night
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     EA
  • Distributore:

     EA
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     4 Marzo 2011
ASPETTATIVE
- Tecnicamente al top
- Nuovo sistema di blocco
- Nuovo sistema di allenamento
Loading the player ...
Luca 'drleto' Forte - del 01/02/2011
Londra - Abbiamo avuto modo di provare nuovamente Fight Night Champion in un evento organizzato nella capitale inglese da parte di Electronic Arts. Il feeling con il pad è rimasto praticamente immutato, se non la maggiore semplicità con la quale è possibile eseguire i colpi, che eviterà eventuali errori nell'esecuzione, facendo concentrare l'attenzione sulla strategia. Questo è possibile grazie alla mappatura 1:1 dei controlli, che permetterà dei colpi sempre corrispondente all'angolo di inclinazione dello stick analogico. L'aver eliminato il ralenti rende i colpi di incontro meno leggibili, ma non per questo meno letali. Graficamente il lavoro svolto è egregio, i modelli poligonali sono ancora più dettagliati e pieni, una vera riproposizione dei campioni presenti e passati della nobile arte. Aumentata la varietà degli stili e della fisicità dei pugili, dai piccoli ed asciutti pesi leggeri al grasso straripante di Eric "Butterbean" Esch.
Se pad alle mano le sensazioni sono le medesime, grandi cambiamenti sono promessi per quanto riguarda le modalità. Al fianco della classica modalità carriera è stata inserita la Champions Mode, che vi permetterà di seguire l'evoluzione del vostro boxer non semplicemente attraverso il ciclo allenamento, incontro, ricompensa, ma contestualizzandola in una storia che promette di essere più realistica e coinvolgente, scritta da professionisti di Hollywood.

Gli altri cambiamenti dovrebbero coinvolgere la modalità multigiocatore, grazie alla possibilità di costituire delle palestre online dove organizzare e coinvolgere i propri amici e sfidare i gruppi avversari. Funzioneranno alla stregua dei club di Fifa e permetteranno di organizzare incontri singoli, tornei o intere stagioni.
Un'ultima novità sarà il potenziamento del Fotogameface, l'opzione che permette di importare il proprio volto all'interno del gioco. In Fight Night Champion potremo ulteriormente personalizzare le nostre fattezze, aggiungendo tatuaggi o cambiando il colore dei capelli e tanti altri dettagli.
Il titolo EA si conferma un prodotto solido, che dovrebbe essere in grado di soddisfare tutti gli amanti di questo sport, attraverso tanti piccoli cambiamenti che andranno a migliorare le già ottime basi del precedente capitolo.
A cura di Luca Forte (drleto) del
Uno dei prodotti tenuti sotto stretto riserbo e mostrato per la prima volta durante il recente Showcase di Electronic Arts a Londra è l’ultimo capitolo della celebre serie pugilistica della casa canadese Fight Night. Un titolo con un’eredità difficile da sostenere, viste le ottime vendite di Round 4 e l’eccezionale trattamento ricevuto dalla critica di tutto il mondo. Brian Hayes, il producer del gioco, ci ha accolto con un pad in mano e ci ha illustrato tutte le novità presenti nel futuro Fight Night Champion.

Difesa a pugni
La prima novità riguarda il sistema di parata. In Round 4 questa era completamente delegata al giocatore che aveva il compito di leggere il pugno avversario e scegliere di conseguenza se coprire la parte alta o quella bassa del corpo. In Fight Night Champion avremo invece il Reflexive Blocking: tenendo premuta la parata il nostro pugile proverà ad intercettare automaticamente il colpo avversario, ovviamente più o meno efficacemente in base allo stile e alle sue caratteristiche tecniche e fisiche. Potremo sempre decidere di intervenire manualmente sulla difesa, ma dal prossimo capitolo vedremo il nostro alter ego provare realisticamente a difendersi dai colpi avversari senza rimanere inerme a fare da bersaglio. Anzi, da questo atteggiamento difensivo sarà persino possibile sferrare dei veloci attacchi, utili a spezzare il ritmo avversario.
Le altre novità saranno invece circoscritte ad una normale evoluzione del prodotto, legata ai due anni di sviluppo. Innanzitutto noteremo un’ulteriore miglioramento grafico, fatto di nuove animazioni, alcune di queste personalizzate in base al campione scelto, modelli più complessi e definiti, una gestione delle luci ancora più efficace e capace di sottolineare lo sforzo degli atleti e soprattutto un rinnovato sistema di calcolo dei danni, ancora più realistico e capace di conteggiare al meglio la forza e l’impatto di ogni colpo, in particolar modo i classici colpi da K.O. delle tante leggende inserite.
Nuovo sarà anche il modo con cui tirare di boxe. Se gli irriducibili potranno ancora sfruttare il classico settaggio che utilizza i tasti frontali del pad, da un po’ di edizioni abbiamo cominciato ad apprezzare il controllo completamente delegato alla leva analogica destra: il Total Control System.
In Fight Night Champions questo sistema verrà ribattezzato Full Spectrum Punch Control dato che consentirà di realizzare uno spettro maggiore di colpi. Questo cambiamento è nato dall’osservazione dei giocatori, che per motivi prettamente fisici incentravano il loro gioco sui pugni mancini e non su quelli destri. Questo perché è effettivamente più scomodo, per motivazioni puramente ergonomiche, eseguire certi movimenti dalla parte destra della leva analogica, come per esempio la mezzaluna necessaria per concretizzare un uppercut. Un ulteriore cambiamento è legato alle dinamiche degli haymaker e dei colpi di incontro, elementi cruciali per la vittoria in Round 4. I primi erano dei teatrali quanto potenti pugni capaci di infliggere pesanti danni una volta andati a segno. Il problema era da ritrovare nella lentezza del caricamento degli stessi, che li rendeva, per i giocatori più esperti, facili da evitare o da disinnescare con un jab ben piazzato. In Fight Night Champions questi colpi saranno convertiti in un modificatore di forza di ogni singolo colpo, consentendo in questo modo una maggiore varietà nel proprio bagaglio tecnico e rendendo possibile una condotta di gara alla Klitschko, con potenti jab ad aprire le difese avversarie per poi punirli con altri attacchi. Di tutt’altra pasta erano i colpi d’incontro: ogni qualvolta un pugno andava a vuoto il gioco attivava in automatico un rallenti che consentiva all’avversario di piazzare un counter con risultati spesso letali. In Fight Night Champions verrà eliminato questo focus, rendendo in questo modo l’incontro il più fluido possibile e minimizzando la finestra di tempo nella quale eseguire la risposta.

Carriera
Ascoltando alcune delle lamentele dei fan è stata migliorata nettamente anche la Legacy Mode, ovvero la modalità carriera nella quale interpreteremo un giovane pugile alle prese con una lunga quanto difficile carriera agonistica. Innanzitutto questa esperienza sarà resa più varia rispetto che in passato, grazie ad un nuovo sistema di crescita delle statistiche, ora suddivise tra quelle fisiche e quelle legate alla capacità di boxer, alla possibilità di seguire campi di allenamento all’estero per migliorare il nostro bagaglio tecnico e così via.
Fondamentale la ristrutturazione della fase di allenamento. In Round 4 se eseguito in maniera manuale si rischiava, con risultati non eccelsi, di guadagnare meno punti che allenandosi in automatico, difetto che spingeva i giocatori ad affidarsi presto alle cure del computer per evitare il rischio di perdere importanti punti per la crescita del nostro atleta. In Fight Night Champions invece l’allenamento manuale darà sempre migliori risultati che quello automatico, invitando in questo modo l’utente a seguire da vicino l’evoluzione del proprio alter ego. Evoluzione ancora più realistica che in passato, dato che la parabola della nostra carriera sarà scandita dalla prepotenza fisica nei primi anni di attività per poi essere progressivamente sostituita da una maggiore conoscenza della disciplina che sopperirà la brillantezza e l’esplosività dei nostri colpi, esattamente come succede nella realtà.
Recensione Videogioco FIGHT NIGHT CHAMPION scritta da DRLETO Fight Night Champions appare già come la naturale evoluzione di uno dei titoli sportive meglio riusciti dello scorso anno. Il lavoro svolto da Electronic Arts non pare stravolgere il cuore del prodotto, ma a perfezionarlo ulteriormente tramite un motore grafico ancora più performante, una fisica ancora più accentuata in grado di rilevare al meglio i danni e la forza dei colpi e il Full Spectrum Punch Control il nuovo sistema di controllo dell’atleta. Queste novità affiancate ad un nuovo design della modalità carriera dovrebbe garantire l’ennesimo prodotto d’eccezione di questa storica saga. Rimanete con noi per tutte le prossime novità.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967