Recensione di Costume Quest

Copertina Videogioco Costume Quest
  • Piattaforme:

     PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Double Fine
  • Data uscita:

     Disponibile
8.8
Voto lettori:
9.0
- Accessibile a tutti
- Risate assicurate
- Buona longevità
- I puristi del RPG storceranno il naso
- Mancanza del multiplayer
A cura di Antony Locatelli (Antony) del
L'affollato periodo di uscite autunnali molto spesso induce i giocatori a focalizzare le proprie spese sui soliti titoli: l'ennesimo FPS o il solito action game sembrano essere il non plus ultra del ricco banchetto videoludico e si tende a non porre mai un occhio su quel piccolo orticello, ormai rigoglioso, rappresentato dai cosiddetti giochi Arcade. Mai errore sarebbe più grave...

Ma che bella festicciola!
Costume Quest è l'ultima fatica degli studi Double Fine, che dopo lo sperimentale Brutal Legend si sono buttati a capofitto in questa nuova avventura, esclusiva al mercato di distribuzione digitale.
Il gioco ha come protagonisti due giovani gemelli, Reynold e Wren, rispettivamente fratello e sorella, che essendosi trasferiti in un nuovo quartiere sceglieranno la notte di Halloween come loro biglietto da visita per tutto il vicinato. Prima di incamminarci per la tradizionale sfilata porta a porta in cerca di dolci, la madre, che andremo momentaneamente ad impersonare, si troverà tra le mani un arduo dilemma: chi sarà a prendere le redini del duo?Appena usciti di casa, a seconda della nostra scelta, vedremo rapire sotto i nostri occhi l'amato compagno di scorribande da uno sconosciuto mostro. O era un alieno: tanto è il terrore che non se ne distingue la razza! Per trarlo in salvo ci vedremo costretti ad intraprendere una lunga avventura, caratterizzata da un sistema di combattimenti preso di peso dai giochi di ruolo a turni, che a seconda del costume indossato trasformerà il nostro alter-ego in un supereroe, visto però dagli occhi del bambino: per esempio, se si sta indossando un costume di latta, nella battaglia prenderemo le forme di una sorta di Transformer, pronto a lanciare missili ed a sferrare pugni esplosivi. In battaglia avremo a disposizione due soli tipi di attacco, il primo base, mentre il secondo si caricherà con l'avanzare dei turni e scatenerà tutta la potenza d'attacco dei nostri costumi. I nemici contrattaccheranno prontamente, ma in nostro aiuto avremmo una serie di Quick Time Event che, se eseguiti in modo corretto, provvederanno a ridurre il numero di danni inflitti alla nostra controparte, costringendoci sempre a tenere alta l'attenzione sull'azione, rendendola meno noiosa e passiva. La serie di sfide a cui dovremmo sottoporci sarà sempre varia grazie all'enorme quantità di costumi a nostra disposizione, infatti se ad una prima occhiata si riveleranno differenti solo nell'estetica, proseguendo nel gioco prenderanno sempre più le fattezze e le peculiarità di vere e proprie classi, esattamente come avviene nei migliori giochi di ruolo; ad esempio il ninja potrà contare su una ferrea difesa, ma un attacco piuttosto debole, ed in battaglia si contraddistinguerà da tutta una serie di offensive secondarie, con magie curative o modificazioni di status nemico. Per dare maggiore profondità al tutto sono stati aggiunti i francobolli, acquistabili in vari mercatini sparsi per la mappa ed applicabili a ciascun costume, i quali andranno ad aggiungere un'ulteriore serie di bonus e malus alle battaglie.

Una cittadina da scoprire
Oltre ai combattimenti, Costume Quest offre una generosa sezione esplorativa, divisa in tre aree ben distinte, molto varie e piene di piccoli enigmi e strade secondarie. Inizialmente ci troveremo nel vicinato, dove potremmo raccogliere varie missioni, scoprire materiali per costruire nuovi costumi, dedicarci ai minigiochi o al classico dolcetto o scherzetto. Questa parte è senza ombra di dubbio la più riuscita, difatti, andando a bussare alle varie porte potremmo trovare a riceverci qualche simpatico vicino, addobbato nei più classici stereotipi del genere, oppure un mostro pronto a derubarci di tutti i nostri inseparabili dolciumi. I costumi avranno inoltre una particolare abilità da utilizzare al di fuori dei combattimenti, essenziale per raggiungere aree invalicabili o nascoste, come piccoli anfratti o claustrofobiche caverne, nelle quali potremmo imbatterci in numerose quantità di caramelle che poi andremmo a scambiare nei vari negozi in cambio degli utilissimi francobolli.

Quanti bei costumi
Le ambientazioni godono di un buon design, ma soprattutto di un'ottima componente tecnica, grazie all'utilizzo del cell shading: ad una prima occhiata si può subito notare una pulizia grafica sensazionale, forse un pò povera di dettagli, ma sostanzialmente solida, che coadiuvata da azzeccati effetti sonori riesce a dare vita ad un'atmosfera unica e indimenticabile. Tutto ciò si ripropone perfettamente nelle battaglie: mirabolanti attacchi speciali, magie ed esplosioni sono una gioia per gli occhi e per le orecchie, tanto da poterli tranquillamente paragonare a uno dei tantissimi lungometraggi animati tanto in voga negli ultimi anni. Come ottimo contorno non si può non menzionare l'eccellente lavoro svolto nella scrittura dei dialoghi, mai scontati e sempre pieni d'umorismo, che più di una volta riusciranno a strappare qualche sorriso, invogliando ad ascoltare ogni singola parola di tutti i vari comprimari.
Correlata a tutto questo è indubbiamente l'ottima riuscita della trama, che pur essendo un classico del genere, riuscirà con i consueti colpi di scena a districarsi con disinvoltura per tutta la durata dell'avventura, che si attesta sulle 5 ore abbondanti, centrando in pieno l'obbiettivo di spezzare l'azione, ma senza diluirsi troppo in frivoli fraseggi fini a sè stessi.
Recensione Videogioco COSTUME QUEST scritta da ANTONY In definitiva Costume Quest è un titolo completo, certamente le battaglie avrebbero potuto avere un maggiore spessore, ma si amalgamano perfettamente con l'atmosfera scanzonata della produzione, che fa del suo punto forte la simpatia e l'immediatezza, senza mai scadere nella mediocrità.
I 14 euro richiesti sono un prezzo irrisorio se paragonato ai prezzi dei blasonati colleghi che ricevono l'onore di essere distribuiti su supporto ottico, ma che ultimamente non sempre riescono a soddisfare appieno le esigenze di un pubblico sempre più sfaccettato ed esigente.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967