DLC Dante's Inferno - Pack Selva Oscura

Copertina Videogioco Dark Forest
  • Piattaforme:

     PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     EA Redwood Shores
  • Costo:

     4.99€ / 400 MP
  • Data uscita:

     03/2010
- Poco o niente - Longevità imbarazzante
- Pochissime locations
- Rapporto qualità prezzo pessimo
A cura di (Zartas) del
“Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura
ché la diritta via era smarrita”.

Dante, Inferno, I, vv. 1-3

E’ con il più famoso di tutti gli incipit della letteratura italiana che i ragazzi di Visceral Games ci prendono per mano e ci accompagnano nel viaggio dei 9 cerchi degli Inferi che costituiscono lo scenario di gioco di Dante’s Inferno. Il pack Selva Oscura è un DLC che aggiunge un’area di gioco in cui Dante dovrà fare il consueto scempio di creature demoniache durante il suo viaggio per raggiungere Firenze e la sua Beatrice.

Una ricetta che non paga
L’add-on si presenta come una breve avventura che vive di vita propria: esso sarà infatti selezionabile nel menù degli extra e quindi separato dal gioco vero e proprio, indipendentemente dalla sua natura prequelistica. Infatti il DLC, dopo lo splendido filmato in CG che apre il gioco vero e proprio, va a gettare il giocatore in medias res: Dante, dopo il momento di chirurgia fai da te che lo vede impegnato a cucirsi la caratteristica croce di stoffa sul petto, si vedrà coinvolto in un’imboscata al suo accampamento nei pressi della Selva Oscura. Purtroppo però, appena comincerete a menare le mani sarete inevitabilmente colti da un certo qual disappunto: non c’è infatti nessuna reale novità dal punto di vista degli avversari. I nemici che entreranno in campo per sfidare il nostro crociato non saranno altro che delle versioni con skin differenti degli inquietanti Diavoli e dei grotteschi demoni che popolano il girone dei lussuriosi.
L’impatto iniziale è quindi quello di assoluta familiarità: il giocatore si sentirà subito a casa, a maggior ragione in quanto le abilità di Dante saranno sbloccate per intero. Questa scelta ci è apparsa incomprensibile: se davvero il DLC nasce per colmare il gap narrativo fra la crociata ad Acri e il ritorno a casa di Dante, per quale motivo il nostro crociato possiede già la croce di Beatrice (acquisibile solo durante le prime fasi di gioco) e tutte le abilità della falce della Morte? Questi elementi poco convincenti possono tutt’al più essere interpretati come un’offerta per i giocatori con meno tempo a disposizione: senza bisogno di spolpare il gioco, potrete infatti trovarvi fra le mani un Dante al pieno delle sue potenzialità.

Puzzle e ricicli
A caratterizzare in maniera peculiare questo DLC è la componente puzzle che dovrà essere affrontata per riuscire a trovare la retta via all’interno della Selva Oscura. La foresta vedrà infatti al suo interno svariati portali che dovranno essere attraversati secondo un certo ordine per riuscire ad avanzare all’area successiva: nello specifico, la struttura del livello vedrà alcune aree maggiori alternarsi a dei trivi continuamente riciclati per la risoluzione dei semplici puzzle proposti. La quantità di quadri nuovi che vengono quindi presentati non raggiunge nemmeno la decina, il che è assolutamente inaccettabile considerato il prezzo a cui questo add-on viene proposto.
Chiave di volta per venire a capo dei puzzle saranno le tre famose fiere: forse alcuni di voi, tramite arcane reminiscenze liceali, potrebbero ricordare che Dante Alighieri nella Selva Oscura incontrò una lonza, un leone e una lupa, rispettivamente simboli di lussuria, superbia e avidità. Il team di Visceral Games ha deciso di introdurre queste tre belve nel DLC, senza però sfruttare nulla dell’eccezionale retroscena allegorico che le caratterizzava nella simbologia medievale: ridotte a mere statue funzionali alla risoluzione degli enigmi, le tre fiere perdono il valore metaforico che avevano nella Divina Commedia, e si presentano solo come tre citazioni prive di un qualsivoglia senso, tali anzi da apparire perfino fuori luogo.
Recensione Videogioco DANTE'S INFERNO - PACK SELVA OSCURA scritta da ZARTAS Il primo DLC proposto da Visceral Games per ampliare l’avventura di Dante’s Inferno si rivela, a nostro giudizio, come un'operazione commerciale imbarazzante ed una caduta di stile incresciosa. Venti minuti scarsi di gioco, nemici già noti che si presentano con skin differenti ed un numero di location talmente ridotto da farci restare increduli sono gli elementi di un’offerta che fatichiamo a consigliare anche ai più grandi fan di Dante’s Inferno. Il nostro parere è quindi quello di tenersi stretti i 4.99€ / 400 MP richiesti per il download per il prossimo –decisamente più promettente- DLC in arrivo, Trials of St. Lucia.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.