DLC BioShock 2: Sinclair Solutions Test Pack

Copertina Videogioco Bioshock 2: DLC
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Data uscita:

     11 Marzo 2010
- Utile per chi suole divorare il multiplayer online
- Relativamente economico
- Poche novità interessanti...
- ...che riguardano il solo multiplayer
- DLC rivolti su X360 a chi possiede un abbonamento Gold
A cura di (Mauro.Cat) del
Gli appassionati del mondo di Rapture così splendidamente dipinto da 2K Games attendevano con impazienza il primo DLC dedicato al secondo, gradevolissimo, episodio di Bioshock. La prima espansione disponibile fin dal primo giorno di disponibilità sui vari Marketplace o PSN, intitolata Sinclair Solutions Tester Pack, ha subito colpito il pubblico per una caratteristica piuttosto originale (simile a quella già riscontrata con un’espansione riguardante Resident Evil 5). Il DLC risulta infatti piuttosto agevole da scaricare grazie ad una dimensione complessiva di circa 108 Kb su X360 ed addirittura 24 Kb su PC. Vista la situazione sono montate le polemiche da parte dei giocatori di tutto il mondo. Il primo DLC disponibile è infatti, su ammissione degli stessi sviluppatori, già disponibile sul disco originale che si acquista regolarmente nei negozi. Il pagamento di un (piccolo) extra consente non tanto di installare qualcosa di nuovo creato successivamente allo scopo di arricchire l’esperienza globale, quanto di sbloccare un prodotto già presente su disco. Questo “nuovo” contenuto ottenibile a poco meno di quattro euro riesce ad apparire ancor più indigesto una volta che si conoscono le caratteristiche che lo contraddistinguono.
Il Sinclair Solutions Tester Pack, infatti, non è altro che una serie di marginali extra dedicati al multiplayer e pertanto assolutamente inutilizzabile da chi non è solito partecipare alle sfide online. Ripetiamo ai meno attenti di non scaricare il suddetto DLC se non si è intenzionati a partecipare al multiplayer online o se si ha intenzione di affrontarlo con leggerezza senza dedicargli una grande attenzione (senza cioè raggiungere i livelli più avanzati).

Le novità nel dettaglio
Chi ha seguito con attenzione lo sviluppo della vicenda probabilmente conoscerà già gli extra disponibili che per completezza andiamo ora ad elencare. Le novità riguardano cinque differenti categorie. Il nuovo DLC permette infatti di ottenere:

- Aumento del livello fino alla classe 50
- 20 nuovi obiettivi
- Un upgrade al terzo livello per le armi
- Cinque maschere aggiuntive
- Due nuovi personaggi sbloccabili

A questo elenco va aggiunta una piccola postilla. Alcuni degli obiettivi disponibili verranno sbloccati solo quando, e se, il giocatore supererà il quarantunesimo livello.
Oltre al potenziamento delle armi, la novità di maggior spessore possono essere ritrovate nei due nuovi personaggi giocabili: Louie McGraff e Oscar Calraca.
McGraff è un ex detenuto, imbarazzante nella sua semplice caratterizzazione, che giunge a Rapture lavorando al porto. Il personaggio è piuttosto apprezzato in rete e vanta già una buona presenza nelle partite online.
Molto più curioso è invece Oscar Calraca, un giovane uomo di colore che ha trovato il successo a Rapture grazie alla produzione di cosmetici. Elegante e raffinato, sempre al centro del gossip, viene descritto dagli stessi sviluppatori come un grande amatore ed un grande combattente. Anche il secondo personaggio risulta piuttosto comune nelle partite online. Proprio la diffusione dei due nuovi protagonisti è sintomatica dell’impatto positivo sull’utenza in rete di questa prima espansione.

A noi cosa resta?
Cercando di analizzare a mente serena il DLC proposto da 2K Games non possiamo giungere ad una conclusione che riesca a mettere d’accordo i giocatori. La prima espansione non risulta pertanto giudicabile con un voto numerico a causa dei contenuti presenti realmente ridotti, quasi di nicchia aggiungeremmo, che si rivolgono ad una ristretta cerchia di giocatori. La versione per X360, testata per la recensione, mostra come il contenuto abbia ottenuto un discreto successo di pubblico (probabilmente anche grazie ad un prezzo ridotto) e quindi di essere stata apprezzata dall’utenza interessata al multiplayer.
Anche sull’onestà commerciale dell’iniziativa non è facile esprimere un giudizio. In effetti i contenuti non sono indispensabili per l’esperienza di gioco e rappresentano la classica ciliegina sulla torta per gli appassionati. Certo il fatto che il DLC fosse già presente su disco rappresenta una sorta di colpo basso che non possiamo del tutto ignorare specie in questi tempi di crisi.
D’altro canto non possiamo che sottolineare la buona esperienza online offerta da Bioshock 2 che grazie a questo piccolo DLC riesce ad integrarsi e a garantire una ulteriore longevità.
Nel complesso ci troviamo di fronte ad un piccolo extra (gradito) che però era già presente su disco (sgradito) e che funziona per quel poco per cui è stato concepito. Sta alla coscienza ed allo stile di gioco di ognuno decidere se scaricarlo o meno. Certo che chi non è solito andare oltre una rapida prova dell’online non troverà nessuno stimolo in questo Sinclair Solutions Tester Pack.
Recensione Videogioco BIOSHOCK 2: SINCLAIR SOLUTIONS TEST PACK scritta da MAURO.CAT Il primo DLC di Bioshock 2 si rivela nel complesso deludente. La scelta di far pagare agli utenti un contenuto già presente su disco non rappresenta un buon biglietto da visita e la poca utilità degli extra sbloccabili rende il tutto ancor più amaro. Gli amanti del multiplayer online ad oltranza troveranno però interessante la presenza dei due nuovi personaggi utilizzabili, qualche potenziamento alle armi ed altri dettagli che per la stragrande maggioranza dell’utenza potrebbero risultare invece di poco conto. Senza entrare nelle questioni economiche e nelle scelte societarie, condivisibili o meno, Sinclair Solutions Tester Pack finisce per risultare un prodotto globalmente insipido e rivolto esclusivamente a chi sfrutta la modalità multiplayer online. Tutti coloro che si aspettavano un’espansione dell’avventura principale o che, nel caso di Xbox360, non possiedono un abbonamento Gold non avranno ragioni per acquistare questo DLC. Se invece siete degli stacanovisti del multiplayer e non vedete l’ora di mettere le mani sulle (poche) novità da sfoggiare negli scontri online potreste fare un pensierino su questo add-on che poco di interessante offre al giocatore medio. Un DLC che essendo talmente poco incisivo sulla qualità della partita risulta non giudicabile e che lascia spazio, come non mai, ai gusti ed alle preferenze del singolo giocatore.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.