Anteprima di Splinter Cell Conviction

Copertina Videogioco Splinter Cell
  • Piattaforme:

     PC, Xbox 360
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Ubisoft
  • Data uscita:

     Disponibile (Xbox 360 - PC) - Disponibile (MAC)
ASPETTATIVE
- Tante modalità di gioco
- Split screen
- Molto violento e maturo
A cura di (drleto) del
Tante volte rimandato quanto atteso da tutta l’utenza Microsoft, Splinter Cell Conviction si mostra finalmente in forma compiuta, come codice giocabile completo dei primi capitoli della modalità storia e di un assaggio delle tante opzioni multigiocatore. Ubisoft sembra infatti aver preparato un piatto davvero ricco per il ritorno di Sam Fisher: andiamo a scoprire nei dettagli le prime impressioni su questo attesissimo seguito.

Solo play
La storia di Splinter Cell Conviction parte da La Valletta, la capitale di Malta, dove Sam Fisher si sta lentamente riprendendo dagli sconvolgenti eventi che hanno chiuso Double Agent. Nonostante siano passati più di due anni dalla morte di Sarah, Sam continua a pensare a lei, al momento nel quale la figlia ha scoperto il suo lavoro e non riesce ancora a darsi pace, convinto che la sua morte sia dipesa dalla sua professione.
Third Echelon non ha comunque intenzione né può permettersi di perdere le tracce di un uomo così capace e letale. Sarà infatti l’agenzia governativa statunitense a mettere in allarme Fisher e salvarlo da un gruppo di terroristi con l’intenzione di eliminarlo nel bel mezzo di un’affollata piazza cittadina. Sarà così che dopo pochi preamboli ci getteremo sulle tracce del capo dell’organizzazione che ci voleva eliminare, dimostrando di non aver perso lo smalto dei bei tempi.
Come da tradizione la forza di Sam Fisher è la sua abilità a muoversi tra le ombre, laddove l’oscurità maschera le sue letali e silenziose mosse. Attraverso un sistema di coperture dinamiche scivoleremo alle spalle di un ignaro nemico e lo neutralizzeremo. Con un’unica, violenta esecuzione. Questo ci permetterà di attivare un sistema di mark col quale poter segnalare gli avversari ed eliminarli attraverso la pressione del tasto Y, che innescherà uno spettacolare bullet time nel quale vedremo i nostri colpi andare a segno automaticamente. Questa meccanica incentiva i giocatori a muoversi furtivamente per uccidere gli avversari con un colpo ravvicinato, in modo da semplificare enormemente il successivo scontro a fuoco. Infatti, nonostante il deciso taglio action, Splinter Cell Conviction rimane uno stealth e basteranno pochi colpi per vedere Sam terminare ingloriosamente la missione. Dovremo quindi essere bravi a scivolare tra le coperture, nasconderci negli anfratti e sfruttare tubi e sporgenze a nostro favore. Con un interfaccia ridotta alla semplice indicazione dei proiettili dell’arma in uso, sarà il colore dello schermo ad indicarci se siamo nascosti. Quando i vivaci colori di La Valletta saranno visibili vorrà dire che gli avversari potrebbero notare la nostra presenza, mentre un ispirato bianco e nero indicherà un perfetto mimetismo. Torneranno dunque tutte le meccaniche di distruzione delle fonti di luce per rimanere celati nell’ombra, o la possibilità di fuggire e nascondersi, prima che i nemici raggiungano l’ultima posizione nota. Un altro effetto molto scenografico sarà il comparire degli obiettivi di gioco o di alcuni filmati esplicativi direttamente sull’ambientazione, tali da fondersi con la scenografia e non spezzare l’azione, in questo moda davvero molto fluida e continua. Un'altra novità rispetto al passato, che va a sottolineare il taglio molto più maturo e violento del titolo è la possibilità di interrogare alcuni personaggi chiave in maniera piuttosto brusca, facendo un uso al quanto originale di finestre, porte e persino water.
La modalità campagna sembra entrare subito nel vivo e porterà Sam a collaborare con vecchie conoscenze per salvare la propria vita e perché no, nel frattempo sventare un misterioso complotto internazionale.

Tu gust is megl che uan
Ad accompagnare una storia che dovrebbe assestarsi all’incirca sulle otto ore di gameplay vi saranno diverse modalità da giocare in compagnia con un amico. La prima è una vera e propria campagna, nella quale due giocatori vivranno gli avvenimenti appena precedenti l’avventura di Sam. Le meccaniche saranno molto simili a quelle per il singolo giocatore, con in più alcune azioni, come aprire una determinata porta blindata, da compiere grazie all’ausilio del partner o la possibilità di eseguire le uccisioni di avversari marcati dal proprio compagno. Inoltre i due agenti protagonisti dell’avventura saranno completamente accessoriati cosa che permetterà loro di usare tutta una serie di gingilli in grado di individuare nemici nascosti o vedere attraverso l’oscurità. Anche in questa modalità sarà possibile potenziare le proprie armi in modo da massimizzarne potenza, precisione o il numero di marchi che è possibile utilizzare.
La campagna cooperativa conterà altre 4/6 ore di gioco effettivo alle quali si aggiungeranno altre quattro modalità multi giocatore. Esse prenderanno il nome di Hunter, Last Stand, Face Off ed Infiltration, comunque giocabili anche in singolo.
Hunter vi vedrà impegnati ad eliminare un numero prefissato di guardie, che pattugliano un ambiente chiuso. Ogni volta che verremo individuati vedremo il sopraggiungere di altri cinque avversari ed andremo avanti fino alla completa pulizia dell’area o la nostra sconfitta. Last Stand sarà invece una sorta di Orda nella quale dovremo resistere a ondate di nemici intenzionati a distruggere un ordigno in nostro possesso. Face Off vede invece due giocatori sfidarsi per scoprire chi è l’assassino più abile, mentre Infiltration richiederà di eliminare tutti i nemici presenti sullo stage, con in più la preoccupazione di evitare i diversi sistemi di sicurezza.
Di sicuro un’offerta piuttosto ricca e variegata che non mancherà di rendere piuttosto corposo questo Splinter Cell Conviction.

Unreal Engine
Splinter Cell Conviction è uno dei molteplici prodotti a fare uso dell’Unreal Engine 3. Il lavoro svolto è di ottima fattura con ambientazioni ricche di dettagli e un framerate piuttosto stabile. Nella versione a nostra disposizione si nota un tearing piuttosto evidente, che si spera venga eliminato prima dell’uscita nei negozi.
Dal punto di vista sonoro abbiamo potuto apprezzare la presenza di una completa localizzazione in italiano, che seppur non ancora ottimizzata nelle sincronie, lascia intuire lo sforzo di Ubisoft per questo prodotto.
La longevità sembra sulla carta uno dei punti di forza di Splinter Cell Conviction, tre modalità di gioco da affrontare da soli o in compagnia di un amico, anche in split screen, tutte molto varie e ben caratterizzate dovrebbero garantire divertimento anche sul lungo periodo. Prima di sbilanciarci però dovremo attendere il codice di gioco definitivo, ormai non troppo lontano dato che la data di rilascio è prevista per il prossimo 15 aprile.
Recensione Videogioco SPLINTER CELL CONVICTION scritta da DRLETO Splinter Cell Conviction si è mostrato un titolo molto valido, nonostante la difficile gestazione. Meccaniche di gioco collaudate si amalgamano con nuove intuizioni, oltre che con piccoli tocchi di classe capaci di caratterizzare tutta la produzione. Un comparto grafico non ancora perfetto e l’effettiva validità della trama sono gli aspetti da valutare per comprendere al meglio le potenzialità del gioco Ubisoft. Rimanete dunque con noi per tutti gli aggiornamenti di questo attesissimo prodotto.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.