Recensione di Mortal Kombat X

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Picchiaduro
  • Sviluppatore:

     NetherRealm Studios
  • Distributore:

     Warner
  • Lingua:

     Italiano
  • Data uscita:

     14 aprile 2015 - 4 marzo 2016 (Mortal Kombat XL) - 4 ottobre 2016 (XL su PC)
- Costumi Extra per la versione finale
- Gratuito
- Ottimo comparto tecnico
- Nessuna skill richiesta
- Micro transazioni pesantissime
- Consumo di batteria decisamente elevato
- Ripetitivo fino alla morte
A cura di (FireZdragon) del
Il 14 aprile, salvo rotture dei vari day one, arriverà in Italia l'attesissimo Mortal Kombat X e mentre i comuni mortali sognano fatality e si arrovellano per scoprire le nuove combo cercando di seguire i vari leak, streaming non autorizzati e video apparsi in rete, Warner Bros ha ben pensato di uscire su App store con l'applicazione gratuita dedicata al loro prossimo picchiaduro.
Togliamoci subito ogni dubbio quindi: quello che andiamo a recensire oggi non è assolutamente il gioco completo o un porting su cellulare, quanto una mera operazione commerciale per spingere ulteriormente il marchio prima della sua comparsa sugli scaffali dei negozi e nulla ha da spartire con il vero Mortal Kombat X se non qualche mossa truculenta, l'ambientazione e vari sbloccabili, esattamente come fece Injustice Gods Among Us a suo tempo.



No Skill Kombat X
Mortal Kombat X, non ce ne vogliate ma l'applicazione ha il nome esatto del gioco completo, è un mix tra il combattimento 1vs1 a semplici tap visto in migliaia di software similari e i giochi di carte collezionabili, dove con l'accrescere dell'esperienza e l'acquisizione di un numero sempre più consistente di monete sarà possibile acquistare pacchetti di espansione e potenziamenti per progredire attraverso i vari livelli.
Il segreto del gioco, quindi, sta tutto li: giocare il più possibile per ricevere il maggior numero di ricompense e poi spendere tutto sperando nella buona sorte. L'abilità del giocatore, per l'appunto, non viene praticamente considerata.
Per iniziare vi verrà così assegnata una squadra casuale composta da tre guerrieri, rappresentati in gioco da tre semplici carte di bronzo. Solitamente i guerrieri di bronzo sono personaggi secondari, mentre proseguendo nel gioco sarà possibile iniziare a collezionare via via eroi sempre più caratteristici e forti, passando dalle carte argentate con Kano, Scorpion e Johnny Cage fino ad arrivare a quelle oro con tanto di varie specializzazioni dei protagonisti più blasonati.
Potrete quindi ad esempio creare un team composto da tre Kenshi con statistiche differenti, o mischiare i vari personaggi per dare vita a un team più bilanciato.
A tutto questo vanno ovviamente ad aggiungersi altre carte da poter collegare ai Kombattenti, siano esse di semplice supporto utili ad esempio per aumentare il numero degli HP o armi per potenziare danni e mosse speciali.
Guadagnare denaro per ottenere questa tipologia di carte non è esattamente un gioco da ragazzi e se pensiamo che in media i combattimenti iniziali vi ricompenseranno con solo qualche centinaio di monete, fare il conto di quanto tempo servirà per poter acquistare alcuni personaggi intermedi, che ne costano la bellezza di 75.000, non lascia esattamente di buon umore.
L'alternativa è ovviamente quella di affidarsi alla fortuna e comprare pacchetti di carte casuali, ma anche in quel caso il costo non è proprio accessibile, attestandosi attorno alle 35.000 monete.
Essendo free to play il titolo spinge ovviamente l'acceleratore sulla volontà di farvi utilizzare le micro transazioni per acquistare le monete con pacchetti dai due agli ottanta euro. Nello shop sarà così possibile acquistare oro o anime, valuta ulteriore per accaparrarsi le carte d'oro, ancor più rare e potenti delle altre due tipologie.



Voglio fare un gioco con te
La struttura ludica di Mortal Kombat X, non si discosta poi molto da quella vista negli altri free to play, con un tabellone costellato di livelli singoli da affrontare in precisa successione, prima di poter arrivare allo stage finale.
In questo caso saranno le classiche torri di sfida a frapporsi fra voi e il vostro obiettivo, abbracciando al loro interno un numero variabile di combattimenti e sfide mortali. Il gameplay è quanto di più semplicistico possiate immaginare e, una volta iniziato il combattimento, tutto quello che dovrete fare sarà toccare come forsennati lo schermo, cercando il timing giusto per inserire i vostri attacchi nella difesa degli avversari. Non c'è modo di decidere quale tipo di colpo portare e ad ogni tap il vostro personaggio eseguirà un attacco legato automaticamente ad altri in combo da tre/quattro hit, una meccanica da ripetere fino all'esaurimento della vita del contendente. Qui entra in gioco tuttavia il fattore bilanciamento, tutto a favore ovviamente delle carte rare che causeranno danni molto più alti e potranno sopportare un numero ulteriore di attacchi. A questo divario si inseriscono poi alcune mosse speciali, che vanno dalle classiche x ray a proiettili di varia natura, con quelle più forti sbloccabili ovviamente ai livelli avanzati. L'assenza di qualsivoglia tipologia di skill, per attivare le suddette abilità, dovrete infatti solo toccare l'icona dedicata, rende impossibile sconfiggere carte di livello molto superiore al vostro, relegando il tutto come detto precedentemente al mero farming.
In un paio d'ore di gioco la noia viene presto a galla e il lato collezionabile che il titolo mette in mostra non riesce a fare differenza. Non bastano nemmeno sfide giornaliere speciali e prove di forza bonus all'interno delle torri per spezzare la monotonia: la ciclicità del gioco è un tunnel senza fine.
Allora perché anche solo prendere in considerazione l'idea di giocare alla versione Mobile di Mortal Kombat X? Semplice, perché solo qui potrete ottenere dei costumi extra fuori di testa per la versione completa del gioco, motivo più che valido per passarci sopra qualche ora del vostro tempo.
Fanno la loro comparsa in questa occasione farmer jax e Johhny Cage Mimo ma anche altri completi nella loro versione Classica, chicche che i fan non possono davvero lasciarsi scappare.
Di contro il gioco, pur omettendo qualsiasi riferimento alla storia di questo nuovo capitolo, presenta alcuni personaggi inediti e spoilerosi che forse preferireste non incontrare e mostra anche alcune fatality e Xray che potreste non volervi rivelare con così tanto anticipo. Chiudiamo infine aggiungendo che il 14 aprile verranno aperti i portali per i combattimenti tra fazioni, dove i giocatori potranno contribuire combattendo contro l'IA per ottenere a fine sessione ulteriori gold e premi.
Recensione Videogioco MORTAL KOMBAT X scritta da FIREZDRAGON Nonostante la buona grafica, Mortal Kombat X non riesce proprio a mettere in mostra nulla che non si sia già visto. Rispetto alla versione Mobile di Injustice, l'applicazione semplifica ulteriormente il gameplay di base, appesantendo ancora di più il valore delle micro transazioni, due elementi che da soli ci farebbero stare alla larga dalla produzione. I costumi alternativi tuttavia e alcuni altri extra da sbloccare nella versione completa del titolo potrebbero essere un motivo più che sufficiente per buttarsi nella mischia. A vostro rischio e pericolo, s'intende.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.