Recensione di Dream Revenant

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Bulkypix
  • Lingua:

     Inglese, sottotitoli in italiano
  • Data uscita:

     Disponibile
- Coinvolgente ed emozionante
- Colonna sonora
- Alta rigiocablità
- Storia intrigante
- Ampia libertà di movimento
- Comandi spesso poco efficaci
- Qualche lacuna grafica
A cura di (SamWolf) del
1,79€ (prezzo di lancio), provato su iPad Air, applicazione universale, richiede iOS 6.0 o versioni successive, compatibile con iPod Touch, iPad e iPhone.

In un mercato come quello mobile, caratterizzato da un'ampia offerta di puzzle game e di prodotti destinati a un pubblico casual, è difficile riuscire a incontrare un titolo che sappia catturare il giocatore fornendo una storia coinvolgente e a tratti anche emozionante. È questo il caso di Dream Revenant, applicazione che porta la firma di Bulkypix e di Speed Bump Studio.

Un viaggio onirico
Carson Hugh. Indossate le cuffie del vostro dispositivo e dimenticatevi chi siete. Per tutta la durata di Dream Revenant, non sarete altro che Carson Hugh. Spesso un lettino di un ospedale, come molte altre cose nella vita, può essere non solo un capolinea ma anche un nuovo punto di partenza. Senza rivelare alcun contenuto sulla trama del gioco, di fatto la nostra avventura in Dream Revenant inizierà proprio da un lettino d'ospedale. Da qui partirà un cammino surreale e onirico, in un mondo vivo, che a volte ci sarà ostile mentre in altri casi ci aprirà la strada verso la giusta via; con una visuale in prima persona avremo la libertà quasi totale di esplorare un'area di quattro acri e di scovare misteri all'interno di case e luoghi surreali.



Per spostarci potremo utilizzare un pad virtuale, situato nella parte sinistra del nostro schermo; in aggiunta a ciò dovremo trovare e raccogliere oggetti sparsi nel mondo: questi saranno fondamentali per riuscire a interagire e a superare gli ostacoli che incontreremo lungo il cammino. Benché siano estremamente semplici, i comandi di gioco non risponderanno sempre in maniera ottimale: talvolta infatti ci troveremo bloccati tra qualche masso senza avere opportunità di uscirne, salvo con il riavvio dell'applicazione. Queste noie sono comunque sopportabili e non vanno a rovinare troppo l'esperienza di gioco, arricchita anche da una colonna sonora superlativa in grado di guidarci ed emozionarci in ogni angolo e sfaccettatura di questa storia scavata nella memoria del nostro personaggio.

La giusta chiave di violino
Poter definire con precisione il genere di appartenenza di Dream Revenant è difficile. L'applicazione di fatto altro non è che un viaggio, un viaggio interattivo e particolare nella mente e nei ricordi di Carson Hugh; lungo questo percorso ci saranno dei piccoli enigmi la cui risoluzione non richiederà uno sforzo eccessivo. Il vero scopo del titolo firmato Speed Bump Studio è quello di accompagnare il giocatore, facendolo immergere totalmente in questa vicenda fino al punto di riuscire a identificarsi con lo stesso protagonista. Il lavoro effettuato sulla trama e la colonna di Dream Revenant è senza dubbio di prim'ordine ma non si può dire altrettanto per quanto concerne il comparto grafico. Questo aspetto rivela infatti tratti contrastanti: da un lato è in grado di offrire scenari e paesaggi meravigliosi, mentre dall'altro mostra la pochezza nella cura dei dettagli. I modelli poligonali degli oggetti sono trattati in modo sommario e non di rado ci capiterà di trovare massi e o alberi che ricordano più delle forme geometriche che degli elementi naturali.



La ricchezza del gioco non si esaurisce però con la sola storia o “campagna principale”. Al di là del fatto che questa abbia due differenti finali (dandoci solo con questo elemento un valido motivo per riprendere in mano il titolo), nel mondo onirico di Dream Revenant ci saranno sparsi e nascosti dei violini; sarà nostro compito riuscire a trovarli tutti per sbloccare dei contenuti aggiuntivi. Questa caccia al tesoro diventerà, una volta completato il gioco, una vera e propria modalità di gioco che se completata con successo ci permetterà di accendere a nuovi, onirici, contenuti bonus. Infine potremo scegliere di ripercorrere l'avventura di Carson Hugh sotto delle differenti luci, per continuare a esplorare così questo sogno ricorrente.
Recensione Videogioco DREAM REVENANT scritta da SAMWOLF Dream Revenant è un viaggio. Un viaggio surreale in un mondo onirico; la storia raccontata dai ragazzi di Speed Bump Studio è capace di coinvolgere ed emozionare il giocatore, grazie anche a una colonna sonora creata appositamente per il gioco. Il titolo è consigliato a tutti coloro che cercano qualcosa di diverso, qualcosa in grado di regalare sensazioni difficilmente riscontrabili altrove nel vasto panorama del mercato mobile.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.