Recensione di Transformers: Age of Extinction

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Mobage
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Disponibile
- Ambientazioni varie...
- Comandi intuitivi
- ...ma mal realizzate
- Acquisti In-App invasivi
- Livello grafico scarso e con qualche difetto tecnico
- Gameplay ripetitivo
- Necessita la connessione a internet
A cura di (SamWolf) del
Gratuito, provato su iPad Air, applicazione universale, disponibile per iOS e Android

L'appunto è ormai fisso: a ogni film di un certo genere e di un certo blasone segue immancabilmente un titolo videoludico a esso dedicato. Questa volta è il turno di Transformers: Age of Extinction. L'applicazione, sviluppata dallo studio Mobage, si presenta come un endless runner dove il nostro compito sarà quello di completare le missioni ed eliminare i nemici che si frapporranno lungo il nostro cammino.

Corri Transformers, corri!
I ragazzi di Mobage, per sviluppare il gioco ufficiale di Transformers: Age of Extinction, hanno pensato di fare affidamento a uno dei generi più usati (e abusati) presenti sul mercato mobile: quello degli endless runner. Nell'applicazione infatti dovremo impersonare diversi Autobot e sconfiggere i Decepticon che proveranno ad arrestare la nostra corsa.
A differenza dei “classici” titoli di questo genere, in Transformers: Age of Extinction non ci dovremo limitare a correre ed evitare gli ostacoli inclinando il nostro dispositivo, ma dovremo anche affrontare e combattere un'orda di nemici senza fine. I comandi di gioco ben si adattano agli schermi touch: il nostro Autobot correrà automaticamente mentre inclinando il dispositivo potremo spostarci verso destra o verso sinistra; sul display compariranno invece quattro icone per quattro differenti funzionalità: sparare, eseguire un attacco Melee, saltare o trasformare il nostro personaggio in veicolo, e viceversa.



L'avventura del gioco si svolgerà lungo diverse località degli Stati Uniti, dove dovremo superare specifiche missioni: per un livello infatti ci verrà chiesto di raggiungere un determinato punteggio, mentre in un altro dovremo sconfiggere un preciso numero di Decepticon oppure raccogliere la quantità di Energon Pack richiesta. Se riusciremo a completare con successo una di queste missioni potremo superare il livello e ottenere così una stella. Per ogni stage potremo ottenere un massimo di tre stelle: queste saranno fondamentali per sbloccare nuovi personaggi. Tra le ulteriori meccaniche del gioco, potremo potenziare i singoli elementi di ogni Autobot, investendo gli Energon Pack o sfruttando gli acquisti In-App oppure potremo migliorare il livello dei nostri personaggi per aumentarne le caratteristiche di base.

La corsa verso l'estinzione
Il gameplay del gioco si basa sulle qualità ormai solide e consolidate di questo genere, risultando certamente intuitivo e gradevole ma anche estremamente ripetitivo e poco vario. Dal punto di vista grafico, Transformers: Age of Extinction non raggiunge il più alti livelli possibili mostrando anche qualche difetto tecnico: talvolta, infatti, l'ambiente attorno a noi (non realizzato in modo impeccabile) sarà distruttibile sotto la forza dei nostri colpi, mentre altre volte ciò non risulterà possibile. La realizzazione dei Transformers stessi è discreta, ad eccezione di quando assumono la forma di veicolo: in questo caso il risultato appare insufficiente, e nel complesso il titolo non riesce a dare un pieno senso di soddisfazione sotto questo punto di vista.



Essendo un titolo “gratuito”, la presenza degli acquisti In-App nel lavoro dei ragazzi di Mobage è inevitabile. Questi saranno fondamentali per avere un'esperienza di gioco senza limiti e senza dover attendere che il nostro serbatoio di energia sia pieno; inoltre, ci potranno garantire l'acquisto delle migliori componenti e delle migliori armi, permettendoci di costruire il team di Autobot dei nostri sogni.
Un ultimo elemento che non volge a favore di Transformers: Age of Extinction è la necessità di avere il proprio dispositivo connesso a internet per poter giocare (e per poter vedere il trailer della pellicola cinematografica). Questa richiesta risulta decisamente inutile e superflua, data l'assenza di ogni parvenza di modalità multiplayer o di qualche classifica online.
Recensione Videogioco TRANSFORMERS: AGE OF EXTINCTION scritta da SAMWOLF Transformers: Age of Extinction è l'ennesimo titolo tie-in che sfrutta il nome e il blasone della pellicola cinematografica senza offrire qualcosa di realmente stimolante e innovativo. Basato su un gameplay ormai ben conosciuto e consolidato, il titolo offre un livello grafico di certo non elevato e con qualche significativo difetto tecnico. Gli acquisti In-App si rivelano inoltre determinanti per avere un'esperienza di gioco continuativa. Infine, la necessità di una connessione a internet persistente per poter giocare, fa sì che difficilmente l'applicazione firmata Mobage resterà a lungo installata sui tablet o sugli smartphone dei giocatori.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.