Recensione di Ruzzle Adventure

- E’ gratis e con acquisti in-app trascurabili
- Una valanga di livelli
- Il cervello lavora
- E’ un Ruzzle a tutti gli effetti…
- …e potrebbe aver stancato qualcuno
- Vocabolario ancora non completissimo
A cura di (ViKtor) del
L’Italia è un popolo di santi, poeti e navigatori. E, dal 2012, di giocatori di Ruzzle. Un fenomeno, quello avviato da MAG Interactive, divenuto di proporzioni globali, al punto da coinvolgere cinquanta milioni di giocatori. E noi, che siamo tra i paesi al mondo con la più alta concentrazione di smartphone, non potevamo certo esimerci dal parteciparvi.
Due anni dopo quello straordinario successo, lo studio svedese propone una variante single player della formula originale, divertendosi a complicarci la vita con una serie di puzzle.
E’ proprio il caso di dire che quando le parole non bastano più, arriva Ruzzle Adventure.


Il potere della scrittura
Le meccaniche di base di Ruzzle dovrebbero ormai essere note a tutti: si tratta di comporre il più alto numero di parole nel minor tempo possibile utilizzando uno scacchiere di lettere. Se tale semplicità è stata un’arma vincente in ottica multiplayer, per drogare il giocatore solitario serviva qualcosa di più. La soluzione è stata trasformare il plot in un percorso a missioni attraverso tre isole (sbloccabili progressivamente), condendo ogni livello con differenti rompicapo, risolvibili, ovviamente, formulando vocaboli.
La varietà degli enigmi è buona e viene valorizzata da una curva di difficoltà che cresce con intelligenza. Gli obiettivi spaziano dal distruggere caselle di melma, di legno o di pietra, fino all’eliminare intere colonne di lettere per liberare alcune gemme colorate o al trasportare una chiave verso una speciale cella-serratura. Nei casi appena descritti il timer non scorre, permettendo di ragionare con calma e cercare il massimo punteggio possibile, sfruttando anche i moltiplicatori che compaiono a schermo. Diverso il discorso per i puzzle “acquatici”, in cui si è chiamati a scalare la scacchiera per scappare dalla sempre crescente quota del liquido: qui le cose si complicano e la velocità di reazione diventa una variabile fondamentale, proprio come lo era nell’originale Ruzzle.
Le meccaniche funzionano bene e compongono un gameplay assai eterogeneo, arricchito da sporadiche boss-fight in cui simpatici personaggi vanno abbattuti a suon di bombe.
Per chi si trovasse in preda a raptus rabbiosi, magari bloccato nella foresta da una missione particolarmente odiosa, il gioco mette a disposizione alcuni power-up e aiutini al prezzo di qualche moneta. Le monete, indovinate un po’, sono ottenibili superando i livelli o tramite acquisti in-app: Ruzzle Adventure, infatti, è scaricabile gratuitamente ma propone scorciatoie per chi decide di spendere qualche soldino vero, nella più tipica filosofia freemium.
A dire la verità, l’unico vantaggio concreto portato dalle transazioni è l’avere a disposizione un alto numero di cuori, necessari per ripetere i livelli falliti. Davvero utile? No: vi accorgerete presto che difficilmente ne avrete bisogno e, in ogni caso, si tratterebbe di aspettare pochi minuti per ritrovarvi con le scorte piene. Ecco un altro piccolo grande pregio di un titolo coraggioso e complessivamente riuscito.
Proprio nessun difetto? Beh, a voler essere pignoli, ne abbiamo notati principalmente due: il vocabolario si è ampliato ma tradisce ancora qualche lacuna e, se non vi piaceva il capitolo originale, questo non vi farà sicuramente cambiare idea. Dettagli, insomma.


Sì, amore. Ancora una partita e vengo a fare il bagno.
La mappa di Ruzzle Adventure, ovvero la schermata che ci accoglie all’apertura della App una volta completata la prima missione, richiama ambientazioni esotiche e misteriose. Palme, foreste e vulcani fanno da sfondo alle tre coloratissime isole di gioco le quali, messe insieme, compongono più di 150 livelli.
La longevità è un altro punto forte del titolo, grazie anche alle opzioni social: l’immancabile collegamento al proprio profilo facebook permette di bullarsi con gli amici per un punteggio particolarmente alto o di lanciare sfide all’ultima…parola.
Insomma, a meno che le meccaniche di base di Ruzzle non vi abbiano ormai nauseato, qui c’è altra roba addictive da scaricare senza remore e da portarsi in vacanza.
Recensione Videogioco RUZZLE ADVENTURE scritta da VIKTOR Ruzzle Adventure cavalca l’onda del fortunatissimo fenomeno social che tutti conosciamo e prova a rinvigorirne la forma, proponendone un’interessante variante fatta di puzzle e rompicapo. Nonostante la pesante svolta single-player difficilmente gli permetterà di ripetere i milioni di download del predecessore, la sua natura freemium e il sapore molto “estivo” lo rendono il perfetto passatempo da portare sotto l’ombrellone.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.