Recensione di Global Archer

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Sportivo
  • Data uscita:

     28 Aprile 2014
- Idee innovative
- Gameplay ripetitivo
- Sfide gestite male
- Modalità di gioco troppo simili
A cura di (FraFont) del
Global Archer, distribuito da Aunt Mary LLC per iOS, è un titolo interessante che tenta di innovare la classica atmosfera dei giochi riguardanti il tiro con l’arco.  Il gioco sfrutta Google Maps per ambientare il classico tiro al bersaglio nel mappamondo, mentre si fa uso del giroscopio del dispositivo per permetterci di orientare e regolare la mira prima di scoccare una freccia. Dovremo inclinarlo e ruotarlo e infine caricare il colpo e rilasciarlo al momento giusto. Ogni volta che scoccheremo una freccia la telecamera si muoverà, seguendola fino al bersaglio; sarà anche possibile salvare il replay. La posizione che occuperemo sulla mappa sarà la nostra effettiva posizione, la app rileverà la località in cui ci troviamo e ci posizionerà di conseguenza. Le premesse per un gioco dal gameplay interessante ci sono tutte, tuttavia questi buoni elementi non sono abbastanza per creare un titolo divertente e appassionante.


Difficoltà
Il gioco dispone di tre livelli di difficoltà: novice, amateur e pro. Alla difficoltà più bassa sarà sufficiente inclinare in maniera corretta il dispositivo basandosi su un indicatore posto sulla sinistra e azzeccare il tempismo una volta caricato il colpo. In quella intermedia invece dovremo anche necessario orientarlo a destra e a sinistra basandosi sull’indicazione del bersaglio. A difficoltà massima i comandi saranno i medesimi ma non sarà presente l’indicazione del bersaglio e dovremo fare affidamento sulle nostre nozioni di geografia poiché non si potrà fare zoom out fino ad avere una panoramica completa della mappa. 
Sono disponibili anche tre tipi di frecce: quella standard, una freccia multipla che ha una precisione minore ma copre un’area più vasta e una freccia “guidata” che aggiusterà automaticamente la nostra traiettoria di tiro. Queste ultime due costano alcune monete, acquistabili con valuta reale o semplicemente giocando alcune partite. 

Modalità di gioco
Una volta effettuato l’accesso con il nostro profilo, il menù principale sarà articolato in quattro voci: pratica, deathmatch, duello e “Horse”. Nella prima potremo fare pratica e familiarizzare con i comandi selezionando una località dall’elenco come bersaglio oppure impostandola manualmente. Nella modalià deathmatch si potrà sfidare online un altro giocatore: a turni dovremo centrare il bersaglio, posizionato nella rispettiva località del giocatore, un tot di volte. La modalità duello segue circa lo stesso principio ma sarà valutata la precisione di tiro. Nella modalità Horse i giocatori cercano di colpire il rispettivo bersaglio, chi lo manca per primo guadagna una lettera e chi completa la parola perde. Dai vari risultati ottenuti in queste modalità viene assegnato un punteggio, in base alla categoria, e inserito in una Leaderboard. 


Il gioco è in generale molto statico, lento e davvero ripetitivo. Il gameplay non è per nulla entusiasmante e dopo poco ci annoia. Tutte le modalità di gioco si assomigliano: in termini pratici varia molto poco. Un elemento che porta un po’ di varietà è la modalità “campagna”: qui hanno introdotto alcuni quiz riguardanti qualche località a cui dovremo risponderemo prima di tirare la nostra freccia. Ci sono anche delle sfide giornaliere in cui dovremo colpire una località specifica e leggeremo un fatto interessante che la riguarda. Salvo queste piccole variabili il titolo non riesce a regalare un’esperienza di gioco soddisfacente nonostante introduca alcuni elementi interessanti. Una grande pecca delle sfide online, inoltre, è che è possibile selezionare la difficoltà a cui giocare senza sapere a che difficoltà sta giocando l’altra persona. Si potrebbero, quindi, creare sfide e duelli assolutamente impari poiché magari un giocatore gioca al minimo della difficoltà e l’altro al massimo, questo elemento vanifica quasi del tutto il fattore competizione della partita.
Recensione Videogioco GLOBAL ARCHER scritta da FRAFONT Global Archer è un titolo che mette in campo alcuni elementi interessanti, è desideroso di innovare ma purtroppo non riesce ad unire le sue nuove caratteristice con un gameplay adeguato in maniera vincente. Il gioco rientra quindi nella grandissima categoria di esperimenti e tentativi che potranno sicuramente essere ripresi e trasformati in qualcosa di eccezionale ma che così come sono non riescono a regalare un esperienza di gioco soddisfacente.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.