Recensione di Paper Titans

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Blitz Games Studios
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     19 Aprile 2013
- Niente acquisti In-App
- I Titans sono piuttosto ispirati
- Gameplay semplice
- Originale e unico
- Curva di difficoltà bassa
- Pochi Titans
- Bassa rigiocabilità
A cura di (SamWolf) del
2,69 €, testato su iPad, l'applicazione è Universale ed è disponibile per iPhone, iPad e iPod Touch. Richiede iOS 6.0 o successive.

Blitz Games Studios ha portato sulla scena, con la pubblicazione di Paper Titans, qualcosa di nuovo e originale. Creare un gioco in cui protagonista è la carta, soprattutto nell'era moderna dove tutto è tecnologico, è sicuramente una sfida non da poco. L'idea è buona, così come ottima è la trasposizione della carta sui nostri device, ma non tutto è riuscito alla perfezione in questo interessante prodotto.

La carta è un bene prezioso
I Titans sono stati divisi e sarà nostro compito quello di farli riunire. I Titans sono dei simpatici personaggi di carta, (5 in totale e li incontreremo man mano con l'avanzare dei livelli), ognuno dotato di particolari abilità, che si riveleranno indispensabili per la risoluzione di certi stage. Per crearli dovremo "piegarli" a mò di origami, seguendo delle rapide istruzioni, mentre per muoverli ci basterà trascinare il dito per disegnare una traiettoria fino al punto desiderato. Le ambientazioni sono anch'esse dei piccoli mondi di carta, e potremo ruotarle di 360° per studiarle con attenzione e decidere quale strategia adottare.
Lo scopo del gioco è quello di far raccogliere una busta ad un Titan. Sparse per l'ambientazione ci saranno anche tre stelle che potremo recuperare, ma non sono indispensabili per la conclusione dello stage. I livelli sono ben realizzati, anche se forse poco colorati, con sfumature cromatiche talvolta troppo spente. Risulta gradevolissima invece la possibilità di ruotare lo stage, di ingrandirlo o di rimpicciolirlo a nostro piacimento per cercare il percorso migliore per completare il livello.
Sin dall'inizio della nostra avventura potremo conoscere il vero protagonista principale del titolo: il Raccoglitore. Come si può facilmente intuire dal nome, la sua peculiarità è quella di poter raccogliere le stelle disseminate nel livello e la busta finale. I suoi colori caratteristici sono il bianco e il verde e può solamente camminare attraverso l'ambientazione senza la possibilità di volare o saltare. Attorno ai balzi ruota invece la caratteristica principale del Lanciatore, il secondo Titan di cui faremo la conoscenza. I suoi colori sono il blu e il bianco e la sua testa è una molla che può lanciare gli altri Titans nei piani più alti dello stage. Ogni Titan con un potere speciale avrà punti specifici, sparsi nel livello, in cui potrà sfruttare le proprie abilità costringendoci quindi a scegliere le mosse da fare con la corretta strategia. Come anticipato in precedenza il numero totale dei Titans è cinque e dopo i primi due mostrati in precedenza incontreremo il Bombarolo, capace di far saltare in aria gli ostacoli e caratterizzato dai colori giallo e rosso, l'Aviatore, capace di far volare gli altri Titans in punti altrimenti non raggiungibili e infine lo Sciamano, dal colore marrone e con la capacità di potenziare tutte le abilità degli altri Titans. In ogni livello avremo a disposizione un numero esatto di protagonisti utili per portare a termine il tutto e raccogliere le tre stelle disponibili.

Un universo fatto di carta
Paper Titans è costituito da 45 livelli, suddivisi in tre mondi che a loro volta includono tre ambientazioni differenti. Ogni mondo è caratterizzato da particolari colori e spesso prende ispirazione dal circo, anche se a volte è possibile riscontrare riferimenti alla città di Mosca e a paesaggi glaciali. I primi livelli sono estremamente semplici e le tre stelle disponibili si raccolgono con una certa facilità. Questo basso livello di difficoltà si incontra praticamente per tutti i primi due mondi. Solamente a partire dall'ultimo mondo (e di conseguenza dagli ultimi 15 livelli) si affronteranno stage impegnativi, che richiedono molta attenzione e strategia, costringendoci talvolta a dover rincominciare il livello da capo. Accompagnati da un sonoro discreto prima di iniziare a muovere i nostri Titans, dovremo studiare con attenzione li livello, ruotandolo completamente per scoprire passaggi all'apparenza nascosti oppure evitare di restare bloccati in vie senza uscita. Occorrerà fare anche attenzione all'ordine in cui utilizzare i Titans in quanto, come anticipato in precedenza, non avremo a disposizione un numero illimitato di personaggi. Ogni tanto infatti dovremo costruire dei nuovi Titans, che saranno copie di una tipologia già conosciuta: verrà mostrato un foglio di carta da cui si staccheranno le parti che dovremo piegare e incollare seguendo le rapide e semplici istruzioni indicate. Per passare da un mondo all'altro dovremo invece assemblare dei veicoli in grado di trasportare i protagonisti. Ogni volta che avremo raggiunto un determinato numero di stelle e superato i livelli richiesti, potremo costruire una delle tre parti che compongono il velivolo (non sveleremo quali sono anche se spesso sono facilmente intuibili già dal primo componente). Il gioco è terminabile in un discreto numero di ore di gameplay, non eccessivo ma nemmeno esiguo. Una delle pecche più grandi è senza dubbio la sua bassa rigiocabilità. Una volta terminata la storia principale le occasioni per tornare a riprendere in mano il proprio device per giocarci nuovamente sono veramente poche, in quanto è probabile che avremo già raccolto tutte le stelle a disposizione e non sarà quindi necessario ripetere i livelli già completati.
Recensione Videogioco PAPER TITANS scritta da SAMWOLF Paper Titans un titolo sui generis, che presenta però alcune caratteristiche uniche e originali. Il gameplay è sicuramente semplice e intuitivo, ma la longevità del titolo è solo discreta e alla lunga si rischia di andare incontro alla ripetitività per l'assenza di novità, specialmente una volta sbloccati tutti i personaggi. La rigiocabilità infine è bassa. Apprezzabile senza dubbio l'assenza degli acquisti In-App, con la speranza che futuri aggiornamenti possano portare nuovi mondi e nuovi Titans.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.