Recensione di Middle Manager of Justice

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Gestionale
  • Sviluppatore:

     Double Fine
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     13 dicembre
- Un gestionale un po' fuori dagli schermi
- Formula di gioco piacevole e non troppo impegnativa
- Buon comparto tecnico
- E' gratuito e gli acquisti in-app non sono invasivi
- Riserva poche sorprese sulla lunga distanza
- Ci si aspettava qualcosa di più dagli oggetti a pagamento
A cura di (Specialized) del
Middle Manager of Justice si può scaricare gratuitamente da App Store in versione 1.0.2 e installare su qualsiasi dispositivo con iOS in versione 5.0 o superiore. La nostra prova è stata effettuata su un iPad di terza generazione.

Ci sono tantissimi modi per imbastire un videogioco sui supereroi; action, Gioco di Ruolo, platform e picchiaduro sono i più abusati e i meno rischiosi, ma finora quasi nessuno aveva pensato a un gestionale con forti dosi di umorismo. C'è voluta Double Fine Productions per farlo e il risultato è Middle Manager of Justice, freemium per iOS disponibile da alcuni giorni su App Store dopo una prima frettolosa uscita  a settembre subito ritirata dal produttore americano.

Supereroi cercasi disperatamente
Finalmente la versione definitiva è pronta e non possiamo che accoglierla con piacere visto anche il blasone del team di sviluppo, che per chi non lo sapesse è guidato da un certo Tim Schafer. In attesa di The Cave (per chi scrive uno dei titoli più attesi dei prossimi mesi), Double Fine delizia gli amanti dei supereroi "inventati" con questo gestionale dalla grafica coloratissima, pieno di trovate demenziali e soprattutto gratuito, nonostante ci sia l'inevitabile spazio per le microtransazioni e per gli acquisti in-app con denaro vero. Middle Manager of Justice è diviso sostanzialmente in tre parti. La prima comprende tutti gli aspetti gestionali della nostra agenzia. Lo scopo è potenziare e  migliorare costantemente i supereroi allenandoli fisicamente, motivandoli mentalmente, facendoli riposare, curandoli e affiancandoli da nuovi colleghi in modo da creare una squadra sempre più vasta e articolata. Dopotutto le forze del male che infestano la città sono in piena espansione e se all'inizio si parte con un solo supereroe, non ci si mette molto a organizzare un vero e proprio esercito di difensori del bene, ognuno con riferimenti chiari e precisi alle più nobili controparti marveliane e non solo. 


Combattiamo o lasciamo fare?
Il secondo aspetto è invece legato allo sviluppo dell'agenzia, con la possibilità di ampliarla e costruire sempre più stanze, ognuna con un obiettivo preciso (laboratori scientifici, palestre, camere di riposo, uffici di televendita per incrementare i fondi ecc...). La terza e ultima parte riguarda invece i combattimenti con i nemici; volendo si possono anche saltare e delegare a una sorta di modalità automatica, ma partecipare a questi scontri è sempre divertente, sebbene si possa intervenire solo per azionare un attacco speciale e poco altro (il tutto è infatti molto guidato e ben poco interattivo). Se c'è un difetto di un certo peso in Middle Manager of Justice, è che si vede molto presto quasi tutto quello che il gioco ha da offrire. Questa formula in tre atti si ripete infatti dall'inizio alla fine senza grandi colpi di coda e anche i vari pack a pagamento non riservano sorprese eclatanti, soprattutto per chi sperava in grandi quantità di supereroi da sbloccare o acquistare.


Quando il tempo è tutto
Sul versante positivo segnaliamo invece il senso di urgenza insito nella stessa formula di gioco. Meno tempo impieghiamo a potenziare i nostri eroi (e quindi ad essere più efficaci contro i nemici), più la cittadinanza sarà soddisfatta del nostro operato (più soldi) e più la nostra agenzia acquisterà prestigio. Il fulcro del gameplay sta quindi nel bilanciare la crescita dei supereroi nei tempi giusti, non mandando ad esempio allo sbaraglio eroi con poca salute ma nemmeno aspettando troppo tempo per prepararli e migliorarli. Un confine molto labile che non sempre funziona ma che inietta nel gioco una buona dose di "fretta" positiva, anche se molti preferiranno prendersi i loro tempi e magari lasciar perdere qualche combattimento sulla mappa della città, per concentrarsi invece sul recupero dei supereroi. Ne esce un gestionale curioso e non privo di fascino, con una formula freemium non troppo dipendente dagli acquisti in-app e con un comparto tecnico ben fatto. Nel complesso viene un po' a mancare quell'effetto "Sims" (varietà di potenziamenti, oggetti, stanze e supereroi) che poteva arricchire molto di più il gioco. Non è detto che Double Fine non proponga a breve altri pack aggiuntivi, ma in fondo già così Middle Manager of Justice piacerà a molti, con una preferenza particolare per chi cerca un gestionale ricco di humor, coloratissimo e un po' fuori dai soliti schemi in stile Kairosoft.   
Recensione Videogioco MIDDLE MANAGER OF JUSTICE  scritta da SPECIALIZED Non capita tutti i giorni di giocare a un gestionale di supereroi e solo per questo Middle Manager of Justice meriterebbe grande attenzione. Per fortuna Double Fine ha costruito attorno a questo spunto originale anche un gioco riuscito, pieno di humor, ben bilanciato tra le varie componenti gestionali e tecnicamente curato. Non tutto è riuscito, ma se si cerca qualcosa di originale in questo ambito il gioco di Double Fine saprà regalarvi più di una soddisfazione. E non dimentichiamo che è anche gratuito.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.