Recensione di Virtua Tennis Challenge

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     Sega
  • Data uscita:

     24 Maggio 2012
- Possibilità di sfide in multiplayer…
- Gameplay facilmente padroneggiabile
- Ottimo motore grafico
- … ma servizio online poco curato
- Modalità scarne
- Mancano le licenze o un qualsiasi editor
A cura di (SketchT) del
Il gioco del tennis è senza dubbio uno degli sport più amati anche in ambito videoludico. Sega è una delle software house che ha saputo creare un brand tennistico in grado di appassionare i videogiocatori grazie alla saga Virtua Tennis, titolo che fin dai tempi del compianto Dreamcast ha saputo coinvolgere sia i fan dell’attività sportiva che i meno avvezzi al genere. Con un background del genere, la casa giapponese ha quindi deciso di distribuire Virtua Tennis Challenge, nuovo capitolo della serie, disponibile da qualche giorno su IOS

Tornei attorno al mondo.
Sega non reinventa nulla e decide di proporre al giocatore le classiche modalità basilari che un titolo tennistico deve assolutamente presentare. Tour Mondiale SPT è la sezione più longeva del titolo, in cui sarà possibile vestire i panni di uno degli atleti virtuali presenti nel roster e accompagnarlo attraverso la scalata al primo posto della classifica mondiale. Purtroppo la modalità non presenta alcun elemento aggiuntivo di sorta ma pone una serie di tornei ad iscrizione, quindi affrontabili in base al proprio budget e ranking, e diverse partite da fronteggiare, cercando ovviamente di uscirne vincitore. Le immancabili Esibizione e Allenamento vengono impreziosite dalla presenza della sessione Multiplayer creata ad hoc per l’occasione, in grado di interfacciare due utenti in locale grazie alla connessione Bluetooth oppure associare in maniera randomica due giocatori in rete, senza purtroppo implementare alcuna sorta di lista amici, con conseguente totale impossibilità di gestire liberamente gli inviti alle proprie partite.



ACE!
Il sistema di controllo ideato e creato dagli sviluppatori è senza ombra di dubbio profondo e al contempo immediato. Il team di sviluppo infatti decide di eliminare dallo schermo qualsiasi icona e lasciare i movimenti dell’atleta al singolo dito del giocatore, basando i colpi e la direzione della pallina totalmente agli slide sul touch screen. A dito premuto infatti il tennista correrà nel verso desiderato e una volta arrivati vicini alla pallina è necessario compiere uno tra i movimenti possibili, dando al colpo vari effetti. Tiri potenti, smorzati, pallonetti e palle corte sono attivabili semplicemente tracciando una linea, senza contare la possibilità di effettuare uno speciale super tiro, a patto di aver riempito l’apposita barra, usando due dita. La soluzione ideata è senza dubbio interessante e seppur a prima vista possa sembrare macchinosa, la curva di apprendimento viene scalata velocemente e impadronirsi della tecnica risulta davvero naturale. Sega propone comunque una serie di configurazioni basate sul classico joypad virtuale, in modo da lasciare totale libertà di scelta ai giocatori.

Modelli sconosciuti
Seppur non vi sia la presenza di alcun giocatore reale a fungere da paragone, il motore grafico sviluppato per Virtua Tennis Challenge è senza dubbio di pregiata fattura. I movimenti degli atleti infatti risultano sempre fluidi e convincenti, senza mai scadere in torsioni impossibili e presentando inoltre un ottimo numero di poligoni, sia per quanto riguarda il character design che gli stadi proposti. Come dicevamo poco sopra, in Virtua Tennis Challenge non v’è ombra di alcuna licenza ufficiale, quindi il giocatore non può contare sulla versione digitale dei propri beniamini. In aggiunta non esiste alcun editor in cui cimentarsi nella creazione di tennisti virtuali di qualsiasi fattezza.
Recensione Videogioco VIRTUA TENNIS CHALLENGE scritta da SKETCHT Che Virtua Tennis Challenge sia un ottimo gioco non c’è ombra di dubbio. Tecnicamente a ottimi livelli e gameplay immediato sono le armi di questo titolo basato su uno degli sport più famosi al mondo. Sarebbe bastato un pizzico di attenzione in più da parte degli sviluppatori e inserire un sistema di gioco in rete più flessibile e una manciata di modalità aggiuntive per trasformare il tennis di casa Sega in una vera e propria pietra miliare. Problematiche comunque risolvibili con uno dei classici aggiornamenti.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.