Recensione di Cuboid

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Puzzle game
  • Sviluppatore:

     Alawar Entertainment
  • Data uscita:

     Disponibile
- Divertente e intuitivo
- Longevo
- Livello di sfida alta ma bilanciata
- Gratuito
- Non originalissimo
A cura di (bl4ckm4x) del
Non è necessario fare affidamento su idee intricate e complesse per proporre un'esperienza coinvolgente, divertente e appagante. Cuboid è la dimostrazione di questa teorema videoludico. Su iOS (e quest'estate anche su Android) la sfida proposta riprende da dove era stata lasciata su PlayStation Network ormai tre anni fa, quando già aveva colpito nel segno divenendo in breve tra i titoli più scaricati del servizio digitale di Sony Computer Entertainment. La semplicissima meccanica alla base della produzione di Creat Studios (portare il parallelepipedo fino a destinazione) è quanto basta per proporre un elevato tasso di sfida, rigiocabilità e intrattenimento.

Design semplice ma efficace
La fruizione dell'intera esperienza non sarebbe altrettanto efficace se non adeguatamente supportata da un level design sempre fresco che, di livello in livello, non innova, non mette in gioco elementi e ostacoli diversi da quanto visto sino a quel momento, ma amalgama ciò a cui il giocatore ha già fatto abitudine nei primi livelli (dai teletrasporti che dividono il Cuboid in due parti gestibili singolarmente alle fragili assi di legno su cui non potremo soffermarci con un'unica faccia, passando per i vari pulsanti di gestione dei ponti) per stupirlo con trovate interessanti che possono richiedere più di qualche minuto per venirne a capo. La longevità di Cuboid non è infatti da ricercarsi nel tempo effettivo impiegato per i singoli livelli (una volta trovata la risoluzione dell'enigma basteranno pochi secondi per portarlo a termine) ma nel numero di questi e nel tempo richiesto per capire non solo qual è la via per arrivare a destinazione, ma anche qual è quella più rapida e con il minor impiego di mosse, caratteristica che porta a ripercorrere più volte ciascun livello se non completato al 100% la prima volta.



Un gameplay che si avvicina per approccio a quello dei classici “trial and error”: anziché seguire la giusta pista con gli occhi, il giocatore è portato a testare sul campo una possibile strada verso il foro luminoso, destinazione di ogni livello, per poter invece scoprire che non è quella corretta o che si può giungere allo stesso punto con un numero minore di mosse e ottenere quindi un punteggio (da 1 a 3 stelle) più alto. Una continua sfida contro sé stessi che, come da tradizione del genere, viene superata con la totale perfezione, l'assimilazione delle mosse basilari e la loro esecuzione nel minor tempo possibile, che raggiunge il suo apice nei livelli “extra” che rappresentano la summa della filosofia del gioco, proponendo un variegato insieme di elementi e una mappa molto ampia la cui risoluzione può richiedere anche 150-200 mosse, oltre a svariati tentativi falliti. I 77 livelli, suddivisi in 4 “mondi”, sono più che sufficienti per garantire una buona longevità e la difficoltà crescente, bilanciata per non divenire frustrante, si mantiene su alti livelli, grazie a un level design sempre diverso che garantisce a ciascuno stage la giusta attenzione da parte del giocatore senza annoiarlo o scoraggiarlo.

Da PSN a iOS
Nel trasloco da PlayStation Network a iOS Cuboid ha sicuramente giovato, senza perdere nulla del pacchetto pubblicato nel 2009: un'interfaccia intuitiva e resa comoda dall'utilizzo del touch screen di iPod Touch, iPhone e iPad è la principale differenza tra le due versioni. Il gameplay, rimasto invariato, rimane tutt'oggi altamente divertente e impegnativo. Anche graficamente il gioco non ha subito differenze. Lo stile utilizzato è semplice ma efficace per il tipo di esperienza che s'intende offrire che non punta sull'impatto visivo. Seppure infatti di buona fattura, dalla pulizia dell'immagine fino alla scelta cromatica sabbiosa azzeccata e suggestiva, il lato artistico del gioco è secondario e totalmente subordinato alla componente ludica: compie bene il suo dovere ma non è l'elemento che caratterizza l'intera produzione di Creat Studios.
Recensione Videogioco CUBOID scritta da BL4CKM4X Cuboid è piccolo gioiello. Nella sua semplicità l'esperienza proposta riesce a essere appagante, longeva, sempre nuova e divertente, grazie a un livello di sfida esponenzialmente crescente, un ottimo level design, oltre 70 livelli rigiocabili e un gameplay intuitivo ma mai ripetitivo. Su iOS, l'utilizzo dei comandi touch porta quest'aspetto alla massima potenza attestandolo di diritto nei “must have” per questa piattaforma.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.