Recensione di Race of Champions

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     Invictus
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     5 novembre 2011 iOS - 29 novembre 2011 Android
- Simulazione da urlo
- Motion engine di altissima qualità
- Licenze ufficiali
- In alcuni frangenti ripetitivo
- Scarso numero di modalità
A cura di (SketchT) del
Nella moltitudine di giochi e applicazioni presenti su AppStore, capita di rado imbattersi in software in grado appassionare i gamer più entusiasti. I fan dei racing game non dovrebbero lasciarsi sfuggire Race of Champions, applicazione ufficiale dell'omonima competizione internazionale in cui i piloti più famosi di Formula 1, Nascar, Rally, sport prototipi e in alcuni casi Motociclismo gareggiano in sfide uno contro uno a eliminazione diretta a bordo di vetture identiche.



A tutto gas
Nella trasposizione videoludica di Race of Champions il giocatore viene messo alla guida di diverse autovetture, VW Scirocco e RX-150 ad esempio, cercando ovviamente di trionfare nel Campionato Ufficiale della lega. Parigi, Londra, Dusseldorf e Gran Canaria sono gli scenari ufficiali in cui viene affrontata l’intera competizione, contrapponendo così una schiera di piloti in sfide testa a testa con formula a eliminazione diretta. Come in un picchiaduro a incontri infatti, il giocatore dovrà letteralmente sfidare il proprio contendente in una gara di velocità, affrontando circuiti caratterizzati dalla totale assenza di altre autovetture. Inoltre i due piloti vengono posizionati in due corsie differenti, suddivise da barriere in modo da evitare qualsiasi tipo di contatto. Velocità e precisione sono le variabili che dovranno essere calcolate in ogni momento, dato che le gare in Race of Champions risultano effettivamente difficoltose a causa del numero elevato di curve che caratterizzano ogni pista. Ogni pilota e circuito vanta della licenza ufficiale Race of Champions, di conseguenza ci troviamo di fronte al software ufficiale dell’intera lega, per il quale possiamo solamente lodare gli sviluppatori di Invictus. Purtroppo lo scarso numero di circuiti disponibili e la formula a sfide rendono il gioco leggermente ripetitivo. Infatti ogni circuito deve essere ripetuto almeno tre volte nella fase a gironi, numero che si ripete durante la fase finale della competizione. Correre sulla stessa pista per almeno sei volte di seguito intacca inevitabilmente la longevità e soprattutto la rigiocabilità dell’intera applicazione. E’ comunque possibile contare su due modalità aggiuntive, in cui si è chiamati ad affrontare un avversario umano tramite un sistema di memorizzazione dei ghost in rete e la possibilità di affrontare sfide contro il tempo.
Trattandosi di un racing game è imprescindibile analizzare a fondo il sistema di controllo. Come ogni software dedicato alle corse automobilistiche che si rispetti, Race of Champions propone tre differenti modalità, permettendo di scegliere se lasciare il totale controllo dell’acceleratore alla IA oppure sfruttare l’accoppiata l’accelerometro/pad virtuale. Soluzione che effettivamente funziona davvero bene grazie alle routine di interfaccia tra accelerometro e fase di guida, garantendo il totale controllo della propria vettura senza mai scadere in movimenti indesiderati e letture errate dei movimenti legati al proprio dispositivo.

Nessuna distrazione al volante
Il motion engine sviluppato per l’occasione vanta modelli poligonali in grado di riprodurre le vetture virtuali in maniera molto vicina alla controparte reale. Lo stesso plauso va alla ricostruzione grafica dei circuiti proposti, davvero convincenti e ricchi di dettagli visivi.
Ottimo il comparto audio, sempre pronto a tenere il giocatore attento in ogni situazione e soprattutto in grado di proporre fedelmente i classici rumori di ogni automobile da corsa che si rispetti. Ovviamente i suoni vengono differenziati a seconda della vettura.
Recensione Videogioco RACE OF CHAMPIONS scritta da SKETCHT Race of Champions è sicuramente una delle simulazioni di guida meglio realizzate presenti nell’AppStore. Preciso in ogni movimento e ricco di qualità tecniche, il titolo marchiato Invictus merita di essere scaricato e affrontato in ogni suo aspetto.
I meno avvezzi al genere potranno trovare Race of Champions troppo ripetitivo, aspetto che purtroppo è intrinseco alla competizione originale. I fan invece non potranno farsi mancare uno dei titoli che sicuramente finirà nelle classifiche delle applicazioni più scaricate del momento.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.