Recensione di Order & Chaos Online

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Gameloft
  • Distributore:

     Gameloft
  • Lingua:

     Completamente in Italiano
  • Giocatori:

     MMO
  • Data uscita:

     27 aprile 2011
- Un vero, enorme MMORPG portatile
- Alta longevità a prezzi abbordabili
- Elevato numero di quest, oggetti, ambientazioni...
- ...ma, almeno per ora, niente istance e raid per i livelli più alti
- Sistema di microtransazioni da valutare
- Crea dipendenza
A cura di (ViKtor) del
Final Fantasy, God of War, Uncharted, Resident Evil. Sono solo alcune delle serie da cui Gameloft ha, per utilizzare un eufemismo, tratto ispirazione nel creare i suoi fortunatissimi prodotti mobile. Spesso ai limiti del plagio, queste produzioni hanno dimostrato un'ottima qualità a prescindere dalle facili allusioni, pregio che ne ha sancito il successo sul mercato iPhone e iPad. L'evoluzione di questa vincente strategia di marketing è arrivata oggi a varcare confini impensabili: i ragazzacci francesi hanno scomodato addirittura World of Warcraft, creando con ambizioni pionieristiche Order & Chaos Online, il primo vero MMORPG per piattaforme Apple. Con risultati strabilianti.

Haradon come Azeroth
Ogni appassionato di videogiochi sa perfettamente cos'è World of Warcraft: il più importante e famoso gioco di ruolo massivo online, in cui ci si avventura in lande desolate insieme ad altri milioni di giocatori e si progredisce attraverso quest sempre più complesse, fino all'inevitabile “endgaming”. Order & Chaos Online segue la stessa logica, risultando a primo acchito (ma anche a secondo e a terzo) un clone in versione “light” del capolavoro Blizzard. Ecco, l'abbiamo detto. Fatta questa premessa, dovreste aver capito a cosa andate incontro. Scaricato il client, tramite una veloce interfaccia si definisce la razza scegliendo tra umani, elfi, orchi e non-morti (senza suddivisione di fazione tra “order” e “chaos”), si disegna il proprio personaggio e, questa si decisione rilevante, gli si associa una classe tra le quattro disponibili. Il guerriero è il classico Tank, tutto muscoli e poco cervello che può impugnare le armi a due mani più potenti e vestire le corazze più pesanti, ma ha una limitatissima scelta di abilità. Il mago, viceversa, ha il pieno controllo degli incantesimi offensivi ma è poco resistente e debole nel corpo a corpo. Il monaco fa la parte dell'Healer, ovvero l'esperto nella magia passiva e di supporto. Il ranger, per finire, è il cacciatore: abile nell'utilizzare armi a distanza e nell'infliggere corposi danni da lontano al singolo obiettivo. Qualunque sia la vostra scelta, l'impatto con il mondo di Haradon è abbastanza leggero. Le prime quest servono da tutorial e introducono il giocatore ai meccanismi del genere: raccogliere oggetti o uccidere un precisato numero di mostri sono solo pretesti per familiarizzare con il sistema di combattimento. Un tocco sul nemico e la battaglia inizia, con il nostro alter ego che colpirà automaticamente il bersaglio con l'arma principale e delegherà a noi l'utilizzo degli incantesimi. Nulla di più semplice. I cadaveri lasciano cadere (in gergo droppano) monete o, più raramente, oggetti e armi da raccogliere e utilizzare piuttosto che vendere a uno dei tanti mercanti. Procedendo con le quest i punti esperienza aumentano e, con loro, anche il livello. Il level cap è fissato a 60, cifra che garantisce un'ottima longevità anche in virtù del fatto che mancano del tutto raid e istance. Come anticipavamo, infatti, Order & Chaos online taglia diversi contenuti rispetto ai colleghi su PC: oltre ai già citati raid e istance, mancano anche quest in dungeon e le mount, le cavalcature che tanto farebbero comodo per gli spostamenti tra una città e l'altra. Nulla fa pensare che queste features non possano vedere la luce con un corposo aggiornamento futuro, ma sotto questo aspetto Gameloft non si è ancora pronunciata e, ai livelli più alti, sono tagli che potrebbero rallentare eccessivamente il livellamento "endgaming”. E' presente, invece, un'asta per la compravendita di oggetti tra giocatori, implementazione gradita e discretamente realizzata. Per il resto, troviamo tutto ciò che ci aspetteremmo da un MMORPG: si possono creare le Gilde, c'è un sistema di comunicazione via posta, c'è il pvp e c'è anche il crafting da imparare dagli istruttori nelle numerose città. La mappa di gioco è piuttosto ampia e varia: suddivisa in regioni popolate da nemici di differenti livelli, è studiata per garantire un'esplorazione parallela all'evoluzione del personaggio offrendo un elevato numero di quest (circa 500 in totale). Gli insediamenti hanno diversi edifici esplorabili, venditori e istruttori di classe, e sono collegati fra loro tramite un sistema di trasporto veloce (al costo di qualche moneta d'argento) che di fatto va a compensare la mancanza delle mount. Insomma, Gameloft sembra proprio aver centrato l'obiettivo; è vero che un prodotto del genere andrebbe valutato a distanza di qualche settimana dalla sua uscita, per analizzare ogni sua più recondita peculiarità e capire la risposta del pubblico, però è facile già ora sbilanciarsi nel giudicare positivamente il primo vero MMORPG su iPhone e iPad. I contenuti ci sono, la loro fruibilità è ottima e il successo che sta riscuotendo l'applicazione sull'Apple Store è alla luce del sole. Serve altro?

Creato con mestiere
Analizzando il comparto tecnico si scova tutta l'esperienza di Gameloft nello sfruttare le potenzialità dell'hardware Apple. Graficamente siamo di fronte ad un lavoro egregio, sia nel rappresentare i personaggi (nelle aree di inizio gioco sono sempre tantissimi) sia per quanto concerne gli scenari, molto vari e ricchi di dettagli ambientali quali alberi, rocce e corsi d'acqua. Proprio per questo, il notevole bad clipping non deve sorprendere ma piuttosto va visto come il giusto compromesso tra fluidità e pulizia dell'immagine, fattori determinanti in un MMORPG. Per ottenere le migliori prestazioni, comunque, è consigliato l'utilizzo di un iPhone di ultima generazione o di un iPad 2: affidarsi a terminali più “vecchi” significa scontrarsi con sporadici problemi di frame-rate, soprattutto in situazioni in cui il livello di dettaglio aumenta sensibilmente. Necessaria, invece, una connessione wi-fi: Order & Chaos Online funziona esclusivamente con una rete di questo tipo, eliminando a priori la possibilità di sfruttare la banda 3G. Scelta progettuale inevitabile considerando la mole di dati gestita dall'applicazione, ma di cui dovete tenere conto in fase d'acquisto e che, soprattutto in Italia, limiterà la portabilità del gioco.

Ma...quanto mi costa?
Veniamo al fattore costo. Come ogni MMORPG che si rispetti, Order & Chaos Online si basa su un abbonamento. Acquistando adesso il client avete a disposizione tre mesi di gioco in versione “Premium”, passati i quali occorre rinnovare la sottoscrizione scegliendo tra abbonamenti mensili (0,79 euro), trimestrali (1,59 euro) o semestrali (2,39 euro). Prezzi tutto sommato abbordabili. Discorso diverso, invece, per quanto riguarda le monete d'oro o le rune. Utilizzabili nel gioco per acquistare oggetti particolari o attivare funzioni più comuni (quali la resurrezione, una volta raggiunto il decimo livello), sono accumulabili procedendo con quest e uccisioni. Il sistema di microtransazioni permette di possederne immediatamente in grandi quantità, spendendo cifre che arrivano anche a 79,99 euro, facendo sorgere la consueta domanda: quali saranno i reali vantaggi per i giocatori che percorreranno questa costosa via? Solo l'evoluzione naturale del gioco nei prossimi mesi potrà portare risposta, nella speranza che chi deciderà di “sudarsi” e guadagnarsi tutto direttamente nelle lande di Haradon non subisca limitazioni alla lunga troppo pesanti.
Recensione Videogioco ORDER & CHAOS ONLINE scritta da VIKTOR Gameloft stupisce ancora, proponendo un prodotto per il mercato mobile che in pochi avrebbero potuto immaginare. Un MMORPG di questa portata è una scommessa, un rischio che anche stavolta sembra pagare. Il successo è alto (basta controllare le vendite su AppStore), il che significa che il mondo di Haradon è già vivo, pulsante, popolato da un gran numero di giocatori pronti ad affrontare con noi le innumerevoli quest. Nonostante qualche mancanza (vedi istance e mount) l'appassionato del genere troverà contenuti solidi e ore di divertimento, il tutto in formato portatile. Se siete amanti di World of Warcraft, Order & Chaos Online è un acquisto obbligatorio per via dell'alta somiglianza (per così dire) con il titolone Blizzard. Tutti gli altri possono tranquillamente vederlo come un ingresso morbido e poco costoso nel mondo degli MMORPG.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.