Recensione di Hero of Sparta II

Copertina Videogioco Hero of Sparta I
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Gameloft
  • Lingua:

     Italiano
  • Data uscita:

     28 luglio 2010
- Abientazioni eccezionali
- Immediato
- Creature mitologiche incredibili
- Sonoro epico
- Rallentamenti
- Analogico non preciso
- Un'occasione mancata
- Nessun Extra di rilievo
A cura di (Darkzibo) del
Dopo anni di gaming mobile, Gameloft ha raggiunto in questi anni i suoi apici economici e produttivi e, notizia recente, ha venduto sinora ben venti milioni di giochi. Dopo titoli del calibro di Gangstar, Iron Man 2 e N.O.V.A., è giunto il momento dei seguiti. Uno dei primi titoli della grande G a comparire sul melafonino è stato Hero of Sparta e proprio in questi mesi le vicende di Argo sono tornate, ovviamente in alta risoluzione.

Nell’antica Grecia
L’antica Grecia vi ricorda qualcosa? Animali, déi e bestie mitologiche vi dicono nulla? Se la risposta è positiva ciò significa che avete già capito a cosa si ispira, in maniera poco velata, Hero of Sparta II: Gameloft ha preso spunto a piene mani da un mostro sacro come la serie di God of War. Il protagonista è Argo, uno spartano dotato di una forza fuori dal comune, che esce dall’Ade e si ritrova a dover salvare una Sparta in preda alla distruzione totale, dovuta a demoni ed altre mitologiche creature prive di pietà. Per quanto Argo non sfoggi un colore epidurale grigio come l’antieroe di casa Sony, ne possiede altre caratteristiche del tutto simili: un’agilità incredibile, la forza fisica e d’animo, la ferocia e la possibilità di impiegare i doni degli dei.
Hero of Sparta II è sostanzialmente un action, dove il vostro compito sarà quello di triturare piccole orde di nemici alternate a mostri enormi, in grado di occupare gran parte del campo visivo. Durante gli scontri con le prime farete affidamento alla vostra spada ed all’agilità di Argo, in modo da creare combo sempre più devastanti. Vi sarà altresì concesso di finire i nemici morenti cliccando su un pulsante digitale che darà il via a una sequenza in stile fatality, dove accoltellerete l’avversario premendo in continuazione il suddetto tasto. Certo non aspettatevi le scene cruente viste in God of War, al quale Hero of Sparta II ammicca in continuazione. Oltre ai nemici ordinari sono presenti personaggi più devastanti come i minotauri che, se catturati, potrebbero essere utilizzati da Argo per spazzare via le orde nemiche o distruggere alcuni ostacoli. Le combo sono facili da eseguire, grazie alla semplicità e all’immediatezza dei comandi, i quali rispondono in maniera soddisfacente; non si può dire altrettanto dell’analogico virtuale, che non poche volte vi farà perdere la tramontana e vedrà il protagonista dirigersi nella direzione opposta rispetto a quella indicata. Se a questo si affianca una telecamera fissa non proprio soddisfacente, la giocabilità subisce un ovvio calo, per quanto il combattimento ed il massacro di gruppo rimangano sempre divertenti. Le creature mitologiche che si alternano alla fine di ogni sottosezione sono tanto spettacolari per quanto riguarda il colpo d’occhio, quanto incredibilmente feroci, e potranno essere sconfitte solo tramite l’astuzia o la pressione dei pulsanti che compariranno in determinati momenti sullo schermo. Come Kratos, anche Argo sarà chiamato a risolvere semplici enigmi e ad aprire portoni, sempre premendo in maniera forsennata e ritmica determinati pulsanti. Il vostro eroe di Sparta potrà anche godere di potenziamenti, considerato il fatto che ogni nemico ucciso vi donerà la sua anima, la quale andrà ad incrementare i vostri punti esperienza. Sarà possibile anche aumentare la tenuta della barra di energia, trovando cristalli verdi, e, tramite i cristalli blu, la lunghezza di quella che rappresenta la magia. Quest’ultima vi servirà per impiegare le mosse speciali, rappresentate come dono divino e in grado di distruggere le compagini nemiche in pochi istanti. Anche le armi godranno di potenziamenti tramite la raccolta delle pietre dei segni zodiacali, i quali daranno caratteristiche diverse al vostro inventario offensivo (l’arma da taglio) e difensivo (lo scudo). La nota dolente di Hero of Sparta II è l’alternarsi di momenti piuttosto frenetici con altri decisamente morti e monotoni, anche se i dodici livelli garantiscono diverse ore di gioco.

Questa è Sparta!
I ragazzi di Gameloft hanno svolto un gran lavoro a livello di ricostruzione delle ambientazioni. Grazie alle straordinarie strutture disegnate con maestria e ad un orizzonte che permette di vedere in lontananza i profili delle stesse, il lavoro di immersione nella Grecia classica diventa pressoché totale. In determinate occasioni, a causa soprattutto di una telecamera sconveniente, noterete i poligoni aprirsi, lasciando intravedere diversi difetti strutturali. Alla ricostruzione ambientale si contrappone quella del protagonista, mai veramente capace di entrare nel cuore dei giocatori. I suoi tratti, seppur ben delineati, sono molto comuni e non riescono minimamente a far dimenticare Kratos. Tuttavia le sue movenze, seppur limitate, risultano fluide e distruttivamente armoniose. Le vere protagoniste del titolo sono tuttavia le bestie mitologiche, realizzate grandiosamente e per molti versi in maniera quasi maniacale, poligonalmente dense e coperte da texture dettagliate. Un difetto degno di nota di Hero of Sparta II è dovuto ai rallentamenti che costellano, durante le scene più concitate, lo svolgersi della trama: un inconveniente che merita sicuramente attenzione per un futuro aggiornamento. Il comparto sonoro, oltre a un doppiaggio inglese di buona fattura (con sottotitoli in italiano), si farà apprezzare per una colonna sonora composta da tracce epiche e da effetti ben udibili.
Recensione Videogioco HERO OF SPARTA II scritta da DARKZIBO Hero of Sparta II risulta sicuramente un titolo migliore rispetto al primo episodio, ma cade in diversi tranelli: in primo luogo propone un personaggio sì caratterizzato ma troppo simile (seppure non fisicamente) a Kratos, dal quale però non eredita lo straordinario comparto di mosse cui ci ha abituato il semidio di Sony, senza parlare del carisma. In secondo luogo la levetta analogica virtuale crea diversi problemi, rovinando certe sequenze altrimenti godibli. Per il resto sarete immersi in un’ambientazione leggendaria, con una trama sì lineare, ma comunque epica. Un po' più di cura al dettaglio si sarebbe tradotta in un action degno di essere ricordato: speriamo che un futuro aggiornamento software possa sistemare le magagne di un titolo comunque consigliato a tutti gli amanti dell'action su iPhone.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.