Recensione di Soosiz

Copertina Videogioco Soosiz
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Touch Foo
  • Data uscita:

     disponibile
- Controlli perfetti
- Level design ispiratissimo
- Lungo in single player…
- …ma privo di modalità multigiocatore
- Facile
A cura di (DottorKillex) del
Testato con Iphone 3GS.

Prima dell'avvento di Iphone, una credenza diffusa voleva i platform bidimensionali difficilmente compatibili con un sistema di controllo touch. Poi è arrivata Apple, e, dopo qualche esperimento ci ha mostrato, dai due Rolando in poi, come sia possibile coniugare perfettamente uno dei generi videoludici più amati di sempre con una tecnologia innovativa e originale.
Da questo connubio nasce anche Soosiz, quanto di più vicino a Super Mario sia disponibile oggi su App Store.

Si salvi chi può!
I ragazzi di Touch Foo (che speriamo di rivedere presto all'opera) hanno concentrato la maggior parte degli sforzi in direzione giocabilità, tralasciando, invero, il comparto narrativo, che comunque, da Mario in poi, non si è mai spinto troppo oltre il canonico "salva la principessa e/o il mondo dal cattivone di turno. Soosiz ha però il pregio di non prendersi affatto sul serio, giocando con la banalità del suo intreccio narrativo sin dalla breve sequenza iniziale, fatta di schermate fisse dapprima bucoliche e colorate, e poi, improvvisamente, scure e minacciose per l'avvento del "grande Male".
Lo scopo ultimo sarà quello di esplorare tutti i quasi settanta livelli di gioco in lungo e in largo (o dovremmo dire in basso ed in alto?), salvando i nostri simili, alla stregua degli ostaggi barbuti di Metal Slug.
Semplice come bere un bicchier d'acqua, letteralmente.

Predatori di seta
In effetti, uno dei difetti del gioco consta proprio nel suo basso livello di difficoltà, figlio di nemici non proprio bellicosi e di un’impostazione generale che sembra privilegiare, per una scelta ben precisa, un’utenza poco avvezza alle difficoltà del genere. Ma prima di soffermarci sui (pochi) difetti, è giusto rendere onore agli innumerevoli pregi: il sistema di controllo e il level design, su tutti.
Muoverete il vostro tenero alter ego tramite la pressione di due tasti, situati nell’angolo in basso a sinistra, uno per avanzare e uno per retrocedere, e salterete premendo, a destra, il tasto corrispondente, che vi consentirà anche di avere la meglio sui nemici, come nella saga di nintendiana memoria. Tutto qui, nulla di più semplice e intuitivo, soprattutto considerando la precisione nei salti e la velocità di risposta ai nostri comandi del protagonista, che, in barba alle più elementari regole della gravità, si appenderà, quasi avesse due ventose sotto i piedi, a qualsiasi superficie, rendendo i livelli molto più complessi di quello che sembrano.
Questi si estendono per poco in lunghezza, e in maniera esponenziale in altezza, e possono essere giocati ed esplorati liberamente, senza che un percorso prefissato limiti la nostra curiosità.
Il merito degli sviluppatori è proprio quello di aver puntato su controlli “old style”, senza fare troppo affidamento sull’accelerometro, fonte di molte gioie ma anche di altrettanti dolori per i prodotti simili precedenti a questo.
Dopo diverse ore di prova, non ci è mai capitato (forse una volta sola) di perdere una delle tre vite in dotazione per colpa del sistema di controllo o di un salto calibrato male, e questo è un merito indiscutibile che va ascritto a chi ha lavorato a questo titolo.

In medio stat virtus
Il comparto tecnico di Soosiz, un po’ come la trama, non stupisce e va a posizionarsi nella media dei prodotti per Iphone, offrendo dei colori vivi e brillanti, e un paesaggio tenero e vivo, ma senza forzare la mano alla CPU o ammaliare gli occhi del giocatore con effetti particolari o poligoni ben rivestiti.
Meglio l’accompagnamento musicale, azzeccato e orecchiabile, che propone musichette sempre diverse, che si ripeteranno solo di quando in quando restituendo una piacevole sensazione di varietà e di ricchezza armoniosa.
Soosiz è, in definitiva, un platform vecchio stile, uno di quelli in cui un buon controllo del personaggio conta di più di qualche luccichio grafico e il level design ha la priorità sulla trama, esattamente com’era prassi quindici – venti anni fa e come, non ce lo dimentichiamo, dovrebbe essere anche oggi.
Il tutto condito da sessantotto livelli giocabili, dalla totale (bacchettata a quelli di Touch Foo) assenza di un qualsivoglia tipo di modalità multiplayer e da un prezzo decisamente abbordabile (2,39 euro), soprattutto in considerazione del fatto che è disponibile la versione Lite per la prova pre-acquisto.
Recensione Videogioco SOOSIZ scritta da DOTTORKILLEX Soosiz è un prodotto di vecchia scuola mascherato (d’altronde manca poco a Carnevale) da platform luccicoso e innovativo. Badate bene, questo non è affatto un difetto: se non fosse per un livello di difficoltà insufficiente per i giocatori più smaliziati e la totale assenza di multiplayer, il gioco concorrerebbe al titolo di miglior platform disponibile per il melafonino, che continua a sfornare prodotti di qualità a prezzi estremamente competitivi.
Se ancora non siete convinti, provatelo in versione gratuita, e vedrete che Soosiz saprà catturarvi.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.