Recensione di Spider - Il segreto di Bryce Manor

Copertina Videogioco Spider
  • Piattaforme:

     iPhone
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Tiger Style
  • Data uscita:

     disponibile
- Innovativo
- Splendidamente disegnato a mano
- Accompagnamento sonoro sublime
- Sistema di controllo controverso
- Prima o poi (più prima che poi) finisce
A cura di (DottorKillex) del
Gioco testato con Iphone 3GS.

Avete mai pensato di impersonare (letteralmente) un ragno? Sì, proprio quegli insetti muniti di otto zampe e una discreta riserva di seta, che usano per tessere ragnatele tanto apprezzabili esteticamente quanto fastidiose se capitano tra i capelli o, peggio ancora, sul viso. E quale piattaforma di gioco poteva ricreare meglio l’assenza di gravità in cui questi agili insetti si muovono e la creatività con cui tessono le loro tele, se non il versatile e innovativo device di Apple?

Una piccola grande magione
Spider – Il segreto di Bryce Manor vi mette nei panni di un minuscolo ragno, alle prese con una magione grigia ma popolatissima, avvolta in un velo di tristezza reso eccellentemente tanto dalla palette di colori scelta quanto dal sublime accompagnamento musicale. Lo scopo del gioco sarebbe duplice, e cioè affrontare tutte e ventotto le stanze che compongono la residenza e, nel contempo, gettare luce sugli avvenimenti che hanno misteriosamente spopolato (di umani, ma non di succulenti insetti) le suddette stanze.
Così, volumi aperti su una scrivania, foto in bella vista e indizi sparsi intesseranno le fila della vicenda, che comunque può essere bellamente ignorata, concentrandosi solo sulle meccaniche puzzle/action del titolo, unico nel suo genere e nel sistema di controllo proposto.

Predatori di seta
Controllando il nostro alter ego peloso in punta di dita, (con una grado di precisione altalenante, a dire la verità) dovremo farci largo tra sgabelli, letti, armadi e divani, che sembreranno degli ostacoli delle volte insormontabili, se non fosse che, trascinando le dita sullo schermo tattile in dotazione al nostro Iphone, faremo spiccare al ragno dei balzi davvero notevoli, in barba alle più elementari leggi gravitazionali, di cui, si sa, gli aracnoidi se ne infischiano bellamente.
Toccando il piccolo protagonista poi, a patto di avere una sufficiente riserva di seta, potremo sparare ragnatele, che andranno chiuse a formare figure geometriche delle più disparate, che serviranno o per raggiungere angoli altrimenti inaccessibili, o per imprigionare una delle tante specie di piccoli insetti riprodotti, dalle mosche alle falene.
Ciò che non sempre funziona è la sensibilità dei comandi, che spesso ci faranno spiccare balzi indesiderati piuttosto che costruire le tele.
Per quanto non perfetto, comunque, il sistema di controllo esclusivamente touch è perfettamente credibile, e ci sembra oggettivamente l’unico possibile per un titolo del genere.
Ai suddetti momenti di difficoltà, infatti, si alterneranno sensazioni estremamente piacevoli, come, ad esempio, disegnare un perfetto triangolo tra il letto e il comò in cui si incastreranno due malcapitati avventori.

Ammalianti note
L’originalità di questo titolo non si smentisce nemmeno in fase di commento tecnico: non ci è capitato spesso, ultimamente, di testare titoli che, pur gradevoli dal punto di vista prettamente visivo, eccellessero invece sotto quello auditivo.
Spider appartiene a questa categoria, offrendo degli scenari splendidamente disegnati a mano, che restituiscono un senso di “tattilità” agli ambienti e, nel contempo, una sensazione generale di perdita, di malinconia.
Ma, se iPhone ci sta abituando a exploit grafici anche superiori a questo, raramente, invece, ci siamo imbattuti in una colonna sonora tanto azzeccata e ispirata, che spazia da motivi estremamente tenui, quasi di sottofondo, a temi vivaci e ficcanti, che farete fatica a togliervi dalla testa una volta usciti dall’applicazione.
La longevità è garantita dal buon numero di stanze (peraltro visitabili a piacimento una volta completate) e dalla possibilità di collegamento con Facebook, per postare, anche nel cuore del social network più diffuso, i vostri record di gioco.
Recensione Videogioco SPIDER - IL SEGRETO DI BRYCE MANOR scritta da DOTTORKILLEX Pur mancandogli i galloni di capolavoro assoluto, Spider si guadagna, senza troppa fatica, quelli di uno dei giochi più innovativi e poetici presenti sull’ App Store.
L’atmosfera di mistero misto a tristezza viene resa in maniera eccellente, e, sebbene non sempre si possa dire lo stesso del sistema di controllo, va comunque apprezzato lo sforzo di proporre qualcosa di nuovo nel panorama videoludico, intasato di seguiti e remake. Che lo scegliate perché amate i ragni, o per scoprire cosa si nasconde dentro le stanze della tenuta Manor, o semplicemente perché anche la sola colonna sonora vale ben più dei 2,39 euro necessari al download, fareste, in ogni caso, un ottimo affare.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.