Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Phil Harrison: il nuovo Kinect non verrà usato per spiare gli utenti

Phil Harrison: il nuovo Kinect non verrà usato per spiare gli utenti

Xbox One (console)

XONE

22 novembre 2013 - 4 settembre 2014 (JP) - 2 Agosto 2016 (Xbox One S) - 7 novembre 2017 (Xbox One X)

A cura di Luca “HeavySam” Sammartino del 27/05/2013
Phil Harrison, il vice presidente di Microsoft Game Studios ha dichiarato che la privacy dell'utente sarà tutelata e che la sinistra funzione per il riconoscimento visivo di Xbox One non verrà usata per scopi illeciti.

"Abbiamo delle ottime leggi sulla privacy e scoprirete presto che siamo dei leader in quel settore. Prendiamo la cosa molto seriamente, non vogliamo usare il Kinect per spiare le persone. Una volta detta la parola 'Xbox on' la console si accenderà, ma non trasmetterà certo dati personali che si potranno ricondurre all'utente, almeno che non sia egli stesso a decidere il contrario. ha dichiarato Harrison, aggiungendo che Microsoft non obbligherà gli sviluppatori a utilizzare il nuovo Kinect nei loro giochi.

"Questo nuovo dispositivo è all'avanguardia progettato da un team di alto livello che è riuscito ad unire le potenzialità del Kinect, del cloud e della next-gen in un solo prodotto. Ovviamente gli sviluppatori potranno scegliere se usare solo i comandi vocali per i propri giochi, o semplicemente usare il Kinect per identificare il numero di giocatori presenti nella stanza e di conseguenza configurare automaticamente le opzioni di gioco e dell'interfaccia utente.

Infine Harrison ha dichiarato che Xbox One saprà redimere il Kinect e che la possibilità di far funzionare insieme TV, giochi e Skype sarà un passo avanti per la comunicazione nei videogiochi.