Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Microsoft spiega il design di Xbox One

Microsoft spiega il design di Xbox One

Xbox One (console)

XONE

22 novembre 2013 - 4 settembre 2014 (JP) - 2 Agosto 2016 (Xbox One S) - 7 novembre 2017 (Xbox One X)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 21/05/2013
Dopo aver diffuso le immagini ufficiali di Xbox One, Microsoft ha voluto spiegare il design della sua nuova console. La forma, innanzitutto - come ha riferito il creative director Carl Ledbetter - è stata dettata dalla volontà di avere un design nettamente sobrio, che potesse piacere sia ai gamer classici che ad un pubblico più grande interessato ad altri tipi di intrattenimento. Il colore, chiamato da Microsoft "liquid black", vuole accostare la console agli standard dell'industria dell'intrattenimento, e ben si sposa con altri prodotti della compagnia di Redmond, come Surface.

Ledbetter ha anche raccontato che - mentre i designer per l'hardware interno di X360 furono solo due - sono invece ben 27 le persone che hanno lavorato sui dettagli di Xbox One, facendo bene attenzione a tanti dettagli come l'apertura per la ventilazione sul lato destro. La volontà dei designer era quella di dare al prodotto un aspetto coeso, così che il corpo della console, il controller, Kinect, i menù e la scatola di Xbox One fossero evidentemente parte di uno stesso sistema.

Inoltre, a differenza della precedente console, Xbox One mostrerà il marchio Xbox sia sul corpo della console che su Kinect che sul controller, e lo stesso logo potrà illuminarsi di bianco. Ciononostante, Microsoft assicura che il verde è ancora il colore di riferimento per la nuova console, e ha annunciato anche che Kinect non utilizzerà più il viola. Spariscono anche i quadranti che si trovavano attorno al logo Xbox nel controller 360 e il power button che identificava ogni giocatore: saranno tutti rimpiazzati dal logo glow a cui accennavamo prima.

Proprio parlando del controller, Microsoft ha spiegato che sono stati fatti dei piccoli cambiamenti - con lo scopo di renderlo più maneggevole e adatto alle mani di quanti più utenti possibili. Per quanto le modifiche siano state sottili e non esattamente evidenti, Microsoft ha creato oltre 200 modelli 3D per testare l'impostazione migliore del controller, prima di optare per quella definitiva. Ledbetter ha riferito che, ad esempio, sono stati nascosti i buchi per le viti ed è stato spostato il vano batteria, in maniera tale che il baricentro del controller venisse modificato, rendendo la presa più facile per i bambini.
"Si ha la sensazione che sia più leggero" ha dichiarato Ledbetter, "anche se in realtà non lo è. È una cosa interessante."

È stata anche modificata la texture e la presa sui controller analogici, rendedoli più semplici da premere sia da sopra che dal fianco. I tasti, infine, non sono più completamente colorati, ma in tinta con il nero della console, con le sole lettere a riproporre le classiche tonalità di giallo (Y), verde (A), blu (X) e rosso (B).