Samsung si prepara a bloccare la rete mobile a chi non ha restituito Note 7

Qualche settimana fa, vi abbiamo parlato dello spaventoso flop di Samsung Galaxy Note 7, che ha fatto il botto sul mercato solamente in senso letterale: per motivi che la compagnia non è riuscita ad arginare, infatti, lo smartphone è esploso in parecchie occasioni, al punto che diverse compagnie aeree—compresa la nostra Alitalia—si sono viste costrette ad aggiungere una nota al loro regolamento per chiedere ai passeggeri di non portare a bordo il device, o di non accenderlo mai durante il tragitto.



Di fronte ad una crisi del genere e, dopo che anche i terminali sostituiti avevano cominciato a riportare lo stesso problema, Samsung ha preso la decisione più saggia, chiudendo la produzione del dispositivo e chiedendo a tutti gli acquirenti di restituirlo, in cambio di incentivi come un rimborso totale, un altro smartphone sostitutivo di pari fascia o uno sconto su un modello futuro. Alcuni, però, hanno comunque deciso di tenere il loro smartphone. Una scelta che secondo Samsung potrebbe però essere rischiosa, dal momento che il gigante coreano, in diverse parti del mondo, si sta preparando ad uccidere la sua creatura una volta per tutte.

Samsung Nuova Zelanda ha infatti annunciato che, entro il 18 novembre, sarà tagliata la rete mobile a tutti i Note 7 ancora in circolazione nel Paese, rendendo impossibile eseguire chiamate, spedire SMS o accedere alla connessione dati.
La compagnia si è accompagnata alla nota in cui raccomanda ancora una volta di procedere con la restituzione: "vi raccomandiamo fortemente, in caso stiate ancora utilizzando il vostro Note 7, di restituirlo nel luogo in cui lo avete comprato per avere un rimborso o un altro dispositivo."



L'azienda sudcoreana ha fatto sapere che lo stesso provvedimento potrebbe essere preso anche per altre nazioni, così da spingere anche i più impavidi a restituire lo smart device. In USA, ad esempio, sono stati restituiti l'85% dei dispositivi, mentre il 15% è ancora in circolazione.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 6
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Non ho messo io il pollice verso, non sarebbe da me. Anch' io preferisco i cellulari con la batteria tradizionale ma noi due non siamo l' intero mercato. La gente accende piccoli mutui per avere lo smartphone più cool, e non valutano la funzionalità. Capiscono potenza, risoluzione, megapixel della fotocamera senza capire che è la cosa meno importante, e cosa più importante il marchio. Devono creare un oggetto esclusivo da tipo alla moda, gli interessa che chi possieda quel telefono si senta stupidamente in qualche modo "superiore" agli altri. Io non approvo ovviamente, ma il marketing unito alla scarsezza morale della società, composta da persone come me e te, appoggia totalmente la loro visione. Quindi torniamo sempre lí, loro sono società e pensano al profitto, noi siamo però i reali colpevoli. Le vendite sono tutto ciò che importa alla fone ed i numeri danno loro ragione...

  • Livello: 0
    Post:
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da sariddu

    Siamo noi a far preferire le batterie integrate...la gente preferisce 2 mm di spessore in meno e batteria non sostituibile solo perchè l' estetica è più gradevole, anche se il tutto è a scapito della funzionalità. Sono le vendite a decidere, e da qui parte l' esigenza di risparmiare spazio di ogni azienda. Spero che nessun pirl4 impavido finisca per farsi male...
    a favore loro, si bhe perché se si pippa la batteria, in qualunque cell non sostituibile, o improvvisi con il fai da te, rischiando di rovinare il cell, o sei costretto a mandarlo in assistenza e se non stai in garanzia paghi, batteria nuova e manodopera... continuo a dire che e un bell'affare (per loro) tutto per guadagnare massimo qualche millimetro in spessore. Mah sarà che io sono contrario alle batterie non sostituibile, appunto perché praticamente mi capita su ogni cell che mi si f_tta la batteria. inutile mettere il pollicino giù, la verità e questa.
  • Minollo64
    Minollo64
    Livello: 3
    Post: 866
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da MadeinChina

    speriamo che non sono dei terroristi quelli che non vogliono restituire, questo Note 7 è una vera bomba, letteralmente.
    Come battuta va bene, ma come bomba il Note 7 è una frana: meno di un centinaio di esplosioni su quasi dieci milioni di pezzi distribuiti. Penso che i terroristi non sanno proprio che farsene.
  • sariddu
    sariddu
    Livello: 4
    Post: 2786
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Siamo noi a far preferire le batterie integrate...la gente preferisce 2 mm di spessore in meno e batteria non sostituibile solo perchè l' estetica è più gradevole, anche se il tutto è a scapito della funzionalità. Sono le vendite a decidere, e da qui parte l' esigenza di risparmiare spazio di ogni azienda. Spero che nessun pirl4 impavido finisca per farsi male...

  • Livello: 0
    Post:
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Batterie fatte con i piedi e cosi si imparano anche a fare i device con batteria non sostituibile, cosi invece di far cambiare le batterie, devono risarcire tutti... bella convenienza vero?
  • MadeinChina
    MadeinChina
    Livello: 4
    Post: 883
    Mi piace 1 Non mi piace -3
    speriamo che non sono dei terroristi quelli che non vogliono restituire, questo Note 7 è una vera bomba, letteralmente.
caricamento in corso...
NEWS SUCCESSIVE
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.