Anonymous rintraccia pedofilo

Il suicidio della quindicenne Amanda Todd dello scorso 10 ottobre ha sconvolto il mondo e in particolare la community di Internet, dove la storia è nata. Il gruppo di hackivisti Anonymous ha deciso di collaborare con le forze dell'ordine rilasciando una dichiarazione e diffondendo nel giro di poche ore le informazioni fondamentali riguardo il trentenne che avrebbe indotto al suicidio la ragazza.
La lettera di Anonymous è stata indirizzata alla divisione canadese di CTV News, e recita che per quanto il gruppo non gradisca dare una mano alla polizia, in questo caso gli hacker si sono sentiti in obbligo di intervenire, mettendo a frutto le proprie abilità in nome della protezione dei bambini.
I dati del molestatore sono stati subito pubblicati su Pastebin, portando all'arresto del presunto colpevole adesso accusato di abuso di minore e violenza sessuale. L'uomo si è però dichiarato innocente, sostenendo di aver conosciuto la vittima, ma additando un'altra persona quale responsabile dell'accaduto. La nuova persona sarebbe residente e New York, e la polizia prosegue quindi nelle proprie immagini.
La condotta di Anonymous - gruppo che opera nell'illegalità ma basandosi su valori di giustizia e intolleranza verso lo sfruttamento dei deboli - resta a questo punto davvero da condannare da parte delle autorità?
Segue il video realizzato da Amanda Todd dove viene raccontata la sua storia.

Tags: | Anonymous
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.