P2P pirata legale in Portogallo

La condivisione di materiale coperto da copyright attraverso programmi di file sharing è legale. Questo l'esito raggiunto dalla Procura Nazionale Portoghese (Departamento Central de Investigação e Acção Penal) dopo la segnalazione da parte della ACAPOR (Associação do Comércio Audiovisual, Obras Culturais e de Entretenimento de Portugal ) di 2.000 indirizzi IP di utenti accusati di pirateria e condivisione illegale. Il Procuratore Generale ha stabilito che la condivisione di contenuti protetti da copyright non è illegale se non fatta a fine di lucro. Inoltre l'indirizzo IP non può identificare in modo certo una persona, quanto piuttosto il sottoscrivente di un contratto. Impossibile stabilire se sia poi egli stesso il pirata o qualcuno che ne abbia utilizzato il PC o la connessione. La procura ha inoltre sottolineato che, per quanto importante, il diritto di copyright è secondario rispetto alla libertà di espressione e alla privacy dell'individuo.
Disappunto da parte dell'accusa, mentre il Portogallo crea un importante precedente giuridico in tale spinosa questione.
Tags: | Tech
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.