Megaupload: raid casa Dotcom illegale

Il giudice Helen Winkelmann ha stabilito che i mandati che hanno permesso a più di 90 agenti neozelandesi di perquisire la casa di Kim Dotcom, fondatore di Megaupload, sono stati forzati nel contenuto. Il giudice, infatti, ha affermato che i mandati mancavano di adeguatezza "in relazione al reato contestato", aggiungendo che appare "chiaro che la polizia, eseguendo il mandato, è andata oltre i poteri legalmente riconosciutigli".

Dotcom ha dichiarato: "Siamo veramente contenti di questa decisione. Stiamo analizzando il verdetto del giudice Winkelmann e organizzando le nostre mosse future". La prossima apparizione delle parti è prevista per il 4 luglio.
Tags: | Tech
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.