Tutto su BlazBlue per Vita

Geraint Evans, Direttore di Arc System Works Europe, ha scritto un posto molto interessante e dettagliato sulle caratteristiche del titolo BlazBlue in uscita su PS Vita.

"A un passo dal lancio di PS Vita, abbiamo pensato di osservare un po’ più da vicino una delle serie più apprezzate dagli appassionati di picchiaduro degli ultimi anni.

BlazBlue , in fase di preparazione per il grande lancio del 22 febbraio, è un picchiaduro di culto: ha conquistato la critica con il suo approccio al combattimento decisamente inedito, ma per alcuni appassionati del genere resta un gioco un po’ “insolito”.

Cimentarsi ogni tanto con un po’ di Street Fighter o di Tekken è familiare e rassicurante: si conoscono i personaggi, le loro mosse e le loro capacità. Si sa perfettamente con cosa si ha a che fare.

BlazBlue, in confronto, sembra spaventoso. Per i principianti, il filmato di gioco è particolarmente forte e intenso… un po’ come una sparatoria in una fabbrica di esplosivi. Di fronte a un impatto visivo così forte, diventa difficile concentrarsi sul gioco vero e proprio.

Ecco perché abbiamo pensato di fornire a voi neofiti di BlazBlue un piccolo corso intensivo per rendere più semplici i primi passi con il picchiaduro più innovativo dell’ultima generazione…

1. È UN PICCHIADURO IN 2D

Qualcuno penserà (sbagliandosi) che questo renda il gioco “vecchio”, “retrò” o “superato”, ma il 2D è la specialità di Arc System Works. BlazBlue sta allo Studio Ghibli come Soul Calibur sta alla Pixar! La grafica 2D ad alta definizione di BlazBlue è senza rivali nel mondo dei picchiaduro, con i suoi impareggiabili dettagli e un’animazione di qualità eccezionale. Sapevate che ogni personaggio ha 1000 frame a disposizione? Non avete idea di quante ore di lavoro ci siano volute per disegnare tutti quei folletti… ma state sicuri che ne è valsa la pena.

2. IL SISTEMA DI COMBATTIMENTO SEMBRA SEMPLICE, MA NON LO È

Weak, Medium, Strong, Drive: i tasti sono solo quattro. Per comodità, è possibile passare da una combo debole a una combo media, per poi concatenarla a una combo hard. E il tasto Drive? C’è chi lo definisce “il tasto super-specialità” di ogni personaggio. Attrarre l’avversario come una calamita, congelarlo, rubargli la salute, aggiungere potere di ricarica ai propri poteri… il Drive di ogni personaggio ha caratteristiche uniche, che combinate agli attacchi speciali e standard possono portarlo alla vittoria.

3. I PERSONAGGI SONO “STRANI”

Avete mai giocato a un picchiaduro con dei personaggi molto simili tra di loro? BlazBlue è tutta un’altra cosa. Ogni personaggio è unico ed è completamente diverso da tutti gli altri… e quando diciamo “completamente”, diciamo sul serio. Perché? Arc voleva che ogni singolo personaggio costituisse un vero e proprio gioco a sé stante. Cosa determina questa scelta stilistica? Beh, vi dona una serie di personaggi varia e sfaccettata, tutta da esplorare, più aperta a stili di combattimento differenziati e all’espressività individuale. In più, nei combattimenti ogni singola combinazione tra i personaggi è un’esperienza di gioco unica: il divertimento è assicurato…

4. SPECIALIZZATEVI IN COMBATTIMENTO

Si dice che i picchiaduro siano troppo difficili. Sembra un’ipotesi plausibile, di fronte al susseguirsi di catene, tecniche elaborate, schivate e cancel. BlazBlue smentisce questo pregiudizio. Prevede un’approfondita serie di tutorial, che spiegano nel minimo dettaglio tutte quelle mosse mai viste prima e permettono al giocatore di impratichirsi un po’ alla volta. Dedicare una serata a quei tutorial non vi rende solo più bravi a cimentarvi con BlazBlue, ma migliora anche le vostre performance in tutti i picchiaduro… garantito al 100%.

5. E LA TRAMA?

C’è chi la definisce “folle”. Per noi, è semplicemente epica. Per riassumerla in poche parole, è un po’ come quella di Groundhog Day, solo che tutti i personaggi sono destinati a morire nel giro di 100 anni in una terribile catastrofe, per poi rivivere di nuovo lo stesso secolo: Bill Murray impugna uno spadone di due metri, Andie MacDowell è una dea del kung-fu… ehm, non rimane molto di Groundhog Day a questo punto!

Andiamo al sodo. BlazBlue, per essere un picchiaduro, dà davvero molta importanza alla modalità giocatore singolo (ideale per chi non impazzisce per la competizione). Inoltre, Extend include anche la trama originale: potrete giocare cominciando dagli inizi!

6. COMINCIAMO!

OK, ci siamo. Avete voglia di tuffarvi nel gioco: da dove si comincia? Possiamo darvi tre suggerimenti base.

Innanzitutto, Ragna and Tsubaki sono i personaggi più semplici: se avete giocato a Street Fighter, non avrete nessun problema con loro. Sfere infuocate e pugni del drago? Un gioco da ragazzi!
Suggerimento numero due: dedicatevi al tutorial. Sì, sappiamo benissimo che di solito i tutorial sono molto noiosi… ma resterete sorpresi dalla rapidità con cui diventerete degli assi del combattimento. E, in più, vi divertirete tantissimo.
Per finire, provate la modalità Challenge. Completate le prime 3 o 4 sezioni, dovrebbero bastare per introdurre le mosse base del personaggio e le prime combo.

Seguite i nostri consigli e sarete pronti a combattere in un batter d’occhio…"



Data di uscita: 22 febbraio 2012
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.