Ratchet & Clank: Il chiarimento di Aldo Stella

Qualche giorno fa abbiamo riportato una news relativa alle critiche di Aldo Stella sulla scelta di alcuni doppiatori per il film Ratchet & Clank. Oggi, per completezza, vi segnaliamo un altro post pubblicato dallo stesso Aldo Stella per mettere le cose in chiaro:

"Ragazzi, a me le arrabbiature durano dieci minuti, poi me ne faccio una ragione. Ma considerando il delirio seguito al mio post (che mai avrei immaginato) e soprattutto l’incazzatura successiva quando ho visto alcuni miei commenti “screenati” e utilizzati per imbastire un caso, ritengo doveroso chiarire alcuni punti (tra l’altro, non riesco materialmente a rispondere, com’è mio costume, a tutti i messaggi pubblici e privati che sto ricevendo; perdonatemi).
Io capisco la necessità di riempire spazi giornalistici, e la creazione di pseudo-scandali e così via, ma il risultato che ne è conseguito è il ritratto di uno incazzato perché teme che non gli facciano fare Clank, e quindi non possa guadagnare dei soldini. Guardate che non è così.
1- Ho visto l’annuncio dell’uscita del film, con la partecipazione di due “talent”. Non avendo ricevuto nessuna richiesta di disponibilità, ne ho dedotto che i giochi erano fatti. Ho aggiunto “L’avrei giurato”, perché ero sicuro che sarebbe andata così, da quando ho saputo che questo film esisteva.
2- Le recriminazioni sul budget e la questione economica in generale sono state inventate di sana pianta. Io non ho fatto cenno a niente del genere, anche perché il problema che molto di più importa a me, e alla categoria cui appartengo, è un po’ più vasto e, temo, serio. Caso mai si riferivano a questo aspetto molti dei commenti sottostanti.
3- Io non ce l’ho con i due youtuber in particolare, né con la categoria in generale. Non li conosco, vuoi per età, vuoi per formazione, ma so che sono una realtà ormai ufficiale e considerata. Anzi, ritengo che se si sono visti offrire un lavoro, da parte di chi teoricamente sa cosa è giusto e lecito e professionale fare, sono totalmente legittimati a farlo: perché non dovrebbero? Loro, personalmente, non c’entrano: c’entra chi porta avanti queste strategie di marketing.
Ed è questa, a mio parere la cosa grave: l’andazzo che va avanti da tempo, ormai, e prende sempre più piede. Da una parte le campagne diffuse contro il doppiaggio a favore della lingua originale, e dall’altra questa moda per cui chiunque è sostituibile - uno vale l’altro, una cosa vale l’altra - manderanno in malora questo lavoro. Per metà c’è già andato. Sono decenni ormai che si espropria il pubblico (e non solo) degli strumenti critici. L’abbattimento della barriera tra professionalità e spontaneismo toglie ogni dignità al doppiaggio e al lavoro dell’attore, o dell'artista, in genere. E non solo – ripeto : è un elemento, in fondo, che fa parte della generale voglia di togliere dignità a qualunque lavoro, a qualunque professione, anche se il caso di noi attori e/o doppiatori e/o musicisti eccetera eccetera riguarda solo una piccola parte della popolazione.
Non sono le sole cause, ovviamente, ma incidono in maniera molto rilevante.
Lasciate perdere le petizioni e roba del genere: chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato. A me non me ne importa nulla, davvero. Mi importa del futuro di questa professione per i colleghi giovani, futuro che sto vedendo disintegrarsi, e sono ben contento di aver trascorso, di essa, gli anni migliori.
P.S. per quanto riguarda l’improperio (“espressione rabbiosa e irriverente!”) che mi è sfuggito nei “cinque minuti” di rottura di coglioni… e passatemelo, accidenti! Visto che normalmente sembro un manuale di comunicazione cauta e rispettosa. Non era rivolto ai due youtuber, ovviamente, ma a queste indefinite entità-individualità che hanno potere decisionale e perseguono strategie miopi e pericolose, che concorrono a creare i disastri. Un po’ come quando si dice “i mercati”.
P.S. 2: con questo, vorrei chiudere l’argomento."



Data di uscita: 20 aprile 2016
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 11
  • Rastrellin
    Rastrellin
    Livello: 8
    Post: 4413
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    dalla fedeltà fin troppo rigida arricchita con termini poco pratici, all'uso di non professionisti, ben strani gli adattatori lucky red....
  • diennea2
    diennea2
    Livello: 4
    Post: 2540
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Come detto nell'articolo precedente il dito accusatorio dovrebbe essere indirizzato alla LuckyRed che ha fatto questa ignobile scelta, e non ai 2 youtuber. Questi ultimi fanno anche bene a cogliere al volo questa opportunità (pure io lo farei se mi si presentasse un'occasione), ma se proprio volete inczzarvi con qualcuno, fatelo che chi segue questi 2 personaggi. E' la gente che segue questi """vip""", è la gente che spinge brand come favij e l'altra ragazina(di cui non sapevo nemmeno l'esistenza) e i risultati tangibili si vedono purtroppo(il doppiaggio stesso del film).
  • vincio_86
    vincio_86
    Livello: 2
    Post: 16
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da bethlehem

    si devono usare parole forti e arrabbiarsi come dei caimani per quello che succede nel mondo al giorno d'oggi,che già tutto è diventato pieno di sfumature e opinabile.uno dei più grandi problemi di questi ultimi anni è che le cose non vengono più chiamate con il loro nome: una ragazza che va in giro (più che) seminuda non è una ragazza emancipata e sicura di sè,lo sappiamo tutti cos'è (purtroppo su questo sito non lo posso dire),uno che si riempie di tatuaggi e si atteggia come un divo non è un uomo bello e dannato,è un idiota e 2 come questi youtuber..ma andate a lavorare in fabbrica,10 ore al giorno,uscite col viso nero e le mani sporche,imparate a conoscere cosa sono la fatica,gli obblighi e i meriti! diciamole queste cose,sono evidenti le porcherie di questi tempi,diciamo le cose come stanno!
    40 minuti di applausi!!!!!parole santissime
  • bethlehem
    bethlehem
    Livello: 7
    Post: 3388
    Mi piace 9 Non mi piace 0
    si devono usare parole forti e arrabbiarsi come dei caimani per quello che succede nel mondo al giorno d'oggi,che già tutto è diventato pieno di sfumature e opinabile.uno dei più grandi problemi di questi ultimi anni è che le cose non vengono più chiamate con il loro nome: una ragazza che va in giro (più che) seminuda non è una ragazza emancipata e sicura di sè,lo sappiamo tutti cos'è (purtroppo su questo sito non lo posso dire),uno che si riempie di tatuaggi e si atteggia come un divo non è un uomo bello e dannato,è un idiota e 2 come questi youtuber..ma andate a lavorare in fabbrica,10 ore al giorno,uscite col viso nero e le mani sporche,imparate a conoscere cosa sono la fatica,gli obblighi e i meriti! diciamole queste cose,sono evidenti le porcherie di questi tempi,diciamo le cose come stanno!
  • IosonoOtakuman
    IosonoOtakuman
    Livello: 6
    Post: 1792
    Mi piace 3 Non mi piace -2
    Non ha nulla di che scusarsi o giustificarsi, sono le testate giornalistiche che hanno travisato e montato tutto quando come volevano!
  • leoa690
    leoa690
    Livello: 1
    Post: 13
    Mi piace 8 Non mi piace 0
    Meritocrazia...l' hanno portata via...
  • Ultima7
    Ultima7
    Livello: 4
    Post: 644
    Mi piace 2 Non mi piace -13
    Be', tra questo messaggio e l'augurio di morte ha fatto grossi passi avanti
  • MrSkellington
    MrSkellington
    Livello: 6
    Post: 5998
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Ricola
    Pieno supporto ad Aldo Stella da parte mia, anche se (certo non era questo il post in cui farlo ne ne era tenuto) il doppiaggio italiano sta morendo per le cose sopra citate (verissimo) ma anche per certi doppiatori affermati che (nel loro settore) si divertono a fare il bello e il cattivo tempo decidendo chi può fare cosa e chi no, generalmente monopolizzando il settore e lasciando poco spazio (e occasioni) alle nuove leve.
    Come in molti ambiti intellettuali d'altronde
  • Ricola
    Ricola
    Livello: 4
    Post: 1404
    Mi piace 14 Non mi piace -1
    Pieno supporto ad Aldo Stella da parte mia, anche se (certo non era questo il post in cui farlo ne ne era tenuto) il doppiaggio italiano sta morendo per le cose sopra citate (verissimo) ma anche per certi doppiatori affermati che (nel loro settore) si divertono a fare il bello e il cattivo tempo decidendo chi può fare cosa e chi no, generalmente monopolizzando il settore e lasciando poco spazio (e occasioni) alle nuove leve.
  • DanteVergil
    DanteVergil
    Livello: 6
    Post: 2445
    Mi piace 14 Non mi piace 0
    Applausi a scena aperta.
  • Pogo
    Pogo
    Livello: 6
    Post: 2485
    Mi piace 28 Non mi piace -4
    VADANO A MORIRE AMMAZZATI ne era la perfetta sintesi comunque
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.