Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Dettagli sulla monetizzazione dell'esclusiva PS4 Drawn to Death

Dettagli sulla monetizzazione dell'esclusiva PS4 Drawn to Death

Drawn to Death
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 20/05/2015
Sappiamo già che Drawn to Death, esclusiva PlayStation 4 ad opera di David Jaffe – papà di God of War e Twisted Metal – sarà messo in commercio secondo il modello free-to-play. Tuttavia, al momento non è chiaro quali saranno le vie di monetizzazione adottate dagli sviluppatori, e proprio per questo motivo lo stesso Jaffe ha deciso di fare un po' di chiarezza.



"Sono felice di diffondere qualche dettaglio sul modello di business. Per ora, posso dire questo: il 90% (o forse il 100%) delle armi può essere acquistato con la valuta fondata sulla moneta reale (Blood Diamonds), oppure con la valuta che si ottiene nel gioco (War Tokens). Oppure, le armi possono essere noleggiate con i War Tokens, che farebbero abbassare il prezzo di acquisto. Se, ad esempio, un'arma costa $1 e voi la noleggiate a $0,10 per 3 o 5 partite, dopo la potrete comprare per $0,90" ha spiegato.

"Non ci sono armi che sono migliori di altre in qualsiasi categoria. È stato tutto progettato affinché sia molto bilanciato. Un'arma che arreca molti danni avrà un tempo di ricarica molto lento e un caricatore piccolo, per esempio" ha concluso.

Fonte: DualShockers