Pachter contro Project Morpheus: pessima idea di Sony

Il noto (non sempre per buoni motivi) analista di mercato Michael Pachter si è scagliato nel corso della Game Developers Conference contro Project Morpheus, il nuovo visore per la realtà virtuale recentemente presentato da Sony. A detta dell'analista, commercializzare un dispositivo del genere sarebbe per l'azienda nipponica una mossa stupida. Queste le sue parole:
"Penso che non ci sarà mai un grande mercato per la realtà virtuale. I visori sono dispositivi interessanti, ma credo che non ci saranno mai abbastanza contenuti da giustificare gli investimenti necessari allo sviluppo di un visore.
Pensiamo all'uovo e alla gallina: se i software che utilizzano questa tecnologia saranno pochi nessuno comprerà i visori, e se nessuno comprerà i visori le aziende non svilupperanno per questi.
"
Discorso di per sé sensato, ma l'analista aggiunge un'ulteriore osservazione: Team Oculus è una piccola azienda, che per avere profitti può accontentarsi di piazzare poche unità. Pensando al mercato PC non è inoltre necessario un exploit di vendite, ma può accadere che un device (o un gioco) vendano molto nel tempo, in maniera costante.
Su console il discorso è molto diverso, e se Oculus Rift potrà sopravvivere col suo milione di unità piazzate, il mass market a cui punta Sony potrebbe essere molto meno facile da raggiungere.
Voi cosa ne pensate? Vedete un futuro per questi visori o ritenete che diventeranno i gimmick della nuova generazione?
Data di uscita: 13 ottobre 2016
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.