Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
I rivenditori corrono ai ripari per i bundle PS4 in seguito al rinvio di Watch Dogs

I rivenditori corrono ai ripari per i bundle PS4 in seguito al rinvio di Watch Dogs

PlayStation 4

PS4

Sony

29 Novembre 2013 - 15 settembre 2016 (Slim) - 10 Novembre 2016 (Pro)

A cura di Davide “Alexander” Dorino del 16/10/2013
La decisione e l'annuncio da parte di Ubisoft del rinvio di Watch Dogs alla primavera 2014 anzichè a fine novembre 2013 ha scatenato un'effetto domino che in parti diverse tocca tutta l'industria oltre che i videogiocatori, privati di uno dei blockbuster natalizi maggiormente attesi in favore di una migliore rifinitura del progetto - scelta in parte condivisibile.

Tra le problematiche che questo rinvio ha causato, oltre a una revisione delle previsioni finanziarie della compagnia francese, vi è quella legata ai pre-ordini del bundle PlayStation 4 con il gioco, acquistato da molti utenti allettati dal potenziale di Watch Dogs e così non più disponibile al lancio della next-gen console Sony.

Nonostante le valide motivazioni di Ubisoft, anche tra i rivenditori la notizia non è stata accolta di buon grado e li sta costringendo a correre ai ripari: Amazon ha deciso di spedire in ogni caso la console provvedendo a recapitare il gioco quando disponibile; mentre GameStop ha optato, a scelta dei consumatori, sia per una soluzione analoga, sia per il cambio del bundle con un altro titolo disponibile a fronte di eventuali variazioni di prezzo.