Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Sviluppare su PS4 è più facile che su PC, parola di Jonathan Blow

Sviluppare su PS4 è più facile che su PC, parola di Jonathan Blow

PlayStation 4

PS4

Sony

29 Novembre 2013 - 15 settembre 2016 (Slim) - 10 Novembre 2016 (Pro)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 11/03/2013
Jonathan Blow, developer indipendente già autore di Braid e attualmente al lavoro su The Witness, ha concesso un'intervista al magazine EDGE, nel corso della quale ha parlato anche di PlayStation 4.
Secondo lo sviluppatore, creare videogame sulla nuova console Sony sarebbe più facile che farlo su PC: "per quanto riguarda The Witness, ci interessa primariamente la console nelle sue caratteristiche basilari e nella sua velocità – sopratutto il fatto che ha RAM più veloce di un PC. [...] Renderizzare la grafica su Windows ha un impatto sulle performance finali. Dal momento che una console è pensata appositamente per giocare, questi problemi non si verificano, ed un gioco equivalente gira più velocemente che su PC. "

Blow si è detto colpito anche dal tasto "Share" che sarà presente nei nuovi joypad di PlayStation 4: "in generale, come caratteristica per una console, è estremamente interessante. Una cosa della quale i developer sono oggi molto consapevoli è che su YouTube, nel corso degli ultimi anni, il livecast e i gameplay con commento sono diventati davvero popolari. Tantissime persone stanno prestando attenzione a queste cose, e sarà interessante vedere cosa accadrà ora che un'intera console è stata basata su questo tipo di condivisione."

The Witness, il più recente progetto di Blow, arriverà su in esclusiva su PlayStation 4.