Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Dettagli su MAG

Dettagli su MAG

MAG
A cura di Diego “Songoku” Castelli del 21/07/2008
Il sito Kotaku, citando una fonte anonima che ha partecipato a un focus group sul prossimo titolo PS3, è riuscito ad avere alcune informazioni davvero interessanti su un titolo che punta a rivoluzionare l'esperienza multiplayer su console (e non solo, almeno per quanto riguarda il genere FPS). Qui di seguito vi riassumiamo le notizie più succose, ricordando che il gioco è ancora in una versione quasi iniziale, quindi molto potrebbe cambiare prima della release, che al momento rimane fissata per una generica primavera del 2009.

-MAG sembra non essere il titolo del gioco. L'acronimo infatti (Massiv Action Game) sembra infatti identificare un nuovo genere videoludico, e non il nome del prodotto. Probabilmente verrà scelto un titolo completamente nuovo, ma non si esclude l'appartenenza di MAG (per il momento continuiamo a chiamarlo così) alla serie SOCOM.
-Ai partecipanti al focus group sono stati proposti diversi possibili sottotitoli: MAG: Shadow War; MAG: Zero; MAG: Global Assault and MAG: Final Hour.
-Si tratta, a conti fatti, di un MMO basato sul combattimento tra mercenari.
-La visuale sarà probabilmente in terza persona.
-Il gioco è ambientato intorno al 2020, quando eventi catastrofici avranno determinato la nascita di eserciti di mercenari ingaggiati per recuperare risorse di primaria importanza.
-Le fazioni saranno tre: americani, europei e mediorientali.
-Ogni arena di gioco prevede lo scontro tra due fazioni.
-Ogni giocatore può entrare come mercenario indipendente e essere poi affiliato automaticamente a una squadra (ricordiamo che il gioco supporta fino a 256 giocatori divisi in squadre di otto). Oppure può decidere di creare un team per proprio conto, insieme ai suoi amici.
-Gli obiettivi per le missioni saranno decisi direttamente dai giocatori più alti in grado. In pratica, come accade in una vera guerra, saranno generali e colonnelli a scegliere la strategia da adottare, mentre gli altri si dovranno conformare. Un approccio sicuramente innovativo, anche se rischioso: qualche utente potrebbe non apprezzare il fatto di dover obbedire a un "collega" videogiocatore. Ma la guerra è guerra ragazzi, ci vuole disciplina!
-I comandanti in capo avranno la possibilità di accedere a una visuale diversa del campo di battaglia, così da poter monitorare tutte le operazioni in atto. Se decidono di limitarsi a organizzare gli scontri, senza prendervi effettivamente parte, la loro esperienza di gioco potrebbe avvicinarsi a quella di un RTS.
-Per salire digrado bisogna raccogliere punti, ottenibili nel modo più classico: aiutando cioè la propria squadra a portare a termine gli obiettivi.
-Passando di grado vengono sbloccati bosun come nuove armi o uniformi.