Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>The Last of Us</b>: nuove informazioni

The Last of Us: nuove informazioni

The Last of Us
A cura di Andrea “jewel” Rubino del 05/02/2012
Grazie all'ultima edizione di Game Informer sono stati resi noti molti dettagli riguardo The Last of Us, l'atteso nuovo titolo di Naughty Dog in arrivo a data da destinarsi esclusivamente su Playstation 3.

Nel paragrafo seguente saranno presenti informazioni riguardo l'inizio della storia del gioco, quindi spoiler.

Come era già stato ripetuto in più occasioni, The Last of Us sarà ambientato in un futuro post-apocalittico in cui la natura ha avuto la meglio sulle città e la diffusione di un virus ha infettato buona parte della popolazione. La storia ha inizio in una zona di quarantena a Boston, vent'anni dopo la diffusione del virus. Qui è dove ha vissuto Ellie, una ragazza ormai quattordicenne che ha sviluppato una passione per i libri e la musica del mondo "passato". Joel, un uomo quasi vicino ai cinquanta, è stato un assassino responsabile della morte di persone innocenti, ma ora vende armi e droghe al mercato nero della città. Un suo amico in fin di vita lo recluta per una missione: far fuggire Ellie dalla zona di quarantena. Purtroppo (ma c'era da aspettarselo) le cose iniziano ad andare male e i militari vengono coinvolti nella faccenda. In ogni caso Joel decide di portare la ragazza ad ovest, ricordando la promessa fatta all'amico. [fine spoiler]

Gli sviluppatori hanno dichiarato che The Last of Us è parzialmente ispirato alla parte di Uncharted 2 con protagonisti Drake e Tenzin. In questo senso, ciò che il team ha voluto cercare di creare è un rapporto a lungo termine tra i protagonisti della vicenda.

"Il centro della vicenda riguarda chi sono questi personaggi, qual'è il loro background, perché sono insieme e perché stanno lasciando la zona di quarantena", ha detto il direttore creativo Neil Druckmann.

"Questo per noi è molto più interessante della storia della diffusione del virus. Non ho mai visto questo genere di cose nei videogiochi prima d'ora".

Nel corso del gioco Joel ed Ellie si troveranno a dover affrontare diverse fazioni, umani e infetti. Spesso però sarà meglio evitare un confronto diretto a causa delle risorse limitate e del sistema di rigenerazione della salute, il quale non sarà automatico ma affidato invece a specifici health pack. Il realismo sarà infatti uno degli elementi centrali di The Last of Us: un unico proiettile sarà in grado di uccidere, ed essere letali modificherà le reazioni dei nemici, i quali saranno dotati di personalità ed emozioni.

Il personaggio di Ellie, infine, non potrà mai essere controllato dal giocatore. Le sue azioni saranno sempre affidate all'intelligenza artificiale ma, nonostante questo, nel corso del gioco le sue abilità miglioreranno e si espanderanno.