Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>The Last of Us</b>, focus non è l'horror

The Last of Us, focus non è l'horror

The Last of Us
A cura di Massimiliano “bl4ckm4x” Di Marco del 13/01/2012
Il cuore di The Last of Us, la nuova opera di Naughty Dog annunciata ai VideoGame Awards 2011, non è la parte horror, ma la relazione tra i due protagonisti e il modo in cui vivono le loro vite. A specificare meglio qual è il focus del progetto è Neil Druckmann, creative director del gioco, intervistato da Edge nell'ultimo numero della rivista: "Non abbiamo intenzione di fare paura. Ci saranno cose terrificanti, ma non sono la parte cruciale del gioco. Neanche i mostri sono il cuore del titolo. La relazione tra Joel e Ellie (i due protagonisti, ndr) lo è. Stiamo cercando di dire qualcosa circa gli esseri umani e il modo in cui questi esistono. Non necessariamente in questa precisa ambientazione, ma in tutte le circostanze."