Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Gli autori di That Dragon, Cancer non hanno ancora guadagnato dal gioco

Gli autori di That Dragon, Cancer non hanno ancora guadagnato dal gioco

Il caso di That Dragon, Cancer

That Dragon, Cancer
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 25/03/2016
Gli autori di That Dragon, Cancer sono molto orgogliosi della loro opera, della quale vi abbiamo parlato anche nella nostra recensione. Il gioco, come ricorderete, racconta la storia del cancro che ha portato via il figlio degli sviluppatori, che hanno quindi deciso di ricordarlo con questo progetto. Parte dei fondi ottenuti sono donati in beneficenza, e gli autori hanno fatto sapere di non aver ancora guadagnato $1 dal gioco.



Secondo SteamSpy, le vendite attualmente ammontano a 14.000 copie, i cui incassi devono poi essere divisi tra gli otto sviluppatori.
Ryan Green ha fatto sapere che una parte dei soldi è stata anche investita per pagare i debiti accumulati dal team, ed ha provato a comprendere perché, nonostante il clamore suscitato dal gioco nella critica, le vendite siano state così limitate. A suo dire, buona parte delle responsabilità sarebbe da addossare agli autori di video Let's Play che hanno mostrato il gioco nella sua interezza.

"Abbiamo sottovalutato quante persone si sarebbero sentite soddisfatte anche solo a guardare il gioco, anziché a completarlo" si è reso conto. "Se compariamo il milione di visite che ha fatto registrare il nostro gioco su YouTube alle sue vendite su SteamSpy, ti rendi conto della disparità. Abbiamo visto molte persone postare tutto il gioco su YouTube con pochissimo commento. Abbiamo anche visto alcuni decompilarlo e pubblicare su YouTube la soundtrack."

"Se una parte di quelli che hanno guardato i Let's Play o li hanno trasmessi ci avessero donato anche solo $1, avremmo ciò che ci serve per continuare a creare, e per il beneficio della community dei Let's Play."

Il messaggio è chiaro: "vi stiamo chiedendo di restituirci il favore: se eseguite gli streaming Let's Play, non limitatevi a trasmettere tutti i nostri contenuti senza nessun commento, ma utilizzatene qualche porzione per raccontare la vostra storia e cominciare una conversazione con i vostri spettatori. Vi invitiamo a lasciare un link al nostro sito, e ad incoraggiare gli spettatori a supportarci economicamente, comprando il gioco o donando un dollaro o due al nostro studio, se pensano che ciò che facciamo abbia valore. Questo piccolo gesto ci consentirebbe di continuare a lavorare."

Voi cosa ne pensate? Ritenete che gli streaming dei giochi completi in Rete possano danneggiare i prodotti?