Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Shadow Realms ufficialmente cancellato

Shadow Realms ufficialmente cancellato

Cancellato ufficialmente lo sviluppo

Shadow Realms
A cura di Samuele “SamWolf” Zaboi del 09/02/2015
Nel corso delle scorse ore vi abbiamo riportato la notizia del possibile naufragio dello sviluppo di Shadow Realms; ora è ufficiale: il gioco è stato cancellato. Jeff Hickman, general manager di BioWare Austin, ha spiegato i motivi che hanno portato a questa scelta: “Oggi devo condividere importanti notizie per quanto riguarda Shadow Realms e il nostro studio BioWare Austin” ha esordito Hickman “Abbiamo preso la decisione di non andare oltre con lo sviluppo di Shadow Realms. Siamo pienamente consapevoli del fatto che questa notizia è deludente per alcuni dei nostri fan, quindi voglio spiegare i motivi di questa scelta.

Mentre la squadra ha fatto un lavoro incredibile sui concetti del gioco e abbiamo ottenuto una grande risposta dai nostri fan in occasione di eventi e test, in questo momento ci sono altri progetti all'interno degli studi BioWare per il prossimo anno e oltre” ha continuato Hickman “Abbiamo una squadra di grande talento qui a Austin e siamo già entusiasti e profondamente coinvolti nei nuovi progetti all'interno della famiglia BioWare. Questi includono ulteriori miglioramenti per il pluripremiato Dragon Age: Inquisition, così come il prossimo gioco della serie Mass Effect e nuove IP.
Il più grande riferimento della nostra squadra di Austin sarà Star Wars: The Old Republic. Abbiamo alcuni grandi progetti per ampliare questo epico gioco e non vediamo l'ora di condividere la notizia su questi piani nel corso delle prossime settimane. Per tutte le persone che si sono registrate per la closed alpha di Shadow Realms, stiamo studiando un modo per ringraziarli. Ringraziamo tutti quei giocatori che ci hanno dato feedback alla GamesCom e al PAX e a tutti colori che hanno condiviso i loro pensieri e impressioni.” ha concluso Hickman.