Total War Attila: pubblicati due nuovi video

Loading the player ...
Nella giornata di oggi sono stati pubblicato due nuovi video per Total War Attila. I lunghi e rigidi inverni che hanno colpito l’Europa e distrutto i raccolti hanno messo a dura prova i Goti. Inoltre le loro terre, situate a ovest del Mar Nero, si trovano sul cammino del terribile Attila il re degli Unni.
Per sopravvivere devono imparare a vivere come nomadi e spostarsi per trovare un luogo sicuro dove vivere e terre più fertili da coltivare.

L’ultimo trailer cinematico proposto da CA evidenzia come verranno rappresentati in Total War Attila i cambiamenti climatici, le carestie e la minaccia dell’invasione Unna che hanno generato enormi migrazioni di massa. Mentre si avvicinano ai confini di Roma, i Goti, realizzano che il loro futuro è in bilico: il cavaliere sul nero destriero ha il potere di decidere il loro destino.

Per sopravvivere in questo mondo di tumulti e guerre, alcune fazioni hanno adottano uno stile di vita nomade, caratterizzato, in Total War Attila, dalle nuove meccaniche Orda. A differenza delle fazioni di Total War tradizionali, il cui sviluppo si basa su abitazioni statiche e città, le orde migratorie sono libere di muoversi sulla mappa e accamparsi dove reputano opportuno.

Per ulteriori dettagli sulle Orde e sulle meccaniche migratorie di Total War: Attila guardate il seguente trailer:

Data di uscita: 17 febbraio 2015
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.