Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Destructive Creations: La violenza in Hatred? Non c'è bisogno di giustificarla

Destructive Creations: La violenza in Hatred? Non c'è bisogno di giustificarla

Hatred
A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 19/12/2014
Przemysław Szczepaniak di Destructive Creations ha parlato in una recente intervista del protagonista di Hatred e di come il team di sviluppo non senta nessun bisogno di giustificare la grande violenza presente nel titolo:

"No, il nostro protagonista non ha né un nome né una tragica storia alle spalle, e onestamente preferiamo così. Non abbiamo intenzione di giustificare le azioni di un nostro personaggio come fanno gli altri sviluppatori quando creano un gioco violento. Non stiamo creando un gioco per giustificare la violenza, ma per mostrarla cruda com'è nel mondo reale. Le giustificazioni che vediamo in altri titoli spesso suonano come menzogne."